Baccalà alla griglia

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 5 persone
Tempo: 30 minuti
Note: + 1 ora per il riposo del baccalà nella marinatura
Come tanti altri pesci, anche il baccalà è un alimento leggero e nutriente: contiene pochi grassi e varie sostanze nutritive utilissime all'organismo (vitamine, sali minerali, proteine ad alto valore biologico).
Per questo motivo è un pesce molto indicato anche per chi ha problemi di peso e deve quindi limitare il consumo di grassi e l'assunzione di calorie. Inoltre, per il suo buon apporto proteico è consigliato anche agli sportivi.
Naturalmente per poter trarre il massimo del beneficio dal consumo di questo pesce, bisogna cucinarlo in modo leggero, senza unire condimenti troppo grassi: ad esempio, si può portare in tavola un buon piatto di baccalà alla griglia!
La cottura alla griglia infatti è leggera e quindi consigliata anche a chi deve stare attento alle calorie, ma questo non vuol dire che non sia gustosa. Preparare un filetto di baccalà alla griglia che sia nello stesso tempo light e saporito è molto semplice: basta lasciarlo marinare per un po' in un'invitante e profumata emulsione preparata con succo di limone, un olio extravergine di buona qualità e qualche erba aromatica a piacere.
Scoprite quindi insieme a Gustissimo come cuocere il baccalà alla griglia, per servire un secondo piatto che riesca ad unire perfettamente gusto e leggerezza!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare il baccalà alla griglia, iniziate tagliando a pezzi il pesce: potete procedere subito con questo passaggio se avete acquistato per la vostra ricetta del baccalà già messo in ammollo e quindi già dissalato (cosa che vi consigliamo di fare, per risparmiare tempo e fatica). Altrimenti, se il baccalà che avete comprato deve ancora essere dissalato, sarà necessario tenerlo in ammollo per circa un paio di giorni in acqua fredda, avendo cura di cambiare l'acqua più o meno 3 volte al giorno.

Una volta tagliato il pesce a pezzi, procedete con la preparazione della marinatura. Come prima cosa spremete il succo dai due limoni e filtratelo, così da eliminare gli eventuali semi presenti. Versatelo quindi in una capiente terrina. Tritate l'aneto e il timo nelle quantità desiderate (regolatevi con le dosi degli aromi a piacere, a seconda dell'intensità dell'effetto aromatico che volete ottenere), dopodiché schiacciate qualche grano di pepe con un batticarne. Unite il trito di erbe e il pepe schiacciato al succo di limone: aggiungete anche un pizzico di sale e un paio di cucchiai circa di olio extravergine d'oliva, mescolando energicamente il tutto (potete sbattere tutti gli ingredienti con una forchetta).

Adesso immergete i pezzi di baccalà nell'emulsione che avete appena preparato: lasciateli riposare per almeno un'ora nella marinata, così da farli insaporire per bene.

Una volta passato il tempo della marinatura, è arrivato il momento di cuocere il baccalà alla griglia: scaldate benissimo una piastra di ghisa o una padella antiaderente e nel frattempo scolate i pezzi di pesce dalla marinata.

Quando la piastra sarà rovente, adagiatevi i pezzi di baccalà e fateli cuocere da entrambi le parti, finché non saranno leggermente dorati: saranno necessari pochi minuti per lato. Durante la cottura, potete spennellare un paio di volte il pesce con la marinata che avrete tenuto da parte.

Servite ben caldo il vostro leggero e gustoso baccalà alla griglia!
Accorgimenti
La ricetta del baccalà alla griglia è piuttosto semplice: fate soltanto attenzione a scaldare bene la piastra prima di mettervi a cuocere il pesce e durante la cottura tenete la fiamma media (non dev'essere né troppo alta, né troppo bassa).

Per una riuscita ottimale del piatto, adattate la scelta delle spezie e della erbe aromatiche ai vostri gusti: ad esempio, se non amate il pepe nero, potete sostituirlo con il pepe rosa che ha un gusto meno intenso e più delicato. Inoltre, considerate che tritandole (come indicato nella nostra ricetta), le erbe si sentiranno più intensamente nella marinata: se preferite che lascino un aroma meno forte, invece di tritarle lasciatele intere, preparando un bouquet (ovvero un mazzetto di erbe, da legare con dello spago da cucina).
Idee e varianti
Come abbiamo visto nell'introduzione, il baccalà alla griglia è un piatto con poche calorie, ma se avete necessità di renderlo ancora più leggero potete anche eliminare l'olio, che in pratica è l'unico ingrediente grasso della ricetta.
Preparate quindi l'emulsione della marinata solo con il succo di limone e le erbe aromatiche e prestate particolare attenzione alla cottura. Per evitare che il baccalà alla griglia senza olio possa attaccarsi alla piastra nella quale lo state cuocendo, dovrete utilizzare una buona piastra o padella antiaderente. Inoltre, è importante asciugare bene i pezzi di baccalà, dopo averli scolati dalla marinata e prima di metterli a cuocere (tamponateli accuratamente con della carta da cucina).

Per completare il vostro baccalà alla griglia servendolo con un buon contorno, approfittate del fatto che la griglia è già calda per preparare delle verdure miste grigliate!
Il baccalà si sposa bene anche con delle fette di polenta grigliate, se volete servire un piatto completo e più sostanzioso.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?