Cuba libre

Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 1 persona
Tempo: 5 minuti
Introduzione
Il Cuba Libre è uno dei cocktail più famosi e bevuti ed è un cocktail ufficiale IBA. Il nome deriva dall’isola di Cuba, in onore della quale il drink è stato creato. Intorno alla nascita del Cuba Libre ci sono molte ipotesi. Una delle più accreditate sostiene che il cocktail fu creato per festeggiare la liberazione di Cuba dall'influenza spagnola, avvenuta grazie all'aiuto degli Stati Uniti. L’unione della statunitense Coca Cola e il rum (tipicamente cubano) simboleggia, in questo senso, l’unione dei due stati.
Qualunque sia l'origine di questo long drink, una cosa è certa: è ottimo, rinfrescante e molto semplice da preparare. Queste sue caratteristiche lo rendono adatto ad essere consumato in vari momenti della giornata.
Il fatto che sia un cocktail semplice da preparare non significa però che non sia necessario prestare attenzione durante il procedimento: gli ingredienti del Cuba Libre ad esempio vanno dosati con precisione, per evitare di ottenere un drink dal gusto un po' stucchevole.

Ingredienti

•4/10 di rum bianco• Rum •6/10 di Coca Cola• Coca Cola •1 fetta di limone• Limone •Ghiaccio• Ghiaccio
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare la ricetta del Cuba Libre non serve lo shaker: si prepara direttamente nel bicchiere.

Per prima cosa riempite un tumbler alto con dei cubetti di ghiaccio, in modo da far raffreddare il bicchiere. Quando sarà ben freddo, eliminate il ghiaccio e l'eventuale acqua rimasta nel bicchiere.

Versate quindi il rum e la Coca Cola: mescolate delicatamente e servite il cocktail con una fetta di limone.
Accorgimenti
La ricetta del Cuba Libre originale non prevede l'aggiunta di cubetti di ghiaccio. Nonostante questo, però, il più delle volte questo cocktail è servito con cubetti di ghiaccio interi, che non vengono scolati.

Come avrete notato, questo long drink è facilissimo da preparare, ma richiede come accorgimento fondamentale il rispetto scrupoloso delle dosi indicate: la Coca Cola è dolciastra e se non si seguono le quantità previste è inevitabile rovinare il cocktail rendendolo troppo dolce (se si esagera con la Coca Cola o si mette meno alcol del dovuto) oppure facendo sentire troppo l'alcol (se si esagera con il rum o si mette poca Coca Cola).

Il bicchiere perfetto per servire questo cocktail è di tipo highball, mentre la guarnizione ideale è una semplice fettina di lime o di limone.
Idee e varianti
Una delle varianti più diffuse del Cuba Libre consiste nell'unire a Cola e Rum anche un po' di succo di limone o di lime.
Sostituendo la Coca Cola con il Chinotto, si ottiene invece il Cubotto Libre, un cocktail dal sapore meno dolce rispetto al Cuba Libre. Per prepararlo mettete qualche cubetto di ghiaccio in un tumbler, unitevi 1 cl di succo d'arancia, 5 cl di rum bianco e per finire 10 cl di chinotto.

A quali piatti andrebbe abbinato questo long drink? Consigliamo di sorseggiarlo accompagnandolo con piatti o finger food semplici, a base di verdure o pesce. Oppure con una bella insalata di pasta o di riso.

Vi proponiamo un'idea carina e originale per gustare questo cocktail (offrendolo anche ai vostri amici): preparare dei ghiaccioli al Cuba Libre!
La ricetta è semplicissima: basta avere lo stampo necessario per fare i ghiaccioli e mettere in conto qualche ora di tempo per il riposo in freezer. Una volta pronti, questi ghiaccioli sono perfetti da servire per un aperitivo informale con gli amici! Ovviamente, visto il grado alcolico, sono ghiaccioli assolutamente vietati ai bambini.
Vediamo come prepararli. Per 8 ghiaccioli circa, vi serviranno 8 cl di succo di lime, 20 cl di rum e 40 cl di cola. Prima spremete i lime, filtrando il succo ottenuto con un colino. Mischiate quindi la coca cola con il rum, dopodiché unite anche il succo di lime e miscelate il tutto. Trasferite il drink ottenuto negli appositi stampi per ghiaccioli e fateli riposare in freezer per circa 5 ore (potete anche prepararli il giorno prima e lasciarli riposare tutta la notte).
Cuba Libre pestato
Il Cuba Libre pestato è una variante molto apprezzata della ricetta classica: si prepara sostituendo il limone con il lime e aggiungendo dello zucchero di canna. In genere questa variante prevede di aggiungere proprio il succo del lime (debitamente filtrato) e non di utilizzarlo solo come decorazione. Il risultato è un drink più profumato e aromatico.
Per saperne di più
Come abbiamo accennato nell'introduzione, è probabile che l'origine del cocktail sia da collegare alla liberazione di Cuba dalla Spagna, avvenuta nel 1898. Gli Usa combatterono insieme a Cuba la guerra che l'isola sostenne per ottenere l'indipendenza: una volta vinta la guerra, i Cubani festeggiarono la riconquistata libertà gridando esultanti "Cuba libera". Nello stesso periodo a Cuba vennero portati diversi prodotti provenienti dagli Stati Uniti: fra questi vi era anche la Coca Cola che, mischiata al rum (bevanda alcolica cubana per eccellenza), diede vita a questo cocktail. Il quale, visto il contesto in cui era nato, non poté che essere chiamato "Cuba Libre". Sembra che prima dell'arrivo a Cuba della Coca Cola, i cubani fossero soliti mischiare al rum, per addolcirlo, del caramello.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?