Anguria gialla

Caratteristiche generali dell'anguria gialla
L'anguria gialla è un prodotto simile alle classiche angurie a cui siamo abituati ed è una varietà naturale di anguria che ha subito una mutazione genetica in cui produce un livello molto basso di licopene (che dona il classico colore rosso della polpa). L'anguria gialla la cui provenienza è riconducibile all'Africa, dove sembra che siano state coltivate per la prima volta, è un prodotto che è stato ampiamente commercializzato nei paesi asiatici e che piano piano sta spopolando anche nel nostro mercato, regalandoci un sapore unico e tutti i benefici della sua polpa. Dunque vediamo insieme tutte le caratteristiche dell'anguria gialla e come consumarla al meglio all'interno di una dieta sana.
Anguria gialla: stagione
L'anguria gialla, esattamente come quella rossa, è un frutto legato alla bella stagione e la sua raccolta viene fatta da luglio a settembre, che è il periodo di massima maturazione.
Tipi/Varietà dell'anguria gialla
Come anticipato l'origine dell'anguria gialla è africana ma i suoi semi arrivarono fino a Taiwan dove iniziò ad essere coltivata fino a crearne una varietà adesso molto famosa, ovvero l'anguria gialla di Jujuy. Attualmente il mercato europeo dell'anguria gialla è principalmente ad opera della Spagna che sfrutta le sue terre dal clima mediterraneo per la sua coltivazione ottimale, ma in realtà esiste anche una varietà italiana di anguria gialla, coltivata principalmente nel Sud Italia, nelle regioni della Sicilia, del Lazio e della Basilicata. Nonostante sia un prodotto ancora misconosciuto, sta iniziando a prendere sempre più piede anche nelle nostre tavole.
Proprietà nutrizionali dell'anguria gialla
L'anguria gialla contiene molte delle stesse proprietà nutrizionali dell'anguria rossa normale, con alcune differenze notevoli. Recenti ricerche indicano che questi cocomeri contengano alti livelli di vitamina A e vitamina C: 18% e 21% del fabbisogno giornaliero, rispettivamente, in ogni porzione di questo frutto. Inoltre vanta un basso apporto calorico, basti pensare che 100 g di prodotto hanno circa 50 calorie, così come quantità moderate di potassio e sodio. Mentre l'anguria rossa è ricca di licopene, le angurie gialle sono ricche di beta-carotene, un altro antiossidante molto potente. Tra i benefici dell'anguria gialla e proprietà, ci sono tutte quelle di un cocomero rosso. Infatti è molto ricca di vitamine A, B e C, e di minerali come il magnesio e carotinoidi. Tutto questo favorirà:
- Un effetto antiossidante.
- Un effetto diuretico (contro la ritenzione di liquidi).
- Il rafforzamento del sistema immunitario.
- Aiuterà ad alleviare i problemi digestivi.
- Migliorerà l'ipertensione.
- Favorirà la crescita ossea.
- Aiuterà nel trattamento del diabete.
- Sarà utile contro i problemi cardiovascolari.
- Aiuterà a prevenire la degenerazione della macula oculare.
Uso in cucina dell'anguria gialla
L'anguria gialla, dal sapore leggermente più dolce rispetto a quella rossa, ha quasi sentori di miele o albicocca nella deliziosa polpa del frutto e un leggero sapore esotico, riconducibile a quello del mango. La buccia di questi due tipi di cocomeri non differisce l'una dall'altra, ma la sua polpa di colore e sapore unici rendono quella gialla davvero unica. L'anguria gialla ha molti usi in cucina, simili a quelli dell'anguria rossa. La consistenza è la stessa, così come la la quantità di acqua che la rendono fresca e dissetante, dunque un'aggiunta sempre gradita a macedonie di frutta e frullati. In alternativa si può anche bere il succo di anguria gialla per ottenere una bevanda altamente nutriente e remineralizzante. Inoltre sarà perfetta per arricchire delle insalate estive con aggiunta di feta, pomodori e olive, bilanciandone così acidità e sapidità oppure come base per preparare dessert alla frutta come gelatine, mousse o crostate. Non vi resta che dare libero sfogo alla vostra fantasia e provare tante idee che utilizzino l'anguria gialla con ricette creative!
Come pulire l'anguria gialla
L'anguria gialla di pulisce esattamente come quella rossa, dunque tagliatela prima a metà e poi in fette, spicchi, cubetti oppure prelevatene la polpa con uno scavino rotondo e create delle simpatiche e colorate macedonie miste di frutta.
Guida all’acquisto dell'anguria gialla
Vediamo ora il prezzo di acquisto dell'anguria gialla e dove trovarla. A dire il vero non sempre è facile reperire l'anguria gialla nei supermercati, ma negli ingrossi ortofrutticoli o nei mercati di frutta e verdura con prodotti del Sud Italia, è possibile trovarla. Il prezzo può raddoppiare o addirittura triplicare rispetto a quello di un cocomero rosso, motivo per cui molti non lo offrono ai propri clienti se sanno che non lo venderanno. Ma se volete provarne il sapore incredibilmente dolce e approfittare di tutte le sue proprietà, potrete rivolgervi anche alla vendita online che vi farà arrivare il prodotto direttamente a casa.
Metodo di conservazione dell'anguria gialla
Se avete intenzione di acquistare un'anguria gialla e consumarla in un secondo momento, è importante conoscere il modo corretto di conservarla. Se non è già tagliata, è possibile conservarla fuori dal frigorifero per 2 settimane prima che inizi a danneggiarsi. Se girerete regolarmente l'anguria questa prolungherà ulteriormente la sua durata di conservazione.
Potrete anche conservare l'anguria in frigorifero per 2 o 3 settimane prima di tagliarla. Tuttavia, dopo averla tagliata, assicuratevi di coprire il lato esposto con della pellicola alimentare a contatto e consumatela entro 3-5 giorni.
Curiosità sull'anguria gialla
Molti credono che l'anguria gialla sia un prodotto OGM, in realtà come abbiamo accennato, questo frutto è opera di un innesto botanico naturale di origine giapponese, a partire dai semi dell'anguria gialla africana. Questo frutto è conosciuto in varie parti del mondo anche come cocomero giapponese o coco-ananas per via del suo sapore esotico.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?