Fiori di zucca in pastella

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 60 minuti
Introduzione
I fiori di zucca in pastella si prestano per molte occasioni, con il loro gusto delicato e sfizioso, particolare per ogni palato, possono essere serviti come antipasto o come aperitivo, ma anche come dolce se coperti di zucchero.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Pulite e lavate i fiori di zucca, sistemateli su un panno e lasciateli asciugare.
Prendete una terrina, versate al suo interno l’uovo, lo zucchero, il latte ed il lievito e mescolate sino ad ottenere un composto senza grumi. Aggiungete la farina per rendere più corposa la pastella e mescolate con la frusta fino a quando il composto avrà un aspetto omogeneo e uniforme.
Immergete un fiore alla volta nella pastella, assicurandovi che ogni parte del fiore sia ricoperta.
In una pentola versate l’olio extra vergine di oliva e scaldatelo a fuoco medio; dopo circa 5-8 minuti immergete due o tre fiori alla volta nell’olio, così da friggerli. Girateli una o due volte al fine di colorire tutti i lati.
Preparate un vassoio ricoperto di carta assorbente, dove, una volta cotti, adagerete i fiori di zucca affinché l’olio in eccesso sia assorbito.
Una volta preparati tutti i fiori di zucca, disponeteli su un piatto da portata e se li desiderate salati, spolverateli con un pizzico di sale; se, invece, li desiderate dolci, cospargeteli con lo zucchero.
Accorgimenti
I fiori di zucca devono essere freschi e ben tenuti, non utilizzate quelli un po’ vecchi o mangiati dagli insetti.
Idee e varianti
Potete utilizzare sia i fiori di zucca sia i fiori di zucchina.
Nella pastella potete aggiungere l’uvetta, che renderà ancora più particolare il gusto dei fiori di zucca in pastella.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?