Coscia di tacchino al forno

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 60 minuti
La coscia di tacchino al forno è un classico secondo piatto perfetto per un pranzo domenicale, al posto del solito arrosto. Rosolato e arricchito dal sapore delle erbe aromatiche e dell'aglio, questo cosciotto di tacchino al forno vi conquisterà per la tenerezza e la succosità della sua carne e per l'intigolo saporito che verrà a formarsi sul fondo della teglia e che insaporirà le patate di contorno.
Come vedremo la ricetta della coscia di tacchino al forno è abbastanza semplice, l'unica accortezza sarà quella di dedicare il giusto tempo all'intaccatura e al condimento della carne: più sarete generosi nell'insaporire il tacchino, migliore sarà il sapore del piatto. Se poi vi state chiedendo per la coscia di tacchino al forno il tempo di cottura, sappiate che sarà pronta in circa 40 minuti, ma dipenderà molto anche dalla grandezza della coscia stessa. Però, come vedremo, potrete anche ridurre i tempi di cottura preparando una coscia di tacchino a fette al forno. In entrambi i casi otterrete un risultato perfetto e assolutamente irresistibile.
Dunque non perdiamoci in altre chiacchiere e preriscaldiamo il forno. Oggi vediamo insieme come preparare una gustosa e scenografica coscia di tacchino al forno!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la coscia di tacchino al forno, per prima cosa fiammeggiate la coscia con la pelle sul fuoco, in modo da bruciare eventuali piccoli residui di piumaggio. A questo punto lavatela sotto un getto di acqua fresca e tamponatela con della carta assorbente da cucina.

Preriscaldate poi il forno a 200°C e nel frattempo praticate dei tagli su tutta la polpa della coscia di tacchino. Preparate un mix di erbe aromatiche (rosmarino, salvia e timo) a cui aggiungerete del sale e tagliate a fettine gli spicchi di aglio. In ogni intaccatura della carne aggiungete una fettina di aglio e un po' di trito aromatico salato.

Una volta che avrete completato questo passaggio, posizionate la coscia condita all'interno di una pirofila da forno, senza aggiungere ulteriori grassi. Per la prima fase della cottura, posizionate la teglia sul ripiano alto del forno, in modo che la parte esterna della carne si sigilli. Quindi rigiratela un paio di volte per favorire una rosolatura uniforme. Quando la carne sarà dorata su tutti i lati, trasferite la teglia sul ripiano centrale del forno e copritela con un foglio di carta stagnola.

Nel frattempo sbollentate le patate pelate in acqua bollente per circa 5 minuti, poi tagliatele a tocchetti e conditele con olio extravergine di oliva, sale, pepe ed eventualmente altre erbe aromatiche. Mescolate bene e aggiungete anche le patate nella pirofila insieme alla coscia di tacchino. Continuate la cottura per altri 25-30 minuti, rigirando di tanto in tanto e togliendo la stagnola a metà del tempo indicato. Una volta che la carne sarà ben cotta anche vicino all'osso, potrete sfornare la teglia, trasferire la coscia su un tagliere e affettarla per servirla insieme alle patate e irrorandola con l'intingolo che si sarà creato. La vostra coscia di tacchino al forno sarà quindi pronta per essere servita in tavola!
Accorgimenti
Vi consigliamo di fare numerose intaccature nella coscia di tacchino in modo da insaporire bene la carne. Nel caso in cui non voleste conservare la pelle, potrete rimuoverla staccandola dalla carne e tirandola via con l'aiuto di un foglio di carta assorbente da cucina, per avere maggiore presa. In questo caso però, vi consigliamo di massaggiare la carne con dell'olio extravergine di oliva o con del burro ammorbidito, visto che il tacchino è piuttosto magro. In caso contrario la carne potrebbe risultare davvero troppo asciutta.

Per assicurarvi che la carne sia effettivamente cotta, praticate un taglietto che giunga fino al cuore, vicino all'osso. Se la carne risulterà cotta e non ci saranno succhi rosati, allora vuol dire che la vostra coscia di tacchino al forno è pronta per essere sfornata.

Se vorrete evitare di sbollentare preventivamente delle patate, potrete anche metterle da crude insieme alla coscia di tacchino, ma in questo caso dovrete inserirle già dalle prime fasi di cottura, in modo che si ammorbidiscano abbastanza e si rosolino senza sfaldarsi.

Qualora dovesse avanzare, la coscia di tacchino al forno si può conservare in frigo, dentro a un contenitore ermetico, per 2-3 giorni. Al momento del consumo potrete riscaldare le fettine in padella, insieme alle patate, aggiungendo un filo di olio EVO o un goccio di acqua per evitare che si bruci.
La carne della coscia di tacchino cotta può anche essere surgelata, sempre dentro a un contenitore ermetico, e conservarsi in questo modo per circa 2 mesi. Quando vorrete consumarla, vi basterà lasciarla scongelare direttamente dentro a un pentolino aggiungendo un goccio di acqua o brodo vegetale.
Idee e varianti
Quella che abbiamo visto è la ricetta della coscia intera di tacchino al forno. Ma se vorrete velocizzarne la cottura, potrete tagliare la coscia a fette da cruda, condire bene la carne con olio o burro, fettine di aglio, spezie e sale, e cuocere in forno la carne a 180°C per circa 20 minuti e rigirandola spesso. Anche in questo caso potrete unire le patate per ottenere un gustoso contorno.

Se poi vorrete arricchire di sapore la coscia di tacchino al forno, potrete aggiungere in ogni intaccatura della carne, anche un pezzettino di pecorino, che in cottura si scioglierà insaporendo la carne e rendendola ancora più golosa.

Infine, la sigillatura della carne potrete farla anche in padella, con un filo di olio EVO, poi a piacere potrete sfumare con del vino bianco e trasferire il tutto nella pirofila da forno. In questo caso la cottura avverrà direttamente nel ripiano centrale del forno per 25-30 minuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?