Bagna al limoncello

Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 0.50 litri
Tempo: 15 minuti
Note: + il tempo necessario al raffreddamento dello sciroppo
Profumata e facilissima da preparare, la bagna al limoncello è un ingrediente indispensabile per realizzare diverse ricette dolci tradizionali (fra le quali spicca il babà al limoncello). Inoltre, è perfetta per inumidire e rendere più profumate e gustose torte soffici e spugnose a base di pan di Spagna.
Essendo una bagna alcolica, non è indicata per i bambini, ma questo è l'unico limite che riusciamo a trovarle. Per il resto è una bagna davvero ottima: dolce e molto profumata, renderà i vostri dolci e le vostre torte speciali!
Se non sapete come fare la bagna al limoncello, non temete: la ricetta è davvero semplice. Basta preparare uno sciroppo con acqua e zucchero, al quale va poi aggiunto il limoncello.
Vediamo come procedere, passaggio per passaggio!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
La bagna al limoncello è molto facile da preparare: prestando un minimo di attenzione, non avrete alcuna difficoltà a farla bene.
Iniziate lavando il limone, asciugandolo e pelandolo in modo da ricavarne 3-4 scorzette. Fate attenzione a non pelare la parte bianca: serve solo la scorza esterna.

Mettete l'acqua dentro una casseruola: unitevi lo zucchero e anche le scorze del limone. Aggiungere le scorze non è in realtà obbligatorio: serve ad ottenere una bagna più profumata, ma se preferite fare prima potete anche non metterle.

Ponete la casseruola sul fuoco e, a fiamma bassa, fate andare gli ingredienti finché non lo zucchero non si sarà perfettamente sciolto nell'acqua formando uno sciroppo.

Una volta spento il fuoco, fate raffreddare lo sciroppo, dopodiché eliminate le scorze del limone e versate il limoncello nello sciroppo: mescolate benissimo con una frusta o un cucchiaio di legno, in modo da ottenere una bagna perfettamente liscia e omogenea.

La vostra bagna per dolci al limoncello è pronta da utilizzare per le preparazioni che preferite!
Accorgimenti
Una volta pronta, la bagna al limoncello può essere conservata per 4-5 giorni in frigorifero: potete quindi prepararla in anticipo, se volete.

Se intendete usare questa bagna su una torta da farcire, vi consigliamo di procurarvi un pennello da cucina per spennellarla in modo uniforme sul disco della torta. Oppure, acquistate una di quelle apposite bottigliette professionali dal tappo forato grazie alle quali potrete spruzzare molto facilmente e in maniera uniforme la bagna sulla torta, irrorandola bene. Se non volete comprarla, potete anche farvi la bottiglietta a casa: sarà sufficiente bucherellare il tappo di una bottiglia di plastica.
Idee e varianti
Per ottenere una bagna al limoncello ancora più profumata, al posto delle scorze di limone potete utilizzare una stecca di vaniglia!

Come sfruttare nel migliore dei modi questa bagna? Le possibilità sono tante: si può usare per rendere più morbide, inumidendole, le torte di pan di Spagna da farcire con creme a base di mascarpone, formaggio fresco e panna (queste creme sono gli abbinamenti migliori con la bagna al limoncello). Oppure per inzuppare dei savoiardi (nel caso vogliate preparare un tiramisù diverso dal solito, ad esempio alla frutta) o ancora per completare dolci al cucchiaio o per preparare dei sontuosi babà.

Seguendo la traccia generale della ricetta della bagna al limoncello ma utilizzando un altro liquore al posto del limoncello, potrete preparare tante altre bagne alcoliche da usare per i vostri dolci! Ad esempio, potete scegliere l'Alchermes (che è molto usato sui dolci), il rum o un liquore alla frutta del gusto che preferite!

Se desiderate una bagna al limoncello più dolce, potete aumentare la quantità di zucchero (seguendo le dosi indicate consigliamo di non superare i 180-200 g di zucchero, altrimenti la bagna verrebbe davvero troppo dolce e lo zucchero coprirebbe il gusto del limoncello!). Viceversa, se volete che sia meno dolce e che si senta maggiormente il limoncello, diminuite un po' la quantità di zucchero.
Bagna al limoncello: perché non provare a farla con il fruttosio?
A chi invece vorrebbe eliminare del tutto lo zucchero bianco raffinato (ovvero il saccarosio) per preparare una bagna più salutare, consigliamo di utilizzare del fruttosio! Oggi è piuttosto facile trovare il fruttosio negli scaffali dei supermercati più grandi e ben forniti.
Si tratta di uno zucchero naturale (quello naturalmente presente nella frutta, per intenderci) dall'indice glicemico molto basso, per cui può essere una buona idea impiegarlo in alcune ricette dolci, per limitare il consumo dello zucchero raffinato che invece ha un indice glicemico più alto.
Senza contare che il fruttosio ha un potere dolcificante maggiore rispetto allo zucchero bianco: per sostituire i 100 g di zucchero indicati nella nostra ricetta dovrete utilizzare 80 g di fruttosio.
Se decidete di preparare la vostra bagna al limoncello con il fruttosio, sappiate che questo dolcificante ha anche un'altra caratteristica interessante: ha un sapore che viene recepito molto rapidamente al palato e in maniera più intensa rispetto allo zucchero bianco classico. E altrettanto rapidamente il suo gusto dolce scompare, una volta recepito dalle papille gustative. Per cui si riesce ad avvertire subito il sapore dell'ingrediente principale della preparazione (nel nostro caso, il limoncello!) e questo è senza dubbio un aspetto positivo: il dolcificante non va affatto a coprire il gusto dell'ingrediente principale. Anzi, lo esalta perché lo fa sentire subito!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?