Crema di baccalà

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Note: + 3 giorni per l'ammollo del baccalà
La crema di baccalà è un antipasto delicato e leggero: una di quelle portate raffinate (ma non troppo) che permettono di fare una bellissima figura con gli ospiti e di aprire nel modo migliore una cena organizzata per festeggiare una ricorrenza speciale.
Consigliamo la ricetta della crema di baccalà perché, oltre ad essere un piatto di un certo effetto (soprattutto se la si presenta bene, spalmata su crostini e tartine), è anche piuttosto semplice da fare. Per ottenere una mousse bella morbida, il baccalà viene frullato insieme al latte e a pochi altri ingredienti per condirlo: come attrezzatura serve soltanto un mixer o un frullatore, anche piccolo.
Vediamo come preparare questa semplice, ma deliziosa crema di baccalà al latte!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per fare la crema di baccalà, dovrete anzitutto lasciare il pesce in ammollo in acqua fredda per 3 giorni, in modo da dissalarlo bene. Durante questi 3 giorni ricordatevi di cambiare spesso l'acqua, così da favorire l'eliminazione del sale in eccesso (è consigliato cambiarla come minimo 3 volte al giorno).

Una volta trascorso il tempo dell'ammollo del baccalà, il primo passaggio della ricetta vera e propria consiste nel mettere a cuocere il pesce: scolatelo bene dall'acqua in cui l'avete immerso e riducetelo in pezzi abbastanza piccoli.

Riempite quindi una pentola di acqua e, senza salarla, aspettate che arrivi ad ebollizione: non appena inizia a bollire, immergetevi i pezzi di baccalà e fateli andare per circa 5 minuti (oppure per qualche minuto in più, a seconda dello spessore dei pezzi di pesce: in ogni caso il baccalà non va cotto molto lungo, se volete che mantenga la sua morbidezza).

Mentre il baccalà sta cuocendo, potete preparare gli altri ingredienti che vi occorreranno per condirlo. Sbucciate l'aglio e tritatelo; lavate un po' di prezzemolo e tagliuzzatelo.

Quando sarà pronto, scolate il pesce e passatelo sotto un getto di acqua corrente fredda. A questo punto eliminate la pelle e le lische.

Ora dovete frullare tutti gli ingredienti insieme: il pesce, il latte, l'aglio e il prezzemolo sminuzzati e per finire l'olio extravergine d'oliva. Frullate bene finché non avrete ottenuto un composto omogeneo (ci vorranno pochi minuti): assaggiatelo e, se occorre, regolatelo di sale. Unite anche, se volete, un po' di pepe.

La vostra crema di baccalà è pronta da gustare: continuate a leggere per scoprire in che modo potete servirla!
Accorgimenti
Confondete sempre il baccalà con lo stoccafisso? La distinzione in realtà è molto semplice e riguarda il tipo di lavorazione cui è sottoposto il pesce: si tratta sempre di merluzzo, ma il baccalà non è altro che il merluzzo messo sotto sale, mentre lo stoccafisso è il merluzzo che viene essiccato all'aria.

Al supermercato si trova sia il baccalà già ammollato che quello da mettere in ammollo a casa. Noi vi abbiamo spiegato la procedura da seguire per il baccalà che necessita di ammollo, ma se preferite velocizzare la ricetta potete acquistare quello già ammollato, in modo che possiate metterlo direttamente a cuocere.

Vi sveliamo un piccolo trucco per ottenere una crema di baccalà ancora più morbida: anziché cuocere il pesce nell'acqua, fatelo cuocere nel latte! Portatelo ad ebollizione e immergetevi i pezzi di pesce (se volete, potete anche profumare il latte unendovi uno spicchio d'aglio).
Ricordate inoltre che, soprattutto se non sono molto spessi, i pezzi di baccalà non devono essere cotti a lungo: una cottura eccessiva farebbe diventare la polpa del pesce stopposa e gommosa.
Idee e varianti
La crema di baccalà è perfetta da assaporare spalmata su fette di pane tostato, crostini o polenta grigliata tagliata a quadrotti. Se volete essere più originali e nello stesso tempo servire qualcosa di più leggero, abbinate alla vostra crema delle gallette di riso o di mais!

La ricetta di questa mousse di baccalà si può arricchire unendo un ingrediente come la patata che aiuterà ad amalgamare e a rendere ancora più cremoso il composto. Per preparare la crema di baccalà e patate dovete aggiungere al pesce e agli altri ingredienti, poco prima di frullarli, anche un paio di patate di media grandezza precedentemente lessate e sbucciate: frullate quindi il tutto. Ne ricaverete un composto perfettamente cremoso e più denso di quello che si otterrebbe senza unire le patate.

Per chi ha problemi di intolleranza al lattosio o semplicemente vuole preparare una crema di baccalà light, si può senza problemi modificare la ricetta eliminando il latte e sostituendolo con uguale quantitativo di olio di semi di girasole oppure di olio extravergine d'oliva. Una volta frullato il tutto, controllate la consistenza della vostra crema di baccalà senza latte e, se necessario, unite qualche cucchiaio di acqua di cottura del pesce, in modo da ammorbidire il composto.
In alternativa, potete anche eliminare del tutto la componente liquida, senza mettere quindi nemmeno l'olio: in tal caso frullate il pesce insieme a 1-2 patate lesse. Se alla fine il composto dovesse risultare troppo denso per i vostri gusti, diluitelo aggiungendo semplicemente un poco dell'acqua di cottura del baccalà.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?