Cioccolato o cioccolata: un dilemma goloso

“Un cubetto di cioccolato al giorno toglie il medico di torno” non è così che si dice?
Ah allora: “una tazza di cioccolata al giorno fa ballare tutto il mondo”, neanche cosi?

Non importa, che sia cioccolato o cioccolata a noi fa sognare!

Ma perché si usano entrambi i termini? Qual è il più corretto?
Partiamo alla scoperta di questo gustoso dilemma!
Cioccolato o cioccolata: un gustoso dilemma
Essere o non essere, cioccolato o cioccolata, è questo il dilemma!

Chi di voi non è mai stato incerto sulla forma corretta di questo termine? È femminile o maschile? Ogni dubbio è più che lecito!
Perché? Sono stati gli usi linguistici e i dialetti che hanno reso, negli anni, questo termine in una duplice versione.

Per comprendere, quindi, se è corretto oppure inesatto parlare sia di cioccolato che di cioccolata per riferirsi alla stessa delizia, dobbiamo fare riferimento alle loro origini e al modo in cui questi si sono sviluppati.

A scoprire quello che possiamo definire “oro marrone” sono stati gli spagnoli, i quali hanno dato a questo il nome di “chocolate”, vocabolo che deriva dalla parola amerindiana “nahuatl chocholatl”.
La sua italianizzazione ha portato poi alla nascita, in momenti differenti, di locuzioni diverse: al più diffuso cioccolate, si sono aggiunti i termini “cioccolatte”, “cioccolata” e “cioccolato”.

Per un lungo periodo sono stati, perciò, quattro i modi di chiamare la pasta di cacao, aspetto che cambiò poi nel Novecento, con l’introduzione di alcuni usi dialettali: in Piemonte, in Veneto, in Emilia, In Toscana e a Roma si parlava di “cioccolata”, in Lombardia di “cioccolato” e in Sardegna rimase l’uso di “cioccolate”.

Ma, come accade spesso quando ci sono forme diverse di uno stesso termine che vengono accettate all’interno del linguaggio nazionale, alle parole cioccolato e cioccolata vennero attribuiti due significati differenti.

La prima venne utilizzata per indicare la pasta di cacao e le sue alternative solide, le tavolette di cioccolato (a latte, fondente, bianco); la seconda per indicare invece la sua versione liquida, la tazza di cioccolata calda.

Da questo si intuisce, quindi, che parlare sia di cioccolato che di cioccolata non è sbagliato, tutto dipende a cosa si fa riferimento.
Cioccolato e cioccolata: alcune ricette
Adesso che ogni dubbio è chiarito, non possiamo che cercare di darvi qualche idea per eliminare la vostra acquolina in bocca.

Le ricette che includono il cioccolato, come potete immaginare, sono davvero tante, ma eccone qualcuna davvero deliziosa.

Se dopo questo articolo non riuscite proprio a resistere e avete un grande desiderio di cioccolato vi consigliamo di provare le banane al cioccolato, non vi serve molto: se avete del cioccolato in casa vi basterà semplicemente tagliarlo grossolanamente e farlo sciogliere in un pentolino a bagnomaria.

Se invece, non riuscite a resistere, ma avete comunque voglia di preparare qualcosa di squisito dedicandogli più tempo, non potete non provare la bavarese al cioccolato o la mousse al triplo cioccolato con ribes.

Per una colazione che sa di pasta di cacao vi suggeriamo i muffins al cioccolato o il plumcake al cioccolato fondente.

Infine, per una ghiotta merenda, che piacerà ad adulti e bambini, preparate in casa una buona cioccolata calda. Volete un consiglio? Accompagnatela con della panna, stupirete tutti!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?