Pasta frolla integrale

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 15 minuti
Note: +30 minuti di riposo in frigo
La pasta frolla integrale è una variante della classica frolla, dalla consistenza più rustica e ricca. Spesso si è portati erroneamente a pensare che un dolce con farina integrale, risulti meno appetibile, ma siamo certi che una volta provata questa ricetta della pasta frolla integrale, ne rimarrete piacevolmente stupiti.

Grazie alla giusta proporzione degli ingredienti, otterrete un impasto omogeneo, facile da lavorare e che non si sbriciola, ideale per preparare crostate, biscotti, tartellette e molto altro ancora. Prepareremo questa pasta frolla con farina integrale al 100%, rendendo così il dessert più ricco dal profilo nutrizionale e regalando ai dolci una texture più rustica e davvero irresistibile. Non ne farete più a meno!

Dunque allacciamo i grembiuli e mani in pasta: oggi vediamo insieme come preparare la pasta frolla integrale!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la pasta frolla integrale per prima cosa tagliate il burro a tocchetti piccoli e trasferitelo in frigo in modo che sia ben freddo.
Nel frattempo, rompete le uova in una ciotola capiente e aggiungete lo zucchero di canna, lavorando il tutto con una forchetta. Iniziate poi ad aggiungere la farina e il lievito per dolci setacciati, fino ad incorporarli del tutto, ottenendo un impasto dalla consistenza sabbiosa.

A questo punto aggiungete un pizzico di sale e il burro freddo tagliato a tocchetti e impastate il tutto con le mani, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Dopodiché schiacciate leggermente il panetto e avvolgetelo all'interno della pellicola alimentare, poi trasferitelo in frigo e fatelo riposare per almeno 30 minuti, prima di stendere l'impasto e utilizzarlo nelle vostre preparazioni.

Dopo il tempo di riposo, la vostra pasta frolla integrale sarà pronta per essere usata!
Accorgimenti
Per ottenere una pasta frolla davvero fragrante è necessario che il burro sia aggiunto all'impasto, mentre è molto freddo. Per questo motivo vi consigliamo di trasferirlo in frigo, fino al momento in cui lo unirete agli altri ingredienti.
Anche la lavorazione della frolla dovrà essere abbastanza veloce, in modo da non sciogliere completamente il burro con il calore delle mani, ma incorporandolo all'impasto mentre è ancora freddo.

Vi suggeriamo di schiacciare leggermente l'impasto, prima di avvolgerlo nella pellicola alimentare, perché in questo modo si raffredderà prima e in maniera più uniforme, così che il burro al suo interno torni solido.

Quando dovrete stendere la pasta frolla integrale dopo il riposo in frigo, questa sarà piuttosto compatta, visto che il burro si sarà nuovamente solidificato. Dunque avete due opzioni per stenderla in maniera più agevole e senza romperla: la prima consiste nel lavorare brevemente l'impasto sulla spianatoia, in modo da renderlo nuovamente plastico, ma senza surriscaldarlo; la seconda prevede di lasciare l'impasto a temperatura ambiente per 5-6 minuti, in modo che il burro si ammorbidisca quel tanto da permettere una facile stesura dell'impasto.

Una volta che avrete ricavato il vostro guscio di pasta frolla per crostate oppure i vostri biscotti, potrete trasferire lo stampo o la teglia, di nuovo in frigo per 10-15 minuti, prima di cuocerli nel forno in temperatura. Lo shock termico farà sfogliare alla perfezione la frolla, rendendola croccante e friabile.

Qualora dovesse avanzare, la pasta frolla integrale cruda potrà essere conservata in frigo, ben avvolta da pellicola alimentare, per massimo 1 giorno.
In alternativa potrete anche surgelarla, magari già stesa sopra un foglio di carta forno, e arrotolandola su sé stessa per ridurne l'ingombro. Anche in questo caso avvolgetela nella pellicola alimentare e poi trasferitela in freezer dove si conserverà fino a 2 mesi dalla preparazione. Al momento del consumo, vi basterà lasciarla scongelare in frigo per una notte e poi procedere con la vostra preparazione.
Idee e varianti
Quella che abbiamo visto è la ricetta più semplice della pasta frolla integrale, ma a piacere potrete aromatizzarla o ingolosirla a vostro piacimento. Ad esempio potrete aggiungere all'impasto la polpa e i semi di mezza bacca di vaniglia oppure una bustina di vanillina. Se invece vi piacciono i sapori agrumati, potrete aggiungere della scorzetta grattugiata di limone o di arancia, facendo attenzione che i frutti siano bio e avendo l'accortezza di non prelevare la parte bianca della buccia, che risulta piuttosto amara.

Se invece vi piacciono le spezie, potrete aromatizzare l'impasto con un cucchiaino di cannella o di zenzero in polvere. Se la frolla vi servirà per preparare dei biscotti natalizi, saranno perfetti anche dei mix di spezie con cardamomo, chiodi di garofano, cannella e zenzero. L'importante è rispettare la dose complessiva di un cucchiaino totale, in modo che il sapore sia equilibrato.

Se poi vorrete alleggerire la ricetta, vi consigliamo la pasta frolla integrale senza burro. In questo caso dovrete sostituire i 100 g di burro con 80 ml di olio di semi di girasole. L'olio renderà l'impasto più elastico, ma comunque fragrante e per questa variante non sarà necessario il riposo di 30 minuti in frigo.

Un'altra opzione molto golosa della ricetta, è la pasta frolla integrale al cacao. In questo caso dovrete sostituire 50 g di farina con 40 g di cacao amaro in polvere. Seguite gli stessi passaggi visti sopra e fate riposare in frigo 30 minuti, prima di utilizzare questa profumata pasta frolla.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?