Vellutata di verdure

Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 4 persone
Tempo: 50 minuti
La vellutata di verdure è un primo piatto perfetto per l'autunno e l'inverno, per riscaldarsi dopo una fredda giornata fuori di casa. Preparazione versatile e molto pratica, la ricetta della vellutata di verdure conta davvero pochi passaggi e una volta scelte le verdure, lavate e messe nella pentola, non vi resterà che controllarne la cottura di tanto in tanto. Quella che vedremo oggi è una ricetta della vellutata di verdure miste molto semplice e davvero light, perfetta per qualsiasi cena in famiglia, ma a piacere è possibile sostituire degli ingredienti o arricchire la preparazione in moltissimi modi differenti, come vi suggeriremo di seguito. Siamo certi che la cremosità di questa vellutata unita al suo sapore delicato saprà conquistare il palato di tutti, anche dei piccoli di casa. Dunque allacciamo i grembiuli e mettiamoci ai fornelli: oggi vediamo insieme come fare le vellutate di verdure!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la vellutata di verdure per prima cosa lavate ortaggi e verdure sotto un getto di acqua fredda e asciugateli, poi pelate le patate e le carote e tagliatele a cubetti piccoli. Sbucciate anche una cipolla e tagliatela a pezzetti. In una pentola unite la cipolla tagliata e un filo di olio extravergine di oliva e fate soffriggere per qualche minuto, dopodiché aggiungete le restanti verdure (compresi i piselli surgelati) e lasciate insaporire qualche istante. A questo punto coprite le verdure con dell'acqua tiepida e fate cuocere per circa 40 minuti, con il coperchio leggermente discostato.

Quando le verdure risulteranno tenere, spegnete la fiamma e procedete a frullare il tutto fino ad ottenere una crema liscia e priva di grumi. Regolate di sale e pepe e servite subito la vostra vellutata di verdure con un filo di olio extra vergine di oliva a crudo!
Accorgimenti
A seconda delle verdure utilizzate e della quantità di acqua messa, la vellutata di verdure può risultare più o meno liquida. Per addensarla esistono però alcuni trucchetti. Il primo consiste nel preparare un Roux: in un pentolino fate sciogliere 40 g di burro e poi aggiungete 40 g di farina tutti in una volta; mescolate velocemente per evitare grumi e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 10 minuti, fino a quando sarà dorato; infine aggiungete il Roux ottenuto alla vellutata di verdure.

Un altro modo per addensare una vellutata di verdure troppo liquida consiste nell'aggiungere un cucchiaio di amido di mais disciolto in poca acqua e lasciare cuocere il passato per altri 10-15 minuti, fino a raggiungere la densità desiderata.

Infine potrete aggiungere altre patate alla vostra vellutata o in alternativa della fecola di patate per bilanciare i liquidi.

Se voleste ottenere una vellutata davvero liscia, potrete anche passare il passato di verdure con un colino a maglie strette prima di servirlo in tavola, altrimenti sarà ugualmente buono così, più rustico.

Qualora dovesse avanzare la vellutata di verdure si può conservare in frigo, dentro a un contenitore ermetico, per 2-3 giorni. Al momento del consumo vi basterà riscaldarla in un pentolino aggiungendo un goccio di acqua per renderla nuovamente cremosa. Se poi avrete usato solo ingredienti freschi, allora potrete anche surgelare la vellutata di verdure, sempre porzionata all'interno di contenitori ermetici, fino a 2 mesi. Quando vorrete servirla vi basterà farla scongelare direttamente in un pentolino aggiungendo un goccio di acqua o brodo vegetale.
Idee e varianti
Il segreto per una vellutata di verdure davvero gustosa è utilizzare delle verdure di stagione, dunque create vari mix di sapori a seconda del periodo in cui la preparerete. Per questa vellutata di verdure miste, ricetta light e veloce, noi abbiamo optato per patate, zucchine, carote, spinaci e piselli, ma a piacere potrete variare le verdure al suo interno mettendo ad esempio sedano, cavolo cappuccio, zucca, broccoli o cavolfiore.

Se invece volete arricchire questa preparazione potrete aggiungere quasi a fine cottura della panna da cucina o Philadelphia, per aggiungere una nota di sapore in più oppure servire la vellutata di verdure con una cucchiaiata di yogurt speziato o dei fiocchi di latte al centro. Oppure una volta pronta, potrete allungarla con un po' di acqua e cuocerci della pastina, del riso o dei cereali all'interno. Se poi volete fare il pieno di super food, provate ad aggiungere ad ogni piatto un mix di semi, servirà a dare una nota crunchy al piatto, rendendolo più sfizioso e ancora più salutare.

Se poi volete completare il piatto per renderlo un vera e propria prima portata, vi consigliamo di preparare una vellutata di verdure con crostini. Dopo aver frullato le verdure, tenete il passato in caldo e nel frattempo dedicatevi ai crostini: tagliate a cubetti delle fette di pane casereccio, poi scaldate in una padella un generoso filo di olio extra vergine di oliva e un rametto di rosmarino per aromatizzare e aggiungete i cubetti di pane facendoli bruscare su tutti i lati. Servite i crostini in tavola insieme alla vellutata di verdure e buon appetito!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?