Busiate alla trapanese

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 50 minuti
Note: + 1 ora per il riposo dell'impasto delle busiate
Le busiate alla trapanese sono un piatto povero siciliano molto antico: si tratta di un primo di pasta (le busiate infatti sono una pasta fresca siciliana dalla tipica forma lunga e attorcigliata) condito con una salsa cruda a base di aglio, mandorle, basilico e pomodori.
Con ogni probabilità questo piatto nacque prendendo spunto dalla ricetta della salsa agliata ligure, visto che in passato nel porto della città di Trapani erano solite fermarsi le navi commerciali di Genova che provenivano dai paesi orientali. La ricetta classica dell'agliata venne modificata dai trapanesi privilegiando gli ingredienti tipici del territorio, ovvero aggiungendo le mandorle, i pomodori e il pecorino siciliano: il risultato è un pesto molto ricco e gustoso che si sposa alla perfezione con un formato di pasta come le busiate.
Ecco a voi la semplice, ma deliziosa ricetta delle busiate alla trapanese!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per gustare un ottimo piatto di busiate alla trapanese, potete anche preparare le busiate in casa, se avete tempo: l'impasto è molto semplice.
Dovete soltanto lavorare la farina di semola, dopo averla disposta a fontana, con un cucchiaio di olio extravergine d'oliva e 200 ml circa di acqua nella quale avrete prima fatto sciogliere un cucchiaino di sale. L'acqua non va versata tutta insieme, ma poco alla volta: così avrete modo di raccogliere piano piano tutta la farina, ottenendo un panetto dalla giusta consistenza (non dev'essere appiccicoso, ma morbido ed elastico). Fatelo quindi riposare per un'ora, dopo averlo coperto con uno strofinaccio.

Quando il tempo del riposo sarà trascorso, preparate il pesto che userete per condire le busiate alla trapanese. Come prima cosa mettete a sbollentare i pomodori per pochi minuti, dopodiché pelateli ed eliminate i semini. A questo punto tritate finemente la polpa di pomodoro (oppure pestatela in un mortaio). Tenetela da parte in una terrina.

Lavate le foglie di basilico, asciugatele e mettetele dentro un mortaio insieme agli spicchi d'aglio sbucciati, le mandorle, un po' di sale e un filo d'olio extravergine d'oliva. Iniziate a schiacciare e pestare gli ingredienti ruotando il pestello, versando poco alla volta dell'altro olio, quanto basta per ottenere una poltiglia dalla consistenza cremosa.
A questo punto trasferite il pesto dentro una terrina: unitevi il Pecorino grattugiato e la polpa dei pomodori e mescolate bene, aggiungendo se necessario ancora un po' d'olio e regolando di sale e pepe.

Tenete quindi da parte il pesto ottenuto e preparate le busiate. Per formare ciascuna busiata dovete procedere in questo modo: arrotolate un pezzetto di impasto fino ad ottenere una strisciolina lunga più o meno 10 centimetri, che andrete quindi ad attorcigliare lungo un ferro da calza (o uno spiedino di legno lungo). Sfilate quindi il ferro ed ecco pronta la busiata con la sua tipica forma attorcigliata!

Una volta pronte tutte le busiate, lessatele in abbondante acqua bollente salata: scolatele leggermente al dente.
Ora non vi resta che condire le busiate con il pesto alla trapanese: mescolate accuratamente e il vostro piatto è pronto da servire!
Accorgimenti
I pomodori migliori da usare per preparare il condimento delle busiate alla trapanese sono quelli da salsa: devono essere ben maturi.

La ricetta tradizionale del pesto alla trapanese prevede l'utilizzo del mortaio per pestare i vari ingredienti: usando il mortaio ci vorrà naturalmente più tempo per ottenere un composto cremoso. Se volete fare prima, potete anche impiegare il frullatore, ma il risultato non sarà lo stesso!

Inoltre, sempre per preparare le busiate alla trapanese con la ricetta originale, bisognerebbe scegliere come ingredienti l'aglio rosso di Nubia (frazione di Trapani), il pecorino siciliano DOP e un olio extravergine d'oliva dal gusto intenso (come quello DOP delle Valli Trapanesi).
Idee e varianti
Le busiate alla trapanese sono ottime e molto gustose se preparate seguendo alla lettera la ricetta classica, ma nonostante questo in Sicilia è piuttosto frequente arricchire la preparazione di base in tanti modi.
Ad esempio, unendo delle melanzane fritte, per dare ancora più sapore al piatto! Per fare le busiate alla trapanese con melanzane dovete soltanto aggiungere un passaggio: tagliare a cubetti (non troppo piccoli) una melanzana viola e friggerli in abbondante olio (per una ricetta più light, potete grigliare la melanzana invece di friggerla). Condite quindi la pasta sia con il pesto alla trapanese che con i dadini di melanzana, mescolando bene.

Un'altra variante da provare sono le busiate alla trapanese con pesce spada: in questo caso non dovrete fare altro che tagliare a pezzetti un trancio di pesce spada di circa 450 g, per poi cuocerlo in padella con uno spicchio d'aglio finemente tritato e un po' di peperoncino (se vi piace che il piatto venga leggermente piccante). Dopo averlo fatto rosolare e colorire bene, potete usarlo per condire le busiate, unendo nel contempo anche il pesto alla trapanese: saltate bene il tutto e servite!
Al posto del pesce spada si può usare un trancio di tonno fresco, seguendo lo stesso procedimento.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?