Coloranti alimentari: quali i più dannosi?

Coloranti alimentari: quali i più dannosi?
Spesso, quando acquistiamo cibi e alimenti, non prestiamo molta attenzione agli ingredienti che essi contengono. Per aiutarvi nella vostra spesa, oggi vi proponiamo una tabella dei coloranti alimentari utilizzati nella preparazione e conservazione di molti prodotti dell’industria alimentare.

I coloranti alimentari non hanno alcuna proprietà nutritiva, ma sono semplicemente impiegati per dare ai cibi un aspetto più invitante e più goloso.

Di seguito abbiamo suddiviso l'elenco in tre parti.

Nel primo gruppo troverete i coloranti innocui che ad oggi non presentano effetti nocivi conosciuti se ingeriti, e che sono ammessi dall’Unione Europea.

Del secondo gruppo fanno parte i coloranti che possono avere effetti dannosi per l’organismo, in particolare per i bambini, e che nonostante siano stati ammessi dall’Unione Europea, sono stati vietati in altri Paesi.

Infine, il terzo gruppo raccoglie i coloranti tossici che sono stati vietati dall’Unione Europea.

Speriamo che questa piccola guida possa aiutarvi in una scelta più accurata dei cibi che acquistate!

Coloranti ammessi dall’Unione Europea

E100 Curcumina: estratto dalla curcuma, ha colore giallo. Viene utilizzato come colorante vegetale. Non ha effetti nocivi.
E101 Riboflavina o Lattoflavina: presente in natura nelle verdure, nel lievito, nel latte, nel fegato, nell’albume dell’uovo. È classificata come vitamina B2. Non ha effetti nocivi
E140 Clorofille e clorofilline: di colore verde, viene estratto dai vegetali come erbe e ortiche. Sono presenti in gomme da masticare, gelati, ghiaccioli e dolci. Non ha effetti nocivi.
E141 Complessi rameici delle clorofille: di colore verde, si trovano in gelati e dolci. Non ha effetti nocivi.
E160a Alfa, Beta, Gamma-carotene: colorante giallo-arancione, viene estratto dalle carote, dai pomodori e da tutti quei frutti e verdure di colorazione rosso-arancio. Quando entra in circolo nell’organismo, diventa vitamina A. Non ha effetti nocivi.
E160b Annatto, Bissina, Norbissina: colorante naturale dal giallo al pesca, viene estratto dai semi dei fiori di Annatto. Non ha effetti nocivi.
E160c Capsantina, Capsorubina: colorante rosso-arancione estratto dalla paprica. Si può trovare nel formaggio, nella spremuta d’arancia, nei dolci. Non ha effetti nocivi.
E160d Licopina: colorante rosso, estratto dal pomodoro. Non ha effetti nocivi.
E160e Beta-apo-8′-carotenale: colorante naturale rosso. Non ha effetti nocivi.
E161 Xantofilla: colorante naturale arancione, si può trovare nei prodotti di pasticceria da forno, gelati, salse, condimenti, bevande. Non ha effetti nocivi.
E161a Flavoxantina: colorante naturale giallo. Non ha effetti nocivi.
E161b Luteina: derivato dal carotene, si estrae dai fiori di garofano d’India. Si trova nei tuorli dell’uovo e nelle foglie verdi. Non ha effetti nocivi.
E161c Criptoxantina: colorante giallo, si trova nel mandarino, nell’arancia o nella papaia, nei petali e nelle bacche delle piante di uva spina. È fonte di vitamina A. Non ha effetti nocivi.
E161d Rubixantina: di colore rosso-arancio, è presente nelle piante di rosa. Non ha effetti nocivi.
E161e Violoxantina: di colore violetto, viene ricavato dalle piante di viola. Può essere presente in alcune alghe e piante. Non ha effetti nocivi.
E160f Rodoxantina: colorante rossastro a cui è dovuta la colorazione delle bacche del tasso e delle foglie di alcune piante nella stagione invernale. Non ha effetti nocivi.
E162 Rosso di barbabietola, betanina: colorante naturale presente nella barbabietola. Non ha effetti nocivi.
E163 Antociani: coloranti naturali rosso e blu, si trovano in fiori e frutti come uva, mirtilli, fragole, cavolo rosso, cipolla rossa. Non ha effetti nocivi.
E163a Pelargonidina: colorante naturale arancione. Lo si può trovare nei gerani rossi, lamponi, fragole. Non ha effetti nocivi.
E163b Cianidina: colorante naturale rosso-arancio, presente in bacche rosse e altri frutti come susine. Non ha effetti nocivi.
E163c Peonidina: colorante naturale rosso-blu, presente in certi fiori come le peonie e nei mirtilli. Non ha effetti nocivi.
E163d Delfinidina: colorante naturale blu, contenuta nei mirtilli e in fiori come la viola e il delphinium. Non ha effetti nocivi.
E163e Petunidina: colorante naturale presente nelle petunie e in bacche come more e mirtilli. Non ha effetti nocivi.
E163f Malvidina: colorante abbondante in natura, è responsabile della colorazione blu nelle primule e nell’uva. Non ha effetti nocivi.
E170 Carbonato di calcio: pigmento bianco, è utilizzato come colorante alimentare e lo si può trovare naturalmente come pigmentazione dell’albume dell’uovo. Non ha effetti nocivi.
E172 Ossidi di ferro: coloranti diffusi in natura di colore variabile tra giallo, rosso, marrone, arancio e nero. Non hanno effetti nocivi.

