Crema pasticcera al pistacchio

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 15 minuti
Note: +2 ore di riposo in frigo
La crema pasticcera al pistacchio è una golosa preparazione base ideale per farcire torte lievitate, pasticcini e crostate. Preparata in pochissimi minuti, la crema pasticcera al pistacchio, ricetta semplice e veloce dal successo assicurato, sarà una preparazione perfetta anche per uno sfizioso dessert al cucchiaio, da decorare a piacere, e che di certo conquisterà i palati di ogni ospite con il suo sapore delicato e la consistenza vellutata. Se poi riuscite a reperirli, noi vi consigliamo di preparare la crema pasticcera al pistacchio di Bronte, perché di certo il loro sapore caratteristico renderà la crema davvero insuperabile.

Dunque allacciamo i grembiuli e mettiamoci ai fornelli: oggi vediamo insieme come fare la crema pasticcera al pistacchio!

Ingredienti

•500 ml di latte• Latte •150 g di zucchero• Zucchero •100 g di farina di pistacchio• Farina di pistacchio •50 g di farina 00• Farina di grano tenero 00 •3 tuorli• Tuorli
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la crema pasticcera al pistacchio, per prima cosa versate il latte in un pentolino e fatelo riscaldare sul fuoco fino a sfiorare il bollore.

Nel frattempo in una ciotolina unite i tuorli, lo zucchero, la farina di pistacchi e la farina 00 e mescolate bene con una frusta a mano per ottenere una crema densa e priva di grumi.

Non appena il latte sarà ben caldo, versatelo a filo sul composto di uova e pistacchi e mescolate bene sempre con la frusta, per miscelare i due composti, dopodiché versate nuovamente il tutto dentro al pentolino e riportate sul fuoco. Fate addensare la crema per 5-7 minuti e quando sarà pronta, trasferitela in una ciotola di vetro e copritela con pellicola alimentare a contatto, facendola poi intiepidire a temperatura ambiente. Infine fate riposare la crema per almeno 2 ore in frigo.
A questo punto la vostra crema pasticcera al pistacchio sarà pronta per essere utilizzata in tantissime ricette!
Accorgimenti
La crema pasticcera al pistacchio sarà pronta quando avrà raggiunto la giusta densità. Per farlo dovrete valutare il momento in cui la crema “velerà il cucchiaio” senza scivolare via. A quel punto potrete spegnere il fuoco e versarla nella ciotola. Anche se vi sembra ancora liquida, non temete, raffreddandosi si addenserà ulteriormente.

Dopo il riposo in frigo, la crema pasticcera al pistacchio sembrerà molto gelatinosa e compatta, ma per farle recuperare la sua consistenza soffice e vellutata, vi basterà mescolarla velocemente con una frusta a mano e sarà pronta per essere trasferita nella sac à poche.

La crema pasticcera al pistacchio completamente fredda, potrà essere conservata in frigo, all'interno di una ciotola di vetro e ben coperta con pellicola alimentare a contatto per evitare che si secchi, per massimo 2 giorni. In alternativa la crema pasticcera può essere riposta in freezer, all'interno di un contenitore ermetico, per essere conservata fino a 2 mesi dalla preparazione. Quando vorrete utilizzarla, vi basterà lasciarla scongelare per una notte in frigo e poi mescolarla per un minuto con un frusta a mano per farla tornare vellutata.
Idee e varianti
In questa ricetta della crema pasticcera al pistacchio abbiamo utilizzato la farina 00, ma se preferite che la ricetta sia priva di glutine, potrete sostituirla con pari dose di amido di mais. Nel caso in cui non trovaste la farina di pistacchi, potrete utilizzare anche dei pistacchi non tostati e salati, da tritare finemente con un mixer. Questa è una crema pasticcera al pistacchio senza pasta di pistacchio, ma se preferite o ne avete in dispensa, potrete utilizzare quella al posto della farina di pistacchi.

Se amate il sapore della vaniglia nelle creme, vi consigliamo di unire al latte da scaldare anche una bacca di vaniglia, insieme ai suoi semi e alla polpa interna. Quando il latte avrà sfiorato il bollore, potrete filtrarlo all'interno di un colino a maglie strette prima di unirlo al composto di uova e pistacchi. In alternativa andrà benissimo anche un cucchiaino di estratto di vaniglia.

Se invece la crema non sarà servita anche a dei bambini e a voi non dispiace una nota liquorosa nei dolci, potrete aggiungere al latte da scaldare anche un bicchierino di Brandy, Rum o Marsala. Ma non temete, la nota alcolica non sarà persistente, perché durante la cottura l'alcool evaporerà del tutto, lasciando solo una gradevole nota aromatica nella crema pasticcera.

Inoltre la crema pasticcera al pistacchio può trasformarsi anche in un delizioso dolce al cucchiaio, vi basterà lasciarla addensare qualche minuto in più sul fuoco, poi farla raffreddare completamente come visto, mescolarla e trasferirla all'interno di una sac à poche per riempire dei bicchierini o delle ciotoline. In questo caso potrete decorare la crema con granella di pistacchi, gocce di cioccolato oppure una manciata di cocco rapè e servirla insieme a qualche sfizioso biscottino.

In alternativa potrete anche preparare una crema pasticcera al pistacchio senza uova. In questo caso unite gli ingredienti secchi (zucchero, farina di pistacchi e farina 00 o amido di mais) all'interno di una ciotola, poi versate a filo il latte a temperatura ambiente, mescolando per evitare grumi e infine portate tutto sul fuoco e fate addensare la crema a fuoco dolce. Una volta pronta e densa, versatela all'interno di una ciotola di vetro e fatela raffreddare sempre coperta da pellicola alimentare a contatto. Se poi necessitate di rendere la ricetta, vegana, vi basterà semplicemente sostituire il latte vaccino con un latte vegetale a vostra scelta.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?