Bomboloni senza lievitazione

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 18 pezzi
Tempo: 50 minuti
Note: + 30 minuti per il riposo dell'impasto
Preparare a casa un dolce goloso come il bombolone fritto (o krapfen, se si preferisce) dà molta soddisfazione! Ma spesso si evita di farlo per via dei tempi: anche se l'impasto in sé è abbastanza semplice, necessita di una lievitazione piuttosto lunga e per chi va sempre di fretta non è proprio il massimo.
Quindi è sempre necessario comprare i bomboloni in pasticceria o in una panetteria con reparto dolci ben fornito? Nient'affatto! Basta preparare i bomboloni senza lievitazione: in pratica nell'impasto non si mette il lievito di birra (come nella ricetta classica dei krapfen), ma il lievito in polvere per dolci. Basta un riposo di circa mezz'ora in frigorifero, dopodiché si si formano i bomboloni e li si frigge subito!
Semplici e veloci, i bomboloni senza lievitazione non avranno quella consistenza particolarmente soffice che solo una lunga lievitazione può dare, ma sono comunque morbidi e molto buoni.
Ecco a voi la ricetta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per fare i bomboloni senza lievitazione, potete preparare l'impasto utilizzando una planetaria: naturalmente con la planetaria sarà tutto molto più semplice e meno faticoso.
Basterà mettere prima gli ingredienti secchi (farina, lievito e zucchero) nella ciotola dell'impastatrice, mescolandoli quindi con il gancio ad uncino. A questo punto potete aggiungere anche gli altri ingredienti, ovvero il burro tagliato a pezzettini, le uova e il latte: la planetaria impasterà bene il tutto.

Se invece a casa non avete questo utile elettrodomestico, allora dovrete impastare tutto a mano: iniziate disponendo la farina setacciata insieme al lievito in una grande terrina, dopodiché unite anche lo zucchero e mescolate.

Formate una fontana e disponete nel foro centrale i dadini di burro: cominciate ad impastare il burro insieme agli ingredienti secchi, dopodiché versate anche il latte, unite le uova e lavorate per bene il tutto finché non ne ricaverete un impasto dalla consistenza compatta (non deve attaccarsi alle mani: se occorre, potete unire un altro po' di farina) e perfettamente amalgamato. Adesso fate riposare il panetto in frigorifero per 30 minuti, dopo averlo coperto con della pellicola alimentare.

Una volta trascorsa la mezz'ora, passate alla seconda fase della ricetta dei bomboloni senza lievitazione: l'impasto va steso con il mattarello finché non avrete ottenuto uno spessore di mezzo centimetro, più o meno.

Ora potete formare i bomboloni: usando un coppa pasta tondo dal diametro di 5-6 centimetri (oppure un semplice bicchiere della stessa grandezza, se non avete il coppa pasta) ritagliate tanti dischi, metà dei quali andranno completati con un cucchiaino di confettura di albicocche (o di un altro gusto a piacere). Mettetela proprio in mezzo al dischetto di pasta, lasciando liberi i bordi.
Ponete quindi sopra ciascun disco con la confettura un disco senza confettura, sovrapponendolo perfettamente (i bordi dei due dischi devono combaciare) e chiudendo bene il bombolone, premendo un po' i bordi con i polpastrelli.

Una volta formati in questo modo tutti i vostri krapfen, non vi resta che friggerli.
Per farlo vi servono due cose: una padella adatta allo scopo e tanto olio di semi! Dopo aver scaldato benissimo l'olio, immergetevi pochi bomboloni per volta (a seconda delle dimensioni della padella: ovviamente per friggersi bene i bomboloni non devono sovrapporsi, né stare troppo vicini. E in ogni caso anche se usaste una padella molto capiente friggere tanti bomboloni tutti insieme è comunque sconsigliato, perché la temperatura dell'olio si abbasserebbe). Durante la frittura girateli (anche più di una volta), in modo da dorarli bene e farli gonfiare da ambo i lati.

Sollevateli dall'olio di frittura con una schiumarola e fateli asciugare su alcuni fogli di carta assorbente disposti su un vassoio. Ed ecco pronti da gustare i bomboloni senza lievitazione!!
Accorgimenti
Per riuscire a lavorare bene l'impasto dei vostri bomboloni senza lievitazione, ricordate che il burro dev'essere morbido nel momento in cui lo unite agli altri ingredienti: prima di usarlo, quindi, tiratelo fuori dal frigorifero giusto per il tempo necessario a farlo ammorbidire (non dev'essere eccessivamente molle, nè tantomeno sciolto).
Idee e varianti
Se volete, agli ingredienti dei bomboloni senza lievitazione che abbiamo elencato sopra potete aggiungerne un altro: del rum di buona qualità (ne basta poco, un mezzo bicchierino)!! In questo modo l'impasto dei vostri bomboloni avrà un'inebriante nota di profumo in più. Unitelo quando aggiungete gli ingredienti liquidi, ovvero insieme al latte e alle uova.

Per quanto riguarda la farcitura, per i nostri bomboloni senza lievitazione abbiamo optato per la confettura: se preferite, però, potete farcirli con la crema pasticcera o con la Nutella. Inoltre, per la guarnizione finale, potete spolverizzarli con lo zucchero a velo.

Se preferite, per una ricetta più leggera, è anche possibile cuocere i bomboloni senza lievitazione al forno, invece di friggerli come previsto dalla preparazione più classica di questi dolcetti.
Vi basterà preriscaldare il forno, disporre i bomboloni sulla leccarda foderata di carta da forno e farli cuocere a 180°C, per 15-20 minuti: alla fine della cottura dovranno essere dorati, per cui regolatevi con i tempi osservando proprio il grado di doratura. Per renderli più morbidi, prima di infornarli potete mettere su ogni krapfen un fiocchetto di burro.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?