Coloranti potenzialmente dannosi

E102 Tartrazina: colorante sintetico giallo, si trova nelle bevande gassate, nei gelati, nei dolciumi, nelle minestre confezionate, nella mostarda, nello yogurt e in molti altri alimenti assieme alla glicerina, limone e miele. Può causare eruzioni cutanee, raffreddore, problemi di respirazione, visione offuscata, gonfiori, insonnia nei bambini, per i soggetti asmatici. Ammesso in Europa.
E104 Giallo di chinolina: colorante sintetico, si trova in bibite effervescenti, pesce affumicato, gelati, uova. Può avere effetti cancerogeni in particolare per i reni e il fegato e può causare dermatiti; è inoltre altamente dannoso per i bambini. Sebbene è proibito in numerosi Paesi, è ammesso in Europa.
E107 Giallo 2G: si trova in bibite, cordiali, zuppe pronte, maionese. Causa allergie, iperacidità ed asma. L'uso è limitato ed il colore potrebbe essere in futuro vietato.
E110 Giallo arancio S (G. tramonto FCF): colorante sintetico, si trova in bibite, marzapane, succhi di arancia, nei dolciumi, nelle zuppe pronte. Può provocare eruzioni cutanee e reazioni allergiche o asmatiche. È sconsigliata la somministrazione ai bambini. Tossico in alte dosi.
E120 Cocciniglia: di colore rosso, è il colorante naturale del tuorlo dell’uovo. Viene estratto dai corpi essiccati delle femmine di coccinella americana. È utilizzato come colorante nell’industria alimentare. Potrebbe causare allergie in alcuni soggetti, soprattutto bambini. Ammesso in Europa.
E122 Azorubina (Carmoisina): colorante sintetico, viene aggiunto nelle bevande, negli sciroppi, nei gelati e nelle gelatine. Controindicato per chi è allergico all'aspirina e per gli asmatici. Può provocare eruzioni cutanee. Ammesso in Europa.
E123 Amaranto: potenzialmente cancerogeno, può causare reazioni allergiche e asmatiche ed eruzioni cutanee. Ammesso in Europa.
E124 Rosso cocciniglia A (Ponceau 4 R): si trova in caramelle, paste, biscotti, bibite, dolciumi. Può essere pericoloso per i bambini e causare allergie. Ammesso in Europa.
E127 Eritrosina: si trova in caramelle, gelati, biscotti, dolciumi, frutta sciroppata. Può portare all’ipertiroidismo e causare ipersensibilità alla luce. Sconsigliato ai bambini. Ammesso in Europa.
E129 Rosso allura AC: colorante sintetico rosso, è contenuto principalmente nel bitter soda e nel vino, negli insaccati, nei succhi all’arancia. Può causare allergie e irritazioni della pelle.
E131 Blu patent V: colorante sintetico, provoca problemi dermatologici, respiratori, nausea e ipertensione. Ammesso in Europa.
E132 Indigotina: colorante sintetico blu, si trova in gelati, ghiaccioli, frutta candita, biscotti. Leggermente tossico; nelle persone allergiche può causare nausea, vomito, ipertensione, reazioni cutanee, problemi respiratori. Sconsigliato ai bambini.
