La scottante teoria sull’origine dei Kellogg’s, la colazione “casta”

Colazione fa rima con latte e latte fa rima con…? Kellogg’s, naturalmente!
Da decenni ormai, il Gallo verde dei corn flakes domina la scena internazionale ed è il brand più scelto in assoluto per il primo pasto della giornata.
Adulti e bambini di mezzo mondo non riescono a rinunciare alla carica energetica che una tazza di cereali, accompagnata da un buon cappuccino o un succo, riesce a dare. Pensando alle sue origini, però, si direbbe il contrario!
Una recente teoria ha portato alla luce dei retroscena inaspettati sulla nascita dei cereali Kellogg’s, che sarebbero stati inventati per placare l’appetito… sessuale!
Avete letto bene!
Scopriamo i dettagli di questa incredibile storia!
La teoria a luci rosse
Ogni prodotto di successo nasce da un’idea innovativa, incredibile e fuori dal comune, ma la storia di Kellogg’s è decisamente… scottante!
Dei corn flakes del Gallo più famosi del mondo, tutto verrebbe da pensare tranne che abbiamo il potere di tenere a bada i bollenti spiriti!
A scavare nel passato del “Signore dei cereali” e giungere a questa conclusione è stata, recentemente, la web creator Stella Grillo, che ha postato sui social un reel intitolato “Masturbazione e cereali - Kellogg’s Corn Flakes”. Al di là di quello che potrebbe sembrare un post pretestuoso e “acchiappa click”, viene narrata una vicenda basata su fatti realmente accaduti e documentati.
L’invenzione dei croccanti fiocchi sarebbe riconducibile, dunque, alle teorie che circolavano al tempo sulla connessione tra alimentazione e castità, condita con una generosa dose di bigottismo!
Il consumo di Kellogg’s ha quindi qualche effetto collaterale sulla libido?
Chiediamolo a Mr Kellogg’s in persona!
Kellogg’s per una vita casta
Alla fine dell’Ottocento si pensava che la riduzione dell’attività sessuale fosse dovuta alla mancanza di energia, la cui fonte primaria è, naturalmente, il cibo.
Allora, quando il dottor John Harvey Kellogg, devotissimo della Chiesa cristiana avventista del settimo giorno e dirigente del sanatorio di Battle Creek, scoprì casualmente che si potevano produrre dei fiocchi con il riciclo del grano raffermo, gli si accese una lampadina: aveva trovato un ingrediente facile da produrre, leggero e perfetto per una dieta a basso contenuto di grassi.
Il futuro imprenditore era convinto che un’alimentazione vegetariana, povera di caffeina e alcol, non solo potesse curare i malanni dei degenti, ma favorisse anche l’astinenza sessuale, di cui lui stesso era un grandissimo sostenitore.
Secondo l’uomo, anche i piaceri della carne erano fonte di malattie ed ecco perché adottò tutti i suoi figli, sebbene avesse una moglie.
Questa filosofia di vita fece la fortuna del suo centro di cura, ma la vera svolta avvenne in seguito, quando i fratelli Kellogg si accorsero di poter monetizzare la loro scoperta.
Si direbbe che il fascino del profitto fece crollare gli ideali cristiani professati dal dottore: aggiungendo ai fiocchi lo zucchero ed immergendoli nel latte, il cibo della castità divenne appetibile anche per il grande pubblico e si aprì la strada ad un prodotto destinato a conquistare il mercato dell’alimentare.
Superstizione o no, sta di fatto che “Mr Corn Flakes”, sposando uno stile di vita casto e sottraendosi ad ogni piacere della tavola, è vissuto fino a 91 anni!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?