Carciofi e patate

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 45 minuti
5.0 3
Introduzione
Quando si ha voglia di portare in tavola un contorno che sia nello stesso tempo classico, gustoso e sano, carciofi e patate sono una scelta azzeccatissima! Stiamo infatti parlando di uno dei contorni più diffusi in Italia, tant'è vero che le varianti regionali non mancano di certo (come vedremo meglio più avanti).
Patate e carciofi si accompagnano molto bene soprattutto ai piatti di carne, ma non stonano nemmeno insieme a piatti a base di pesce al forno o alla griglia. Insomma, sono un contorno molto versatile e adatto a varie occasioni. Vediamo come si preparano.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare il vostro contorno a base di carciofi e patate iniziate dalla pulizia dei carciofi, che sono più lunghi e impegnativi da pulire rispetto alle patate.

Mondateli togliendo le foglie esterne più dure (fermandovi quando arriverete alle foglie tenere) e l'ultima parte del gambo, quella dura. Pulite quindi la parte del gambo che non avete buttato togliendo eventuali spine e le parti esterne fibrose. Tagliate quindi i carciofi a metà ed eliminate la "barbetta" interna, utilizzando un coltellino oppure un cucchiaino. I gambi vanno tagliati a piccoli tocchetti.

Una volta eliminata anche la barbetta interna, potete tagliare i carciofi in 4 spicchi (li avete già tagliati a metà, per cui sarà sufficiente dividere ancora in due ciascuna metà), sciacquarli con acqua corrente e metterli dentro una terrina, versandovi sopra abbondante acqua fredda, in modo da immergerli completamente. Spremete quindi nell'acqua il succo di mezzo limone: in questo modo i vostri carciofi non anneriranno (visto che questa verdura tende ad ossidarsi con grande facilità al contatto con l'aria), mentre vi dedicate alla pulizia della patate.

Passate appunto alle patate: pelatele e mettetele dentro una pentola riempita d'acqua fredda, per sbollentarle. Portate l'acqua a bollore e, dal momento in cui inizia a bollire, fate cuocere le patate per 5 minuti, dopodiché spegnete il fuoco e scolatele.
A questo punto potete tagliate le patate a dadini di circa 3 centimetri di lato (siate il più precisi possibile perché per una cottura uniforme i cubetti di patate devono avere approssimativamente le stesse dimensioni).

Scolate bene i carciofi dall'acqua in cui li avete lasciati in ammollo e tagliateli a spicchi piuttosto fini (così cuoceranno prima).

Ora sbucciate gli spicchi d'aglio e metteteli ad imbiondire in una padella antiaderente, insieme a qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva: quando avrà preso colore, togliete l'aglio e passate i carciofi e le patate a pezzetti nella padella, mescolandoli in modo che si ungano su ogni lato. Salate a piacere, poi sfumate con il vino bianco. A questo punto aggiungete due bicchieri di acqua e abbassate il fuoco, facendo andare patate e carciofi fino a quando l'acqua non si sarà consumata.
Assaggiate un pezzetto di carciofo e un cubetto di patata: se sono pronti spegnete il fuoco, altrimenti proseguite la cottura ancora per qualche minuto, aggiungendo poca acqua. Nel complesso, avendo tagliato sia i carciofi che le patate a pezzetti piuttosto piccoli, non dovrebbero volerci più di 10-15 minuti di cottura.

Una volta spento il fuoco o poco prima di spegnerlo, aggiungete un po' di prezzemolo tritato: mescolate il tutto e portate in tavola il vostro contorno di carciofi e patate!
Accorgimenti
La sbollentatura delle patate serve ad ammorbidirle, velocizzando i tempi di cottura delle stesse.

Se il gusto dell’aglio non vi disturba, potete lasciare i due spicchi nella padella durante tutta la preparazione, avendo cura di toglierli appena prima di servire il contorno a tavola.
Idee e varianti
Volete arricchire i vostri carciofi e patate? La ricetta può essere completata in vari modi: ad esempio unendo dei funghi champignon tagliati a fette, al momento del passaggio in padella delle verdure.

