Marmellata di limoni senza buccia

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 10 persone
Tempo: 60 minuti
Note: + 12 ore di riposo in acqua dei limoni
La marmellata di limoni senza buccia è una conserva casalinga facile e saporita con cui conservare tutto il sapore e il profumo dei limoni per la stagione invernale. Per ottenere una marmellata agrumata molto dolce e perfetta anche per i bambini, abbiamo deciso di utilizzare solo la polpa del frutto visto che la buccia del limone è amara. In questo modo conserverete solo la nota aromatica e gradevolmente aspra del frutto senza aggiungere gli oli essenziali della scorza. Come vedremo la ricetta della marmellata di limoni senza buccia è davvero molto semplice e necessita di pochissimi ingredienti, dunque è importante che questi siano di buona qualità, soprattutto in riferimento ai limoni che possibilmente dovranno essere biologici. Perfetta da spalmare su una fetta di pane bruscato a colazione, questa golosa marmellata di limone senza scorza sarà ideale anche per farcire crostate, biscotti, piccola pasticceria o torte lievitate con il suo aromatico tocco agrumato. Dunque non perdiamo altro tempo e allacciamo i grembiuli: oggi vediamo insieme come preparare questa profumata marmellata di limoni senza scorza!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la marmellata di limoni senza buccia per prima cosa lavate accuratamente i limoni sotto un getto di acqua fredda, poi tagliateli a spicchi con la buccia e lasciateli in ammollo in una ciotola di acqua fresca per almeno 12 ore. Passato questo tempo procedete a rimuovere la buccia da ogni spicchio di limone, utilizzando un coltello a lama liscia e avendo l'accortezza di eliminare anche tutta la parte bianca e spugnosa della buccia, che risulta piuttosto amara.

Eliminate anche i semi da ogni spicchio, tagliate la polpa dei limoni a pezzetti e trasferitela in un pentolino. A questo punto aggiungete anche l'acqua e lo zucchero e fate sobbollire fino a quando la confettura avrà raggiunto la consistenza desiderata (serviranno circa 45 minuti).

Spegnete la fiamma e versate dunque la marmellata all'interno dei vasetti di vetro sterilizzati, poi chiudeteli subito con un tappo nuovo e capovolgeteli a testa in giù su un canovaccio pulito, facendoli raffreddare completamente in questa posizione. Questo passaggio servirà a creare il sottovuoto nei vasetti e quando i barattoli risulteranno del tutto freddi, potrete riporli in dispensa. La vostra marmellata di limoni senza buccia è pronta per essere gustata!
Accorgimenti
Noi abbiamo deciso di lasciare la nostra marmellata di limoni senza buccia a pezzetti, ma se preferite, prima di distribuirla nei vasetti, potrete frullarla con un minipimer a immersione, per renderla più liscia.

I vasetti per la conservazione di marmellate, confetture o conserve devono essere preventivamente sterilizzati per evitare eventuali contaminazioni batteriche che rovinerebbero la preparazione. Per farlo sarà sufficiente immergere i vasetti di vetro e i tappi nuovi in acqua bollente per una ventina di minuti, dopo di ché lasciateli sgocciolare su un panno di cotone pulito.

Per assicurarvi che la marmellata sia effettivamente pronta ci sono due metodi. Il primo prevede di utilizzare un termometro da cucina, dunque dopo il tempo di cottura, valutate che la marmellata abbia raggiunto i 116°C e procedete a metterla nei vasetti. In alternativa un metodo casalingo prevede di fare la “prova del piattino”: tenente un piattino in freezer per una decina di minuti, poi versate un cucchiaino di marmellata al centro del piattino e inclinatelo, se la marmellata risulterà molto densa, allora sarà pronta, se al contrario scivolerà via, si dovrà proseguire ulteriormente la cottura perché non ha ancora gelificato.

La marmellata di limoni senza buccia si conserva in dispensa, lontano da fonti di luce e di calore diretto, fino a 6 mesi dalla preparazione. A questo proposito vi consigliamo sempre di indicare la data di confezionamento quando avrete finito di prepararla. Una volta aperta, invece, andrà conservata in frigo e consumata entro 1 settimana.
Idee e varianti
A piacere potrete aromatizzare la marmellata di limoni senza buccia aggiungendo anche una bacca di vaniglia a cui avrete prelevato i semi e la polpa oppure con qualche fogliolina di menta, meglio se riposte all'interno di un sacchetto di garza per rimuoverle poi con facilità prima di versare la marmellata nei vasetti. Un altro ottimo abbinamento è aggiungere un pezzetto di radice di zenzero, che oltre ad attribuire le sue proprietà alla preparazione, le regalerà anche un sapore più pungente. Se poi apprezzate i sapori speziati, potrete aggiungere in cottura anche una stecca di cannella, dell'anice stellato o qualche chiodo di garofano, da rimuovere sempre prima di chiudere la marmellata nei vasetti.

Invece, se amate un tocco liquoroso nelle marmellate, vi consigliamo di aggiungere aggiungere in pentola anche un bicchierino di Brandy, Rum o Marsala. Cuocendo la parte alcolica evaporerà, lasciando solo una piacevole nota aromatica nella marmellata.

In alternativa potrete anche preparare una saporita marmellata di limoni e arance senza buccia. In questo caso le dosi rimangono invariate, ma dovrete dividere la dose di frutta tra arance e limoni (dunque utilizzate 500 g di polpa di limoni e 500 g di polpa di arance). Le fasi di preparazione saranno le medesime, così come le accortezze e otterrete una marmellata di agrumi dolce e molto profumata.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?