Crema pasticcera al limone

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 15 minuti
La crema pasticcera al limone è una preparazione base della pasticceria italiana, una crema dal colore dorato, dalla consistenza vellutata e dal sapore dolce e delicato. Come vedremo la ricetta della crema pasticcera al limone non presenta grosse difficoltà di esecuzione e vi basterà solo tenere a mente qualche piccolo trucchetto, per ottenere una crema pasticcera al limone semplice e cremosa, perfetta come dessert o per farcire torte e dolcetti. Nessuno saprà resistere al suo profumo dolcemente agrumato e al sapore classico e intramontabile. Una ricetta facilissima il cui successo è sempre assicurato!

Dunque ingredienti a portata di mano e allacciamo i grembiuli: oggi vediamo insieme come si prepara la crema pasticcera al limone.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la crema pasticcera al limone per prima cosa lavate il limone biologico e prelevatene la scorza avendo cura di non prelevare anche la parte bianca della buccia che risulta piuttosto amara.

Dopodiché trasferite il latte all'interno di un pentolino, aggiungete le scorzette di limone e fatelo scaldare, senza raggiungere il bollore.

Nel frattempo in una ciotola unite i tuorli delle uova, lo zucchero e la farina, e mescolate energicamente con una frusta a mano per ottenere un composto denso, cremoso e privo di grumi.

Quando il latte sarà ben caldo, versatelo sul composto di tuorli e mescolate sempre con la frusta a mano per amalgamare il tutto.
Trasferite di nuovo la crema all'interno del pentolino e fatela addensare a fuoco dolce per circa 5-7 minuti.

Una volta pronta, eliminate la scorza di limone e versate la crema all'interno di una ciotola di vetro. Copritela con pellicola alimentare a contatto e lasciatela intiepidire a temperatura ambiente, poi trasferitela in frigo.

Una volta che sarà del tutto fredda la vostra crema pasticcera al limone sarà pronta per essere utilizzata a piacere!
Accorgimenti
Per capire il momento esatto in cui la crema pasticcera al limone sarà pronta, dovrete valutarne la densità. Nello specifico la crema sarà pronta quando “velerà il cucchiaio”, ovvero quando tirando su il cucchiaio, questo sarà interamente coperto dalla crema.

Una volta ben fredda e trasferita in frigo, la crema pasticcera al limone sembrerà molto compatta, ma non temete, vi basterà mescolarla velocemente con una frusta a mano per farle riacquistare cremosità e renderla di nuovo liscia. In alternativa potrete anche passarla con un colino per renderla più fine o montarla in parte con le fruste elettriche.

La crema pasticcera al limone una volta raffreddata del tutto, potrà essere conservata in frigo, all'interno di una ciotola di vetro e ben coperta con pellicola alimentare a contatto per evitare che si secchi, per massimo 2 giorni. In alternativa la crema pasticcera può essere anche surgelata, all'interno di un contenitore ermetico, conservandosi in questo modo fino a 2 mesi dalla preparazione. Quando vorrete utilizzarla, vi basterà lasciarla scongelare per una notte in frigo e poi mescolarla velocemente con un frusta a mano per farla tornare cremosa.
Idee e varianti
Quella che vi abbiamo presentato oggi è la ricetta della crema pasticcera al limone facile, preparata con l'utilizzo della farina. Ma qualora desideraste una consistenza più fine o non gradiste il sapore più persistente della farina nella crema, potrete sostituirla con pari dose di amido di mais (maizena), da unire sempre al composto di tuorli e zucchero.

Se poi gradite il sapore vanigliato nelle creme, potrete utilizzare una bacca di vaniglia di cui avrete prelevato polpa e semi, da aggiungere alla scorza di limone e al latte mentre lo scaldate. In questo caso però vi consigliamo di filtrare il latte caldo quando andrete ad unirlo al composto di tuorli per eliminare tutti i semi della bacca di vaniglia. Oppure potrete aggiungere un cucchiaio di estratto di vaniglia.

Se invece amate una nota liquorosa nelle creme dolci, potrete aggiungere al latte da scaldare anche un bicchierino di Brandy, Rum o Marsala. Durante la cottura della crema, la parte alcolica evaporerà, lasciando solo un gradevole aroma nella crema pasticcera.

Se poi vorrete farne un dessert, vi basterà lasciare addensare maggiormente la crema pasticcera sul fuoco, farla poi raffreddare completamente come visto, e aggiungere a piacere gocce di cioccolato, amarene sciroppate o cocco rapè. Trasferite poi la crema all'interno di una sac à poche con bocchetta larga e stellata e riempite delle coppette, accompagnando la crema con qualche biscottino, tipo lingue di gatto.

In alternativa potrete preparare anche una crema pasticcera al limone con un uovo soltanto. In questo caso utilizzate tutto l'uovo compreso l'albume e preparate sempre il composto con zucchero e farina (o amido di mais). Scaldate il latte ed unitelo al composto, poi trasferite la crema di nuovo nel pentolino e fatela addensare come previsto dalla ricetta. In questa variante il colore della crema sarà di un giallo più tenue. Nel caso in cui voleste rendere il colore più vivace, potrete avvalervi dell'utilizzo dei coloranti alimentari oppure di alcune spezie come la curcuma o lo zafferano: ne basterà la punta di un cucchiaino.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?