Marmellata di prugne senza zucchero

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 0.50 kg
Tempo: 50 minuti
Consumare tanti zuccheri, si sa, fa male alla salute. Per questo motivo è importante adattare le ricette in modo da limitare al massimo gli zuccheri ed eliminare quelli che non sono realmente necessari alla buona riuscita della leccornia che vogliamo preparare.
Prendiamo come esempio la marmellata: quando la si prepara in casa è così indispensabile aggiungere lo zucchero? Nient'affatto! Per capirlo provate a cimentarvi nella preparazione di questa marmellata di prugne senza zucchero: resterete stupiti da quanto sia buona!
La frutta contiene già naturalmente degli zuccheri, per cui basta sceglierla fresca di stagione per ottenere una marmellata ottima e dolce al punto giusto, perfetta da gustare sulle fette di pane tostato la mattina a colazione. O anche per farcire torte e biscotti.
Continuate a leggere per scoprire come si fa la marmellata di prugne senza zucchero!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Prima di mettervi all'opera per preparare la marmellata di prugne senza zucchero, consigliamo di lavare bene i barattoli (rigorosamente di vetro) nei quali andrete a mettere la marmellata (così saranno già pronti nel momento in cui vi serviranno): per una pulizia più accurata potete anche sterilizzarli mettendoli a bollire per una decina di minuti.

Preparate quindi la frutta. Prima occupatevi delle prugne: lavatele, asciugatele, apritele a metà e tirate via il nocciolo centrale. A questo punto tagliatele a pezzetti molto piccoli: a mano a mano che le tagliate, mettetele dentro un capiente tegame. Passate quindi alla mela. Non c'è bisogno di sbucciarla: lavatela soltanto, dopodiché asciugatela e tagliatela prima a metà (eliminando quindi il torsolo interno) e poi in quattro spicchi. A questo punto tagliate ogni spicchio in pezzetti molto piccoli, come avete fatto con le prugne. Aggiungete i pezzetti di mela nella pentola, insieme alle prugne.

Per finire, lavate il limone e tagliatelo a metà: spremete bene tutto il suo succo e versatelo sulla frutta.

Ora procedete con la cottura: per cuocere bene la marmellata di prugne senza zucchero bisogna tenere il fuoco abbastanza basso e mescolare più volte la frutta con un cucchiaio di legno. Il tempo di cottura è di circa 30-35 minuti, ma si tratta solo di un tempo indicativo: cuocete il composto fino a disfare completamente la frutta e ad ottenere una consistenza piuttosto densa (potrebbe volerci anche un po' meno di mezz'ora o un po' di più).

Quando la vostra confettura si sarà ben addensata, spegnete il fuoco: a questo punto dovete frullarla giusto per qualche secondo. Volendo, potete anche saltare quest'operazione, ma se preferite ottenere una marmellata dalla consistenza perfettamente liscia e omogenea (senza che rimangano pezzi di frutta più grossi degli altri) è decisamente meglio non saltarla.

Una volta frullata, trasferite la vostra marmellata di prugne senza zucchero nei vasetti precedentemente lavati, avendo cura di chiudere per bene ciascun barattolo.
Accorgimenti
La mela è un ingrediente praticamente indispensabile della ricetta della marmellata di prugne senza zucchero: oltre a rendere un po' più dolce il composto, svolge anche un'altra funzione importante. Contiene infatti la pectina, che è una sostanza in grado di favorire la gelificazione della marmellata: in altre parole permette al prodotto di raggiungere la giusta consistenza. Dal momento che la mela va usata con la sua buccia, consigliamo di sceglierne una biologica.

Per capire quando la marmellata di prugne senza zucchero è pronta, suggeriamo di effettuare la cosiddetta prova del piattino: prelevate dalla pentola un cucchiaino di marmellata e mettetelo su un piccolo piatto, facendolo inclinare. A questo punto, se la marmellata è pronta, dovrebbe scivolare un po', ma con una certa fatica: se accade questo significa che la vostra marmellata è perfetta; spegnete quindi il fuoco (nel caso in cui resti ferma e non scivoli per niente, allora vuol dire che l'avete cotta un po' troppo...).
Se invece notate che scivola subito e rapidamente sul piattino, allora portate avanti la cottura: la consistenza è ancora troppo liquida.

Se volete che la marmellata di prugne senza zucchero si mantenga più a lungo nel tempo, vi consigliamo di sterilizzare i barattoli. Dopo aver messo la marmellata nei vari vasetti, chiudeteli bene e riponeteli dentro una pentola piena d'acqua (devono essere immersi completamente). Fateli quindi bollire per circa 15-20 minuti e, una volta spento il fuoco, lasciateli raffreddare nell'acqua, dentro la pentola.
Idee e varianti
Esistono diverse varietà di prugne: si distinguono per forma (ovale oppure tondeggiante), colore (ci sono le prugne nere, quelle rossastre, quelle gialle, etc.), grandezza e consistenza della polpa. Per questa preparazione usate le prugne che più preferite. La ricetta della marmellata di prugne nere senza zucchero è fra le più gettonate in quanto le prugne nere (le classiche susine) sono una tipologia molto comune, ma se preferite potete usare senza problemi le prugne gialle o un'altra varietà ancora. La cosa importante è che il frutto sia maturo al punto giusto.

Per profumare e speziare la vostra marmellata, unite un cucchiaino di cannella: la marmellata di prugne e cannella senza zucchero è perfetta per chi desidera una confettura profumata in maniera delicata. Se invece amate i sapori più intensi, al posto della cannella potete usare della radice di zenzero fresca (che ha un gusto decisamente più pungente) oppure un poco di anice stellato!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?