Branzino all’acqua pazza

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 40 minuti
5.0 2
Introduzione
Quando ci si vuole mantenere leggeri senza rinunciare al gusto, talvolta non si sa proprio cosa mangiare. La nostra ricetta del branzino all’acqua pazza vi consentirà di soddisfare il palato, pur con un occhio di riguardo alla linea!
Il branzino all’acqua pazza è un gustoso secondo piatto di pesce, molto leggero e facile da preparare. La spigola all acqua pazza è un piatto ottimo da preparare sia per una cena che per un pranzo veloce, perfetto anche per tutta la famiglia e per le occasioni speciali.
Il branzino, comunemente noto come spigola, è un pesce osseo marino e d'acqua salmastra della famiglia Moronidae. Il nome branzino deriva con molta probabilità dal veneto frongina caghina, o da branchie, ossia il pesce dalle branchie in vista. Invece, il nome spigola deriva da "spiga" e si riferisce alle punte dei raggi delle pinne dorsali.
La spigola, o branzino, è un tipo di pesce molto diffuso nell'Atlantico nordorientale temperato e subtropicale dalla Norvegia al Senegal, nel mar Mediterraneo, dove è comune, e nel mar Nero. Si tratta, inoltre, di una specie costiera che popola ambienti di ogni tipo nei pressi della riva, sia con fondali duri che sabbiosi.
Come sappiamo bene, il branzino è un pesce molto apprezzato in cucina per le carni sode, gustose e povere di lische. Viene spesso preparato cotto grigliato, ma anche cotto al cartoccio, al sale o in court bouillon. Può essere anche servito accompagnato da salse varie. Il branzino pescato in acque pulite viene anche utilizzato per la preparazione del carpaccio crudo con cui si esalta la delicatezza delle sue carni. Ma la ricetta del branzino all’acqua pazza, inventata dai pescatori delle isole campane, è una delle preparazioni più semplici e gustose di questo tipo di pesce.
Per la ricetta per spigola all acqua pazza è necessario preparare il sughetto, o “acqua pazza” realizzato semplicemente con olio extravergine di oliva, pomodori, aglio e prezzemolo saltati.
La ricetta del filetto di branzino all acqua pazza è un tipo di preparazione molto popolare nelle Regioni del meridione.
Sono poi nate tantissime versioni differenti dei filetti di branzino all acqua pazza utilizzando il pesce spada, tipico della regione siciliana, ma anche l’orata o il merluzzo.
La ricetta della spigola all acqua pazza è una delle più amate d’Italia ed è famosa per la semplicità degli ingredienti di base, ma si presta benissimo anche a tantissime personalizzazioni.
La spigola all acqua pazza è perfetta per tutte le stagioni, ma è un piatto irresistibile soprattutto durante il periodo estivo e primaverile.
Il consiglio è quello di utilizzare del pesce fresco e di alta qualità in modo da ottenere un sapore davvero intenso e che ne risalti tutte le qualità e le proprietà.
Questa ricetta della spigola all acqua pazza è molto apprezzata sia dai più grandi che dai bambini proprio per il suo sapore leggero che ci ricorda il mare e le splendide estati.
Possiamo gustare il branzino all'acqua pazza anche da freddo, soprattutto durante l’estate. Ma adesso vediamo quali sono tutti gli ingredienti necessari, i passaggi da seguire e i consigli per preparare un ottimo filetto di branzino all acqua pazza per tutta la famiglia.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per iniziare la preparazione del filetto di branzino all’acqua pazza sciacquate velocemente i branzini sotto l’acqua corrente e metteteli in una padella capiente.
Preparate un trito con l’aglio e il rosmarino e cospargetelo sopra i pesci.

Lavate i pomodori sotto l’acqua corrente, eliminate i piccioli e tagliateli a dadini, dopodiché versateli in padella.
Versate un filo d’olio, il vino e salate.

A questo punto accendete il fornello e fate cuocere i branzini a fiamma bassissima per 10 minuti, dopodiché versate l’acqua e proseguite la cottura per ulteriori 15 minuti.
Una volta pronti, spegnete il fornello e trasferite i branzini su un piatto da portata.
Irrorateli con il sughetto di cottura e serviteli in tavola.
Accorgimenti
Acquistate i branzini già puliti dal vostro pescivendolo di fiducia, in modo da facilitarvi e velocizzarvi il lavoro.
Possiamo conservare il branzino all'acqua pazza, chiuso in un contenitore ermetico e posto in frigorifero, per un massimo di due giorni.
Idee e varianti
Potete aggiungere un pizzico di peperoncino al sughetto, per un aroma ancora più saporito!
La ricetta del branzino all’acqua pazza possiamo utilizzarla anche per preparare una gustosa orata all acqua pazza in padella seguendo gli stessi procedimenti. Se acquistiamo l’orata fresca dobbiamo prima di tutto occuparci della pulizia, se non se n’è occupato il nostro pescivendolo di fiducia. Quindi squamiamo ed eliminiamo le pinne laterali, dorsali e ventrali dell'orata. Quindi pratichiamo un taglio sulla pancia per eviscerare il pesce. Procediamo sciacquando l’orata sotto l’acqua fresca corrente e ci assicuriamo di averlo pulito bene anche dentro. Mettiamo nella pancia un pizzico di sale , uno spicchio di aglio e un paio di foglioline di prezzemolo. Il resto della preparazione della ricetta, invece, è la stessa di quella che abbiamo visto di sopra.
Commenti
2 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 21/08/2017 alle 12:18
Ciao Roberto!! :-)
Hai fatto benissimo!!
Alla prossima ricetta! :-D
Inviato da roberto il 13/08/2017 alle 06:44
Aggiungo anche delle olive di Gaeta

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?