Cappuccino

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 1 persona
Tempo: 10 minuti
Introduzione
Il cappuccino è una delle bevande più consumate in Italia: è amato quasi quanto il caffè ed è un'abitudine diffusa prenderlo a colazione al bar, insieme al cornetto (l'abbinamento cornetto e cappuccino è proprio un classico della colazione all'italiana). Preparare un cappuccino può sembrare un compito facilissimo, visto che per ottenerlo servono solo due semplicissimi ingredienti: caffè espresso miscelato a spuma di latte montata a vapore. Se preparare un cappuccino quindi non è per nulla difficile, ottenere un cappuccino davvero PERFETTO non è così semplice come si potrebbe credere! Bisogna conoscere e rispettare alcuni semplici accorgimenti, nonché essere precisi con le dosi di latte e caffè. Di seguito vedremo il procedimento corretto per fare un cappuccino a regola d'arte e ottenere una schiuma perfetta, soffice e consistente! Prima di passare alla ricetta del cappuccino, una piccola curiosità: il nome del cappuccino (che spesso viene anche chiamato semplicemente "cappuccio") viene dal fatto che il suo colore ricorda quello del saio dei frati francescani: i cappuccini, appunto.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Vediamo ora la ricetta del cappuccino. Come prima cosa versate il latte in un bricco di metallo. Mettete quindi il bricco sotto l'apposito astuccio metallico della macchina per fare il cappuccino. A questo punto aprite la valvola di uscita del vapore e montate il latte: per ottenere una bella schiuma è necessario muovere leggermente il bricco con delicati movimenti dall'alto verso il basso.

Quando il latte sarà ben montato, togliete il bricco dall'astuccio e tenetelo da parte. Intanto preparate il caffè: mettetelo nell'apposito contenitore nella macchina e aspettate che fuoriesca (utilizzando l'apposita tazza da cappuccio). Se non avete la macchina da caffè, preparate semplicemente una moka.

Una volta pronto il caffè, versatevi sopra il latte precedentemente montato: la vostra bevanda è già pronta da servire ben calda. Aggiungete dello zucchero a piacere e gustatela!
Accorgimenti
Il segreto di un perfetto cappuccino sta nel montare bene il latte: nel caso in cui non abbiate una macchina da caffè dotata di cappuccinatore, potete montare il latte in altri modi. Ad esempio, usando un semplice frullatore (anche il modello ad immersione è indicato) oppure l'apposito montalatte elettrico: un utensile che vi consigliamo caldamente di procurarvi se avete intenzione di preparare a casa molti cappuccini, ma non disponete di una macchina da caffè con l'apposito beccuccio che eroga il vapore.

Naturalmente, perché il cappuccino riesca bene, è anche molto importante che il caffè sia di ottima qualità: non sceglietene uno molto economico, ma puntate piuttosto sulle marche di caffè più pregiate. Il latte invece dev'essere freddo di frigorifero e preferibilmente intero (ma per ottenere una bevanda meno ricca di grassi può andare bene anche quello parzialmente scremato). E rispettate le quantità indicate: un cappuccino dev'essere sempre composto da 2/3 di latte (del quale 1/3 è la schiuma) e 1/3 di caffè.

Il cappuccino si può naturalmente zuccherare a piacere: tuttavia consigliamo di non esagerare con lo zucchero, per non rischiare di coprire il gusto del caffè, che comunque è già addolcito dalla crema. Il cappuccino ideale ha quindi bisogno di poco zucchero: una bustina o 3 cucchiaini di zucchero saranno più che sufficienti.

Preparare il cappuccino con il Bimby è ancora più semplice e veloce: è sufficiente versare il latte nel boccale e montarlo per circa 3-4 minuti a 80°C e a velocità 3. Una volta preparato il caffè, si procede quindi come riportato sopra, versando la schiuma di latte sul caffè.
Idee e varianti
Il cappuccino, se preparato come si deve, è ottimo consumato al naturale, senza l'aggiunta di nessun altro ingrediente. In questo modo si riesce a gustare al meglio la corposità e la morbidezza della schiuma di latte. Tuttavia, chi lo gradisce può aggiungere una leggera spolverata di cacao, come si usa fare spesso anche nei bar. Oppure, al posto del cacao, ci sta molto bene anche la cannella, una spezia che prepara il palato ad accogliere il gusto del caffè. Come variante ancora più golosa, consigliamo di arricchire il cappuccino con un bel ciuffo di panna montata: la panna aggiunge dolcezza alla spuma di latte, rendendo il gusto più delicato.

Il cappuccino freddo è una variante perfetta per l'estate: per prepararlo bisogna montare il latte in un frullatore (va benissimo anche un frullatore ad immersione), per poi versarlo sul caffè freddo (per far raffreddare subito il caffè basta unirvi uno o due cubetti di ghiaccio).
Il cappuccino di soia
Chi è intollerante al lattosio, fatica a digerirlo o ha problemi di colesterolo non deve rinunciare ad un rituale piacevole come quello del cappuccino.
La soluzione c'è: ed è il cappuccino di soia! Il latte di soia è completamente vegetale, è privo di lattosio e di colesterolo: è quindi perfetto per chi ha problematiche di un certo tipo, oltre che per chi segue un'alimentazione vegana.
Il procedimento naturalmente è lo stesso: seguite quindi la traccia sopra riportata, semplicemente sostituendo il latte vaccino con quello di soia.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?