Bocconcini di vitello alla cacciatora

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 15 minuti
Note: + 40 minuti di cottura
Introduzione
I bocconcini di vitello alla cacciatora sono una ricetta facile e succulenta per servire in tavola un secondo di carne legato alla tradizione contadina, ma davvero semplicissimo da ricreare a casa. Teneri bocconcini di carne di vitello, rosolati nel burro e cotti con passata di pomodoro e brodo vegetale a fuoco lento, in modo che la carne risulti tenera e succosa e il fondo di cottura denso e ricco di sapori.

Come vedremo servono davvero pochi minuti per preparare la ricetta dei bocconcini di vitello alla cacciatora, e potrete servire in tavola un piatto tradizionale, che amerà tutta la vostra famiglia. La richiesta del bis è assicurata! Dunque siete curiosi di sapere come fare la carne di vitello alla cacciatora? Allora non perdiamoci in altre chiacchiere e vediamo subito insieme come preparare questa gustosa e irresistibile casseruola di vitello alla cacciatora!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Procedimento
Per preparare i bocconcini di vitello alla cacciatora per prima cosa partite dalla preparazione del brodo vegetale: pelate le carote, tagliate il sedano a pezzi grossi eliminando i filamenti, sbucciate la cipolla e tagliatela in 4 parti e pelate uno spicchio di aglio. Mettete tutte le verdure dentro a una pentola e riempitela di acqua, salate a piacere e portate sul fuoco, facendo cuocere il tutto a fuoco medio, con il coperchio discostato, fino a quando l'acqua sarà dimezzata. A questo punto spegnete la fiamma e filtrate il brodo vegetale che terrete da parte.

Proseguite poi occupandovi della carne. Prendete i bocconcini di vitello e tagliateli eventualmente in pezzi medio-piccoli, eliminate il grasso superfluo e trasferite i bocconcini all'interno di una ciotola capiente. A questo punto aggiungete un pizzico di sale e del pepe nero e massaggiate la carne in modo che si insaporisca in maniera uniforme. Lasciate riposare la carne per circa 15-20 minuti, poi procedete con la ricetta.

Infarinate i bocconcini di vitello in modo che siano ben ricoperti ed eliminate l'eccesso di farina scrollandoli tra le mani. In una casseruola sciogliete il burro a fuoco dolce senza farlo sfrigolare e rosolateci i bocconcini di carne che avete precedentemente infarinato. Alzate leggermente la fiamma e quando la carne sarà dorata su tutti i lati, sfumate con il vino bianco a fuoco vivace. Lasciate evaporare del tutto il vino bianco, aromatizzate aggiungendo un rametto di rosmarino e poi unite la passata di pomodoro. Lasciate insaporire per 5 minuti, poi abbassate la fiamma e infine aggiungete un mestolo di brodo vegetale tiepido o caldo. Coprite con il coperchio.

Proseguite la cottura per circa 30-40 minuti, aggiungendo al bisogno altro brodo vegetale quando il fondo di cottura si asciugherà troppo e finché i bocconcini di vitello risulteranno teneri. A questo punto togliete il coperchio e fate addensare il sughetto per una decina di minuti circa.

Regolate eventualmente di sale e pepe a vostro gradimento e spegnete la fiamma. I vostri bocconcini di vitello alla cacciatora sono pronti per essere serviti subito, ben caldi, magari accompagnati da rustiche fette di pane casereccio.
Accorgimenti
Quando tagliate la carne, cercate di fare dei pezzi di simile misura e spessore, in questo modo cuoceranno in maniera più uniforme. Prima di aggiungere la passata di pomodoro assicuratevi sempre che il vino sia ben evaporato, altrimenti andrebbe ad alterare il sapore del piatto. Per essere sicuri che l'alcool sia evaporato completamente, vi basterà annusarne i vapori, se non ne sentire più l'odore forte, allora potrete procedere con la fase successiva della ricetta. Inoltre se doveste rendervi conto che i bocconcini di carne risultano già teneri, non sarà necessario utilizzare tutto il brodo vegetale. Essendo una ricetta della tradizione contadina, i bocconcini di vitello alla cacciatore andrebbero cotti in una casseruola di terra cotta, ma se non ne avete una, potrete utilizzate comunque una pentola dai bordi alti e dal fondo spesso, che assicura una lenta cottura senza asciugare troppo le pietanze.
Idee e varianti
A piacere potrete realizzare la stessa ricetta dei bocconcini di vitello alla cacciatora ma variando ad esempio la carne ed utilizzando del maiale, del pollo o del tacchino. Se non gradite lo spezzatino con il sugo, potrete anche prepararlo omettendo la passata di pomodoro e proseguendo la cottura solo con il brodo vegetale. Anche la scelta delle erbe aromatiche può variare, ad esempio potreste omettere il rosmarino, aggiungere 1 o 2 foglie di alloro o preferire un bel trito di prezzemolo fresco da aggiungere a fine cottura. Se poi amate un tocco piccante, provate ad aggiungere ½ cucchiaino di peperoncino in polvere alla passata di pomodoro: la scarpetta nel piatto è assicurata. Invece per una variante più corposa provate a preparare lo spezzatino di vitella alla cacciatora con patate: una volta rosolati i bocconcini di carne e fatti sfumare con il vino bianco, aggiungete 4 patate tagliate a cubetti non troppo piccoli (altrimenti con la lunga cottura potrebbero sfaldarsi completamente), fate rosolare il tutto per qualche minuto e poi aggiungete la passata di pomodoro e il brodo vegetale come da ricetta, proseguendo la cottura.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?