Come sostituire la fecola di patate

La fecola di patate è un amido derivato dalle patate, ha una consistenza fine ed è privo di sapore. Questo ingrediente è stato scoperto nel 1800 dall'agronomo italiano Giacomo Acton. Viene utilizzato in cucina come addensante in svariati piatti. La fecola è un prodotto naturale ottenuto sottoponendo le patate a un processo di estrazione. Si ottiene a partire da patate fresche che, una volta cotte, vengono sbucciate, lavate e grattugiate. Successivamente, viene aggiunta acqua calda e il tutto viene mescolato fino ad ottenere una pastella morbida. La pastella viene poi posta su un telo di garza, così da essere filtrata. La fecola così ottenuta viene fatta essiccare ed è una polvere bianca, secca e pronta all’uso. Si ottiene quindi un prodotto che contiene sostanze nutritive come amido, proteine, vitamine e sali minerali.

La quantità di fecola di patate da utilizzare in cucina, dipende dal tipo di ricetta che si vuole preparare. Ad esempio nei piatti salati, la fecola di patate può essere utilizzata come sostituto della farina. Si consiglia di utilizzare una proporzione di 1 cucchiaino di fecola di patate ogni 2 cucchiai di farina, per ottenere una consistenza più leggera. In alcune ricette, può essere necessario aggiungere un po' di fecola di patate in più, in modo da ottenere la consistenza desiderata.
Invece la quantità di fecola di patate da utilizzare nei dolci, dipende dal tipo di dolce che si sta preparando. Solitamente, si consiglia di utilizzare dai 25 ai 50 g di fecola di patate per ogni 100 g di di farina. Si può variare la quantità in base al grado di leggerezza desiderato: più fecola si usa, più il prodotto risulterà leggero.

Per quanto riguarda la conservazione invece, la fecola di patate può essere riposta in un contenitore ermetico e conservata in un luogo fresco e asciutto. Si consiglia di etichettare il contenitore con la data di acquisto o di apertura della confezione, in modo da poter monitorare l'eventuale scadenza del prodotto. Una volta aperto, la fecola di patate dovrebbe essere consumata entro 6 mesi.

Ma nel caso in cui non ne avessimo in casa, come sostituire la fecola di patate? Ebbene qualora vi servisse addensare una salsa, rendere un impasto di un dolce lievitato più leggero o doveste rendere una zuppa più corposa, esistono tanti tipi di alternativa alla fecola di patate. In questo articolo vedremo insieme i più comuni e adeguati, suggerendovi le dosi per ogni sostituto. Dunque vi invitiamo a proseguire la lettura e a scoprire insieme a noi come si sostituisce la fecola di patate.
A cosa serve la fecola di patate
Prima di capire come si può sostituire la fecola di patate, vediamone l'effettivo utilizzo in cucina. La fecola di patate viene utilizzata come addensante e come agente di consistenza in una serie di ricette, dai dolci alle salse salate. La fecola di patate conferisce alle ricette una consistenza cremosa e vellutata, evitando che si formino grumi indesiderati. Viene spesso utilizzata in sostituzione della farina, perché ha un sapore più neutro e non altera il gusto delle ricette. La fecola di patate è anche un ingrediente popolare in cucina poiché è senza glutine. Dunque qualora foste alla ricerca di sostituti gluten free, prestate attenzione al tipo di prodotto che sceglierete.
Come sostituire la fecola di patate con la maizena o amido di mais
La fecola di patate può essere sostituita con la maizena in modo abbastanza semplice. La proporzione da seguire è di 3 parti di maizena per 4 parti di fecola di patate. Quindi, se si desidera sostituire 3 cucchiai di fecola di patate con la maizena, è necessario aggiungere 4 cucchiai di maizena. Questa è la sostituzione più utilizzata in cucina.
Come sostituire la fecola di patate con l'amido di riso
L'amido di riso può essere un'ottima alternativa alla fecola di patate. Per sostituire la fecola di patate con l'amido di riso, basta seguire una proporzione di 1/2 cucchiaio di amido di riso per ogni cucchiaio di fecola di patate. Quando si aggiunge l'amido di riso alla preparazione, è meglio che questo prima sia stato stemperato con dell'acqua calda e mescolato in continuazione per evitare che si formino grumi. Si può anche aggiungere un po' di olio o burro per renderlo più cremoso.
Come sostituire la fecola di patate con la tapioca
La tapioca è una farina di amido di origine vegetale di granoturco o di manioca, usata come addensante, come sostituta della farina e come ingrediente in molti dolci. La tapioca può essere usata come alternativa alla fecola di patate in molti piatti. La sostituzione è un po' diversa a seconda del tipo di piatto che si sta preparando. Ad esempio, per una salsa, la tapioca può essere sciolta in un liquido caldo e poi mescolata con il resto degli ingredienti. Per una zuppa, la tapioca può essere aggiunta direttamente al brodo e poi cotta come indicato nella ricetta. Per dolci come torte e biscotti, la tapioca può essere sostituita alla stessa quantità di fecola di patate.
Come sostituire la fecola di patate con l'amido di frumento
L'amido di frumento può essere usato come sostituto della fecola di patate in una proporzione di 1:1. Quindi, per ogni cucchiaio di fecola di patate nella ricetta, sostituirla con un cucchiaio di amido di frumento. Assicuratevi di setacciare bene l'amido prima di aggiungerlo alla ricetta, per evitare grumi. Se l'amido è troppo spesso, potrete mescolarlo con un po' di acqua per renderlo più facile da lavorare.
Come sostituire la fecola di patate con la farina 00
Vediamo ora come sostituire la fecola di patate con la farina. In realtà questa è la scelta meno apprezzata, perché la farina può alterare il sapore finale del piatto. In questo caso, la farina può essere utilizzata come alternativa alla fecola di patate, solo come agente addensante. Dunque se avete una salsa o una zuppa che desiderate addensare, il nostro consiglio è di non aggiungere mai la farina cruda alla vostra preparazione, perché ne percepirete il sapore sgradevole nel piatto, ma di preparare sempre un roux, in modo da cuocere preventivamente la farina. Dunque fate sciogliere in un pentolino 40 g di burro senza farlo sfrigolare, poi aggiungete 40 g di farina 00 in un colpo solo e mescolate velocemente per evitare la formazione di grumi. Dopodiché fate cuocere il roux fino a quando avrà assunto un bel colore nocciola e stemperatelo con la zuppa che vorrete addensare, prima di versarlo interamente all'intero della preparazione.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?