Ma è soprattutto dalle varianti regionali che si può prendere spunto per modificare un po' la preparazione di questo semplice contorno. La ricetta dei carciofi con patate è infatti diffusa in varie regioni italiane: fra le varianti più meritevoli di essere prese in considerazione, vi segnaliamo quella siciliana e quella romana! Vediamole insieme.
Carciofi e patate: due sfiziose ricette regionali!
Carciofi e patate alla siciliana si preparano con un condimento molto gustoso a base di olive nere, capperi e pomodorini e con una croccante panatura di pangrattato e formaggio grattugiato (ad esempio Pecorino). Prima pulite i carciofi e sbollentate le patate come abbiamo indicato nella ricetta principale. Visto che questa ricetta prevede la cottura in forno e non in padella, consigliamo di sbollentare per 5 minuti anche i carciofi: altrimenti potrebbero seccarsi eccessivamente durante la cottura in forno.
Quindi, dopo aver sbollentato e tagliato a piccoli pezzi entrambe le verdure, conditele con olio, sale e pepe e disponetele dentro una teglia foderata di carta da forno: a questo punto unitevi, spargendoli uniformemente sopra carciofi e patate, 100 g di circa di olive tagliate a rondelle, dei pomodorini (una decina circa) tagliati a metà o in 4 parti e mezzo cucchiaio di capperi dissalati. Adesso coprite il tutto con una semplice panatura preparata mischiando un paio di cucchiai di pangrattato con un paio di cucchiai di Pecorino grattugiato. Bagnate con un filo d'olio e cuocete i carciofi con patate nel forno già caldo a 180°C per circa 30 minuti.

Invece, per preparare un buon piatto di carciofi e patate alla romana vi serviranno dei carciofi romaneschi (o carciofi mammole: si tratta delle varietà dalla forma rotonda e con le foglie senza spine), più un mazzetto di mentuccia (che è l'ingrediente caratteristico di questo piatto), 1 spicchio d'aglio, olio, sale e pepe. Dopo aver pulito i carciofi e averli immersi interi nell'acqua acidulata con succo di limone (non vanno tagliati a spicchi: per questa ricetta servono interi. Per eliminare la barbetta interna sarà sufficiente allargare bene le foglie del carciofo e scavarla con un cucchiaino o con l'apposito scavino), preparate il ripieno mischiando in una ciotola lo spicchio d'aglio tritato insieme alle foglie di mentuccia triturate in modo grossolano. Salate, unite un poco di pepe e mischiate per bene. C'è anche chi aggiunge un po' di Pecorino grattugiato e 1-2 filetti di acciuga finemente tritati, per dare più sapore: regolatevi a seconda dei vostri gusti.
A questo punto farcite i carciofi con buona parte del ripieno (lasciatene da parte un po' per le patate), allargando bene le foglie per inserirlo. Mettete quindi i carciofi così farciti dentro una casseruola e unitevi anche le patate precedentemente sbollentate e tagliate a pezzetti (come da ricetta principale), disponendole fra i carciofi. Salatele, pepatele e cospargetele con il condimento di mentuccia tenuto da parte. Bagnate tutto (anche i carciofi) con un po' d'olio e con poca acqua. Coprite la casseruola con il coperchio e fate andare a fuoco basso per 20-25 minuti circa. Una volta morbidi, i vostri carciofi e patate preparati con la tipica ricetta romana saranno pronti da gustare!
Commenti
4 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 07/02/2017 alle 10:39
Certamente Barbara! A link seguente trovi la ricetta ;-)
www.gustissimo.it/ricette/contorni-verdure/patate-e-carciofi-al-forno.htm
Inviato da Barbara il 06/02/2017 alle 15:29
Mi scusi, siccome a me piacciono le cose croccanti, c'è modo di fare questo piatto al forno? Anche perché viene meno unto.
Grazie mille
Inviato da Gustissimo.it il 10/07/2013 alle 14:31
Grazie Michela! Fa sempre piacere ricevere dei complimenti.
Continua a seguirci :)
Inviato da MICHELA il 03/03/2013 alle 16:55
carciofi dal sapore gustoso,semplici da preparare e le patate insieme ai cariciofi danno un tocco di ... VERO SAPORE

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?