E133 Blu brillante FCF: inizialmente proibito in molti Paesi dell’Unione Europea, in seguito è stato dichiarato innocuo. Secondo alcuni studi, è dannosi per i bambini.
E142 Verde acido brillante S: colorante sintetico, lo si trova nella menta, nei dessert, caramelle, gelati e piselli. Potrebbe causare allergie e anemie.
E150 - E150b - E150c - E150d Caramello, caramello solfito caustico, caramello ammoniacale, caramello solfito ammoniacale: si trovano in bibite come cola, gelati, ghiaccioli, liquori, acqueviti, birra, pasticceria in genere, biscotti, frutti di mare, soia, frutta e verdura in scatola, conserve. Sconsigliati ai bambini.
E151 Nero Brillante BN: si trova in caramelle, creme, gelati, ghiaccioli. Può provocare allergie ed eruzioni cutanee. È sconsigliato per i bambini.
E153 Carbone medicinale vegetale: di origine naturale, si ottiene dalla combustione dei vegetali. Può avere effetti nocivi, soprattutto cancerogeni.
E154 Marrone FK: proibito in alcuni Paesi, c’è il rischio che possa essere cancerogeno. Può provocare problemi renali, iperattività e asma.
E155 Marrone cioccolato HT, Bruno HT: colorante sintetico, presente in prodotti da forno. Potrebbe essere cancerogeno e causare reazioni allergiche, iperattività e asma. Secondo alcuni studi, è dannoso per i bambini.
E161g Cantaxantina: colorante naturale giallo-arancione. È presente in pesci, crostacei, insetti, funghi. In forma naturale non ha effetti nocivi. Per il commercio viene prodotta una forma sintetica per l’industria alimentare che può essere rischiosa per il fegato se consumata in quantità superiori a quelle indicate.
E171 Biossido di titanio: colore bianco, viene ottenuto dal minerale ilmenite. È meglio evitarlo perché potrebbe essere tossico per l’organismo, sebbene la ricerca non ha ancora informazioni complete sul suo potenziale cancerogeno.
E173 Alluminio: colorante metallico, di colore grigio presente in natura, sottoforma di bauxite. Può essere tossico se ingerito.
E174 Argento: colorante metallico, può essere presente sulla superficie di caramelle e dolciumi. Viene difficilmente eliminato dall’organismo. Può essere pericoloso.
E175 Oro: colorante metallico, può essere presente sulla superficie di caramelle e dolciumi. Può essere pericoloso.
E180 Litolrubina BK: colorante sintetico, può causare asma e reazioni cutanee.
E181 Tannino: utilizzato come schiarente in alcune bevande alcoliche. Può causare allergie.

Coloranti tossici

E103 Crisoina resorcinolo: vietato dal 1977.
E105 Giallo solido (Fast yellow AB): vietato dal 1977.
E106 Riboflavina-5-fosfato, sale sodico: vietato.
E111 Arancio GGN: vietato dal 1977.
E121 Orceina, oricello: vietato dal 1977.
E125 Scarlatto GN: vietato dal 1977.
E126 Ponceau 6R: vietato dal 1977.
E128 Rosso 2G: cancerogeno, proibito dal 2007.
E130 Blu antrachinone, blu d'indantrene R: vietato dal 1977.
E152 Nero 7984: vietato dal 1977.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?