Dove finisce il cibo avanzato nei cooking show più famosi?

Ogni volta che guardiamo i programmi di cucina più famosi in televisione l’acquolina in bocca è tanta, non ci sono dubbi. Ricette di tutti i tipi, preparazioni in grande quantità e alimenti tipici sono all’ordine del giorno; una volta che le telecamere si spengono, però, tutti quei piatti succulenti dove vanno a finire?
Gli show di cucina ormai sono una presenza fissa su tutte le principali reti televisive italiane, ed ogni puntata passano nelle mani dei partecipanti grandi quantità di cibo. Ricette complesse, tradizionali o di culture estere, fanno la loro comparsa e stuzzicano l’appetito di tutti gli spettatori, sia in studio che a casa.

Una volta finite le riprese però, il cibo che non viene consumato durante la puntata che fine fa? Considerando anche la grande attenzione delle reti televisive verso le norme di igiene e sicurezza, come vengono trattati gli avanzi?
Nei cooking show non si butta via niente (o quasi)
Come tutti gli altri aspetti relativi alla produzione, anche la gestione del cibo avanzato è un tema molto importante. In questo senso ogni trasmissione agisce in modo indipendente, vediamo come si comportano due tra le produzioni più famose!

Non sarebbe un articolo relativo ai cooking show senza citare il pluripremiato Master Chef. Come fanno i cuochi ed i partecipanti a smaltire tutti i piatti rimasti a fine puntata? I produttori del programma collaborano, ormai dal lontano 2013, con l’associazione Last Minute Market, una società che fa a capo all'Università di Bologna e che recupera il cibo inutilizzato. E il cibo che deperisce in giornata? Viene riutilizzato per la mensa interna alla produzione, che serve un centinaio di persone!

Per quanto riguarda Cotto e Mangiato, programma in onda su Italia 1 e condotto da Tessa Gelisio, la dinamica è simile.
L’attenzione verso gli sprechi di cibo da parte della conduttrice è molto nota, e al termine di ogni puntata gli avanzi (preparati e consumati nel giro di poche ore) vengono distribuiti tra i membri della troupe, proprio come Master Chef.

Intorno allo show di dolci Bake Off Italia, finito qualche giorno fa, c’è un alone di mistero. La produzione del programma non ha mai dato una risposta chiara alla questione, ma l’ipotesi maggiormente condivisa è che i dolci preparati vengano divisi tra i membri dello staff, come le altre trasmissioni. C’è anche chi sostiene vengano donati in beneficienza, ma in assenza di riscontri ufficiali non ci sentiamo di condividere questa tesi.
Solo il pubblico rimane a bocca asciutta!
Come spiegò in una passata intervista Simone Rugiati, chef empolese e conduttore di “Cuochi e fiamme”, le uniche persone a non poter consumare alcun alimento avanzato dai programmi sono gli spettatori del pubblico! Per una serie di regole molto rigide infatti, è proibita loro la consumazione di qualsiasi prodotto dello show, in quanto membri esterni alla produzione!

Nonostante le domande lecite che gli spettatori da casa spesso si fanno in merito alla conservazione e alla sorte del cibo nelle puntate, non c’è nulla di cui preoccuparsi: nulla viene sprecato!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?