Tiramisù senza caffè

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 1 teglia
Tempo: 30 minuti
Note: + 2 ore per il riposo del dolce in frigorifero
Se c'è un dolce italiano conosciuto e amato, anzi amatissimo in tutto il mondo, quello è proprio il tiramisù. Delicato nella consistenza, forte nel sapore, è impossibile per chiunque resistergli. Per chiunque eccetto che per coloro che non amano particolarmente il caffè.
E allora oggi ci dedichiamo a risolvere questo problema, proponendovi questa ricetta: si tratta di un delizioso tiramisù senza caffè. Sembra impossibile da immaginare, visto che il caffè è l'ingrediente distintivo di questo dessert. Siamo certi che la prima domanda che vi è passata per la testa è "come bagnare il tiramisù senza caffè"? Ma l'ostacolo è facilissimo da aggirare perché ci sono tante alternative al caffè: inoltre vi assicuriamo che la nostra versione saprà rispettare l'essenza del dolce, senza stravolgerlo e senza farvelo rimpiangere.
Si tratta infatti di un delizioso tiramisù senza caffè al cioccolato: i biscotti vengono inzuppati nel latte al cacao e ogni strato di crema viene arricchito da scagliette di cioccolato fondente che danno davvero una marcia in più a questo golosissimo dolce. Perfetto anche per i bambini, il tiramisù senza caffè allieterà le vostre serate in compagnia di amici e parenti: ecco la ricetta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare il tiramisù senza caffè dovete innanzitutto preparare la bagna, perché andrà fatta raffreddare. Versate il latte in un pentolino, aggiungete un paio di cucchiai di cacao amaro in polvere setacciandolo, e ponete su fornello a fuoco basso. Mescolate con una piccola frusta e quando il cacao si sarà completamente sciolto nel latte, spegnete il fornello e lasciate raffreddare.

Nel frattempo potete preparare la crema: lavate e sgusciate le uova, separando in due ciotole diverse i tuorli e gli albumi. Nella ciotola dei tuorli versate lo zucchero e iniziate a montarli con un paio di fruste elettriche fino a quando avrete ottenuto un composto gonfio e spumoso. Poi aggiungete anche il mascarpone, poco per volta, mescolando delicatamente con una spatola.
Quindi passate agli albumi: aggiungete un pizzico di sale e sbatteteli con le fruste elettriche (dopo averle pulite perfettamente) fino a che saranno ben sodi e compatti. Ed infine incorporateli alla crema di mascarpone e tuorli, con movimenti lenti che vanno dal basso verso l'alto, per non farli smontare.
Prendete quindi il cioccolato fondente e riducetelo in scagliette piuttosto fini (potete usare una grattugia).

Ora siete pronti per comporre il vostro tiramisù senza caffè. Versate il latte al cacao in un recipiente abbastanza largo da poterci inzuppare comodamente i savoiardi, girandoli da entrambi i lati (ma senza indugiare troppo) e facendoli sgocciolare. E' importante inzuppare correttamente i biscotti, quindi metteteci il tempo che ci vuole e non andate di fretta. Disponete i savoiardi inzuppati sul fondo di una teglia o pirofila rettangolare, eventualmente spezzandoli per coprire bene tutta la superficie e non lasciare vuoti. Poi distribuiteci sopra un po' di crema di mascarpone, spalmandola in uno strato omogeneo. Sopra la crema spargete un po' di scagliette di cioccolato. Quindi proseguite alternando gli strati di savoiardi, di crema e di cioccolato fino a che li avrete terminati.

Ed infine mettete la teglia in frigorifero per almeno un paio di ore. Tiratela fuori dal frigorifero solo al momento di servire, perché il tiramisù senza caffè va gustato ben freddo: completatelo con una bella spolverata di cacao amaro prima di portarlo in tavola.
Accorgimenti
La ricetta del tiramisù senza caffè necessita di pochi ingredienti, che sono per lo più freschi, quindi capirete che è di grande importanza sceglierli di ottima qualità. Perciò evitate di ripiegare su un mascarpone confezionato (di quelli che si trovano al reparto frigo del supermercato) e acquistatene uno fresco, la differenza è davvero notevole. Dovete avere ancor più attenzione per le uova, anche perché in questa ricetta si usano crude, quindi prendetele freschissime e possibilmente biologiche. E se volete dare alla crema un retrogusto più particolare usate uno zucchero di canna grezzo, donerà un sapore amarognolo che ricorda vagamente il caffè e la liquirizia.

Per quanto riguarda la presentazione del vostro tiramisù senza caffè, se avete una cena formale risulterà molto elegante servire il tiramisù in recipienti monoporzione come piccole cocotte o coppette di vetro che metteranno in risalto la composizione a strati di questo dolce strepitoso.
Idee e varianti
Se volete, potete unire aggiungere al latte (nel quale andrete a sciogliere il cacao in polvere) un po' di zucchero, nella quantità gradita a seconda del grado di dolcezza che preferite.

Il tiramisù è spesso proposto in tanti modi nuovi, più o meno indovinati, e il tiramisù senza caffè non fa eccezione. Una variante davvero squisita è quella al pistacchio, molto bella anche da vedere grazie al colore verde brillante caratteristico di questa frutta secca. La preparazione è praticamente identica alla ricetta originale, dovrete solo sostituire 200 g di mascarpone con la stessa quantità di crema di pistacchio. Li aggiungerete entrambi al composto di tuorli e zucchero, subito prima di incorporare anche gli albumi. Dopo di che procederete a distribuirlo sui vari strati di savoiardi, a cui potrete dare un aroma particolare ed intrigante inzuppandoli in un mix di latte e Baileys. Ed infine lo cospargerete con una spolverata di cacao e un'abbondante manciata di croccante granella di pistacchi: ed ecco pronto da servire il vostro delizioso tiramisù al pistacchio senza caffè!

Un'altra variante molto interessante prevede invece di cambiare i biscotti: al posto di usare i savoiardi (o i pavesini, che sono la classica alternativa) provate con gli amaretti morbidi. Dopo averli inzuppati posateli sul fondo della teglia e schiacciateli un po' per appiattirli bene. Il sapore della mandorla darà uno sprint in più, senza contare che si sposa perfettamente sia con il cacao che con il pistacchio.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?