Sex on the beach

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 1 persona
Tempo: 5 minuti
5.0 2
Introduzione
Un nome peccaminoso per un originale long drink estivo dalla particolarità cromatica (è a due colori) e dal gusto insieme semplice e deciso: stiamo parlando del Sex on the Beach, storico cocktail a base di vodka.
Questo famoso long drink vide la luce negli Stati Uniti verso la fine degli anni '70 per poi diffondersi in Europa dall'inizio degli anni '80 e diventare un classico cocktail da sorseggiare a bordo piscina!
La ricetta del Sex on the Beach è piuttosto facile da ricordare: servono succo d'arancia e di ribes rosso, mentre la parte alcolica è assicurata dalla vodka e dal dolce e profumato liquore alla pesca: il risultato è un drink decisamente bevibile e molto equilibrato (il dolce del liquore alla pesca è perfettamente bilanciato dal sapore acidulo del succo di ribes, mentre il succo d'arancia si sposa alla perfezione con la vodka).
Perché non provate a prepararlo servendolo agli amici in una giornata estiva? Per completare alla perfezione il quadretto bisognerebbe sorseggiarlo a bordo piscina...

Ingredienti

•3 parti di vodka• Vodka •3 parti di liquore alla pesca• Liquore •3 parti di succo d'arancia• Succo d'arancia •1 parte di succo di ribes• Succo di ribes
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
La preparazione del Sex on the Beach è facile e veloce. Vi serviranno solo uno spremiagrumi, uno shaker e un bicchiere alto per servire il cocktail.

Iniziate spremendo alcune arance, quante ne bastano per ottenere il succo che vi servirà per questa ricetta. Una volta spremuto il succo, filtratelo con un colino.
Ora togliete i cubetti di ghiaccio dal congelatore.

Mettete quindi qualche cubetto di ghiaccio in uno shaker. Versateci dentro tre dei quattro ingredienti del Sex on the Beach: nell'ordine la vodka, il liquore alla pesca e il succo d'arancia.

Agitate qualche secondo energicamente, quindi versate il tutto in un bicchiere alto. Ora aggiungete un cucchiaino di succo di ribes rosso e non mescolate: in questo modo per densità il succo andrà a depositarsi sul fondo del bicchiere.

La ricetta del Sex on the Beach è ultimata: non vi resta che decorare il vostro cocktail a piacere e servirlo!
Consigli
L'ideale è guarnire il bicchiere con uno spiedino di frutta e una cannuccia colorata. Oppure, più semplicemente, con qualche mirtillo o delle fettine di ananas o di arancia.

Per una riuscita perfetta della ricetta del Sex on the Beach vi consigliamo di utilizzare delle arance di prima qualità, in quanto la nota agrumata è una parte importante di questo long drink. Ad esempio, sono particolarmente consigliate le arance Tarocco, che con il loro inconfondibile gusto dolce daranno quel tocco in più al drink.

La preparazione tradizionale di questo cocktail prevede l'utilizzo del succo di cranberry, il mirtillo rosso americano: visto che però da noi non è così facilmente reperibile, si può tranquillamente utilizzare in sua sostituzione il succo di ribes rosso che come sapore e colore è molto simile al mirtillo americano.
Idee e varianti
La ricetta del Sex on the Beach si può leggermente variare in tanti modi, anche se è il caso di dire che questo cocktail non ha di certo bisogno di modifiche! Tuttavia, se lo gradite, potete aggiungere anche un po' di succo di ananas come ingrediente facoltativo (si tratta di una variante molto comune) oppure un po' di sciroppo alla fragola. Altrimenti, se volete una modifica un po' più "incisiva", potete provare ad aromatizzare diversamente il vostro cocktail utilizzando per metà della vodka classica e per metà della vodka alla pesca o al melone.

Il cocktail Sex on the Beach si abbina perfettamente alle specialità messicane oppure ai piatti tipici della cucina indiana. Accompagna molto bene anche il pesce.
Per saperne di più
La particolarità della preparazione del Sex on the Beach consiste nel versare il succo di ribes rosso alla fine e assolutamente senza mescolare: l'obiettivo è quello di creare un originale cromatismo mettendo a contrasto il colore chiaro del drink contro il colore scuro del succo di ribes che, quando versato, scenderà man mano sul fondo dando vita all'effetto desiderato. Se desiderate apportare qualche variante alla ricetta originale, quindi, fatelo pure, ma senza eliminare il succo di ribes (o di mirtillo rosso, se lo trovate): si tratta di un ingrediente distintivo di questa preparazione!

Non tutti sanno che il cocktail originario non era come quello che conosciamo oggi e non aveva neanche lo stesso nome! Gli ingredienti erano un po' diversi: si usava sempre il liquore alla pesca (anzi il cocktail è nato proprio per fare pubblicità al liquore “Peachtree”), ma al posto della vodka si usava il Midori (il liquore verde a base di melone prodotto da un'azienda giapponese) e si aggiungeva anche lo Chambord (un liquore al lampone). Il nome di questo drink era “Peach on the beach” e si preparava per la precisione con Vodka, Midori e Chambord in uguale quantità (1,5 cl), più succo d’ananas (3 cl) e un cucchiaino di succo di mirtillo rosso da aggiungere alla fine.
Si è poi arrivati, nel corso degli anni, alla preparazione ufficialmente riconosciuta oggi dall'IBA soprattutto per via del fatto che il Midori non era un ingrediente facilmente reperibile: questo indusse a modificare la ricetta originale e nel contempo venne cambiato anche il nome del cocktail!
Commenti
2 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 24/05/2016 alle 14:01
Ciao Vincenzo! Guarda, la ricetta originale del Sex on the beach prevede l'utilizzo di entrambi. Nulla di vieta di tentare una variante, tenendo però presente che non verrà fuori il cocktail originale. Se deciderai di tentare l'esperimento, aspettiamo ovviamente un tuo riscontro!
Inviato da vincenzo il 23/05/2016 alle 19:42
vodka e liquore alla pesca!?!? e se usassi vodka alla pesca? ??

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?