Spezzatino di vitello con polenta

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 130 minuti
Quando si ha voglia di gustarsi un bel secondo sostanzioso a base di carne, spesso la scelta ricade sullo spezzatino: è un classico che non delude mai. Se poi lo si completa con la polenta - come spesso si usa fare, soprattutto nelle regioni del Nord - ancora meglio: si ottiene un piatto unico che sazia subito!
Lo spezzatino di vitello con polenta quindi è perfetto da servire per un bel pranzo in famiglia durante una giornata d'inverno, magari un po' triste e grigia: porta subito allegria in tavola, è nutriente e, come abbiamo detto prima, ha un alto potere saziante.
Inoltre non potrebbe esserci un abbinamento migliore fra la soffice, delicata e calda consistenza della polenta e quella più corposa, gustosa e consistente dei tocchetti di carne: nella seguente ricetta abbiamo deciso di preparare lo spezzatino con il sugo, per rendere l'insieme ancora più stuzzicante, cremoso e avvolgente!
Allora scopriamo subito come preparare lo spezzatino di vitello con la polenta seguendo tutti gli step necessari per ottenere un piatto perfetto.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per fare lo spezzatino di vitello con polenta iniziate tagliando a bocconcini il pezzo di carne che avete acquistato (fatevi consigliare dal macellaio un taglio che vada bene per lo spezzatino).

A questo punto, dovete infarinare i pezzetti di carne: questo passaggio serve ad ottenere un sughetto più denso e cremoso. Mettete quindi qualche cucchiaio di farina 00 su un piatto e passatevi i bocconcini di vitello, ricoprendoli con un velo leggero e uniforme (se dovesse attaccarsi troppa farina, scuotete un po' ogni bocconcino di carne, così da far cadere la farina in eccesso).

Ora che la carne è pronta, prima di metterla a cuocere stufate la cipolla nel tegame in cui cuocerete lo spezzatino: sbucciatela, tagliatela a fette sottili (oppure tritatela grossolanamente) e mettetela nel tegame insieme a qualche cucchiaio di olio. Fatela sfaldare a fuoco dolce, dopodiché unite i bocconcini di vitello infarinati. Alzate la fiamma e rosolateli mescolandoli bene nella cipolla stufata: dopo qualche minuto di rosolatura, bagnateli con il vino rosso ed aspettate che evapori l'alcol.

Adesso unite la passata di pomodoro: aggiungete un pizzico di sale e un mestolo abbondante di brodo, mescolate e portate a cottura il vostro spezzatino. Il tempo necessario per ottenere un buon spezzatino è di circa un'ora e mezza: durante questo lasso di tempo occorre tenere sempre d'occhio la carne, per vedere se si sta restringendo eccessivamente. In tal caso, dovete unire qualche mestolo di brodo ben caldo. Alla fine aggiustate di sale e pepe.

Quando mancherà poco al termine della cottura dello spezzatino, iniziate a predisporre l'occorrente per la polenta: versate dell'acqua (leggete sulla confezione qual è la giusta quantità di acqua da unire) in una pentola e portatela ad ebollizione. Una volta che arriva a bollore, salatela e aggiungete anche un cucchiaio di olio extravergine d'oliva: mettete quindi la farina di mais nell'acqua, versandola piano piano a pioggia e mescolando in continuazione.
Cuocete la polenta per il tempo riportato sulla confezione (se non è una polenta precotta ci vorranno circa 35-40 minuti), mescolandola per evitare che si formino grumi. Per questo motivo è bene fare la polenta quando lo spezzatino è già pronto: bisogna controllarla e girarla molto spesso, praticamente in continuazione!

Una volta pronta anche la polenta, il vostro spezzatino di vitello al sugo con polenta sarà pronto da servire.
Accorgimenti
Se avete poco tempo da passare in cucina, tenete presente qualche piccolo accorgimento che vi aiuterà a velocizzare la ricetta dello spezzatino di vitello con polenta. Anzitutto, al momento dell'acquisto fatevi tagliare la carne già a bocconcini che vadano bene per lo spezzatino, così non dovrete occuparvene voi a casa. In secondo luogo, se avete una pentola a pressione, usatela!! Dal momento in cui la chiudete ed inizia a fuoriuscire il vapore dalla valvola, sarà sufficiente solo mezz'ora di cottura: c'è una bella differenza!

Per finire, la polenta: anch'essa ha tempi di cottura lunghi, per cui se volete rendere più rapida la preparazione vi converrà comprare quella precotta. In circa un quarto d'ora sarà pronta e quindi in men che non si dica servirete un ottimo spezzatino di vitello con polenta.
Idee e varianti
Se volete, profumate il vostro spezzatino di vitello con polenta con le erbe aromatiche che più gradite (rosmarino, alloro, etc.)

Oltre a quello con il sugo proposto nella nostra ricetta, è ottimo anche lo spezzatino di vitello con polenta in bianco: per prepararlo dovete seguire gli stessi passaggi, ma cuocendo i tocchetti di vitello senza unire la passata di pomodoro. Quando lo spezzatino tende a restringersi troppo, vi basterà unire del brodo ben caldo.

Che decidiate di prepararlo con o senza pomodoro, lo spezzatino di vitello con polenta può essere arricchito con dei funghi: questa è una variante molto classica. Visto che stiamo parlando di un piatto "montanaro", completarlo con dei buoni funghi freschi è proprio l'ideale!
Per 800 g di carne, consigliamo di usare circa 150-200 g di funghi (possibilmente porcini, ma anche un'altra tipologia di fungo può andare bene), che vanno ovviamente puliti per bene (utilizzando una spazzolina e un panno inumidito: è sempre meglio evitare di lavarli direttamente sotto un getto d'acqua) e quindi tagliati a fettine. Uniteli allo spezzatino dopo aver sfumato la carne con il vino e aver aspettato che l'alcol sia evaporato del tutto.
Se volete, potete arricchire ulteriormente il vostro spezzatino di vitello con funghi e polenta aggiungendo anche dei piselli oppure un paio di patate tagliate a dadini!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?