Filetto di manzo al forno

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Note: + 30 minuti per il riposo dei filetti fuori dal frigorifero
Tenero, gustoso e con pochi grassi, il filetto è la parte migliore del manzo: quando al ristorante si ha voglia di un ottimo piatto di carne, ordinando il filetto si è praticamente certi di non sbagliare.
Ma per gustarsi un buon filetto non è necessario andare sempre a mangiare fuori! Naturalmente si può preparare anche a casa: per ottenere un risultato perfetto, però, una materia prima pregiata come il filetto va trattata e cotta come si deve.
Nella ricetta che segue vi spiegheremo come si prepara un ottimo filetto di manzo al forno. Sono necessari due passaggi: prima si rosola il filetto in padella per sigillarne i succhi interni e solo dopo lo si può mettere in forno per iniziare la cottura vera e propria.
Ma vediamo bene nel dettaglio come come cucinare un filetto di manzo al forno degno dei migliori ristoranti!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Prima di cuocere il filetto di manzo al forno, è importante ricordarsi di lasciare la carne a temperatura ambiente come minimo per mezz'ora: aiuterà a renderla più morbida e ne favorirà una cottura migliore.

In attesa che passi il tempo del riposo fuori dal frigorifero, potete eventualmente eliminare dai filetti delle parti di grasso che non volete tenere o delle nervature, se sono presenti.

Arrivato il momento della cottura, tamponate i filetti con della carta da cucina, dopodiché accendete il forno per farlo riscaldare.

Prendete una buona padella antiaderente e procedete con il primo passaggio della ricetta: la rosolatura del filetto. Oliate la padella e scaldatela molto bene: a questo punto adagiatevi i filetti e fateli rosolare accuratamente su ogni lato (esternamente dovrà formarsi una crosticina uniforme).

Una volta spento il fuoco, togliete i filetti dalla padella: conditeli con sale, pepe e un po' di rosmarino a piacere. Trasferiteli quindi in una teglia da forno.
Infornate la teglia (il forno dovrebbe ormai essere arrivato a temperatura) e cuocete i vostri filetti a 180°C, per circa 10 minuti al massimo.
Il tempo di cottura del filetto di manzo al forno varia a seconda di come vi piace mangiare la carne: se la volete al sangue, calcolate 5 minuti al massimo; se vi piace mediamente cotto allora serviranno 7 minuti; se invece gradite un filetto ben cotto occorreranno 10 minuti.
Considerate inoltre che questi tempi di cottura possono leggermente variare a seconda delle caratteristiche e della potenza del vostro forno: la cosa migliore sarebbe usare un termometro da cucina grazie al quale potrete sapere qual è la temperatura al cuore del filetto. Per avere un filetto al sangue, la temperatura dev'essere di 45-46°C. Raggiunti più o meno i 52 gradi, significa che il filetto è mediamente cotto. Invece un filetto ben cotto può arrivare anche ad una temperatura interna di 60°C.

Una volta raggiunto il grado di cottura desiderato, servite subito il vostro filetto di manzo al forno, accompagnandolo con il contorno che preferite.
Accorgimenti
Il passaggio della rosolatura in padella non va omesso, perché è grazie ad esso che la carne si manterrà bella morbida e succosa all'interno: se lo saltate mettendo subito filetto di manzo nel forno, la carne verrà più secca e più dura. In poche parole rovinerete il piatto!
Idee e varianti
Per completare la ricetta del filetto di manzo al forno, serve ovviamente un buon contorno. Se volete stare su qualcosa di classico, preparate delle patate: potete farle fritte oppure, se preferite, cuocerle al forno con il filetto di manzo. In questo caso considerate che i tempi di cottura dei due alimenti sono diversi: le patate, se vengono tagliate a pezzetti abbastanza piccoli (ad esempio a spicchi piuttosto sottili o a quadrotti), necessitano di circa una ventina di minuti di cottura.
Prima quindi mettete a cuocere le patate (dopo averle condite con olio, sale e rosmarino) e infornate i filetti (dopo averli rosolati in padella) solo in un secondo momento: più o meno a metà cottura se li volete ben cotti, a circa 7 minuti dal termine se li preferite mediamente cotti e a circa 5 minuti dalla fine se li volete al sangue.
Se preferite un contorno più leggero, allora potete cuocere alla griglia delle verdure miste (zucchine, melanzane, peperoni): stanno molto bene con il filetto di manzo al forno. In alternativa, optate per una semplice insalata mista!

Il filetto di manzo al forno è già buono così, ma per renderlo ancora più succulento perché non cuocerlo in versione lardellata? In pratica il filetto viene avvolto in fette di lardo e quindi messo in forno: durante la cottura il lardo rilascerà i suoi grassi rendendo la carne ancora più morbida e anche più profumata e gustosa.
Per questa golosa ricetta vi serviranno quindi 150-200 g di lardo a fette: usatele per ricoprire i filetti di manzo, dopo averli conditi con poco sale, un po' di pepe e del rosmarino. Infornate i filetti e fateli cuocere tenendo presente i tempi che abbiamo visto sopra, a seconda di come preferite la carne.
Una volta ultimata la cottura, il vostro filetto di manzo lardellato al forno è pronto da servire!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?