Agnello brasato

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 75 minuti
Introduzione
La cottura del brasato, lenta e a fuoco dolce, rende la carne di agnello così morbida che si scioglie in bocca. Anche l’agnello si presta a questo tipo di preparazione, indicata per il pranzo di Pasqua.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Infarinate i cosciotti di agnello e i pezzi di polpa. Fate soffriggere burro e olio in un tegame capiente e adagiate la carne. Rosolatela da entrambi i lati fino a che avrà preso colore.

Intanto sbucciate la cipolla, pelate ed eliminate l’estremità delle carote e sciacquatele insieme ai gambi di sedano. Sminuzzateli grossolanamente con la mezzaluna.
Versate i tocchetti di verdure nella padella con uno spicchio di aglio sbucciato ma intero, un paio di foglie di salvia e un rametto di rosmarino. Salate, coprite con il vino, abbassate la fiamma, mettete il coperchio e fate cuocere per almeno un’ora, mescolando di tanto in tanto.

Servite caldo.
Accorgimenti
Aggiungete un goccio di acqua se vedete che il fondo di cottura si sta asciugando troppo.
Idee e varianti
Al posto del Barolo potete scegliere anche un vino meno corposo, ma sempre rosso.
Servite l’agnello con patate al forno o con i crauti. Potete anche cuocerlo insieme a dei funghi champignon.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?