Capesante al lime su purè di patate

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 60 minuti
Non avete mai guardato il nostro profilo Instagram? È il momento di rifarsi gli occhi! Venite a trovarci!

Le capesante al lime su purè di patate sono un antipasto raffinato e particolare, ma si possono servire anche come secondo, a seconda di come le si prepara e delle quantità consumate. In effetti un aspetto positivo delle capesante è che sono molto versatili: si possono cucinare e condire in tanti modi diversi e sono sempre deliziose! Scottate in padella, gratinate con la besciamella o con una salsa leggermente piccante... Con le capesante ci si può proprio sbizzarrire!
Nella ricetta di queste mese vi proponiamo di cucinarle in modo veramente sfizioso, profumandole con il lime e servendole su un bel purè di patate. In questo modo sarete praticamente certi di accontentare tutti i vostri ospiti: infatti a chi non piace il purè di patate? E vi assicuriamo che abbinandolo alle capesante otterrete un antipastino davvero strepitoso.
Vediamo come preparare queste deliziose capesante al lime su purè di patate, seguendo tutti gli accorgimenti per una riuscita perfetta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Visto che le capesante sono molto veloci da cuocere, per preparare questo piatto è necessario iniziare dal purè di patate, che invece richiede una cottura più lunga.

Sciacquate velocemente le patate e mettetele dentro una pentola con la loro buccia: copritele con acqua fredda e ponete la pentola sul fuoco. Da quando l'acqua inizia a bollire, è necessario far lessare le patate più o meno per 30-40 minuti, finché non saranno morbide (potete facilmente capire quando sono pronte semplicemente infilzandone una con una forchetta). Tenete presente che il tempo di cottura varia a seconda delle dimensioni delle patate, per cui regolatevi in base a questo. Inoltre, per evitare che si cuociano con tempi differenti è meglio che siano tutte della stessa grandezza, grosso modo.

Mentre aspettate che le patate siano pronte, preparate gli ingredienti che vi serviranno successivamente per cuocere le capesante: sbucciate l'aglio e tritatelo finemente; pulite il cipollotto e tagliatelo a fettine sottili. Per finire, lavate bene il lime, asciugatelo e grattugiatene la scorza esterna. Tagliatelo quindi a metà: ora potete spremerne il succo.
Tenete da parte tutti questi ingredienti fino al momento dell'utilizzo.

Quando le patate saranno morbide al punto giusto (non fatele sfaldare; è sufficiente che i rebbi della forchetta entrino facilmente nella polpa del tubero), potete scolarle e quindi privarle delle buccia. A mano a mano che le sbucciate, tagliatele a pezzetti e mettetele dentro uno schiacciapatate, dove andrete a ridurle perfettamente in purea.

Trasferite quindi la purea di patate dentro una casseruola. In un pentolino a parte scaldate il latte: una volta caldo, versatelo sulla purea, accendete la fiamma al minimo e, mescolando continuamente con una frusta, amalgamate il tutto, regolando di sale e aggiungendo anche un pizzico di noce moscata. Spegnete il fuoco quando il latte si sarà del tutto assorbito nelle patate (non ci vorrà molto).

A questo punto, a fuoco spento dovete soltanto unire un poco di burro (circa 30 g) e una manciata di Parmigiano Reggiano grattugiato: mescolate subito in modo da far sciogliere e amalgamare perfettamente i due ingredienti. Il purè di patate è pronto: tenetelo da parte al caldo e passate alla preparazione delle capesante al lime.

Per le capesante ci vorranno solo pochi minuti. Riprendete tutti gli ingredienti preparati in precedenza (aglio e cipollotto tritati, succo e scorza del lime) e pulite le capesante, se avete acquistato quelle fresche con il guscio: aprite quindi i gusci e, dopo aver tirato fuori le capesante (per farlo utilizzate un piccolo coltellino), sciacquatele bene con acqua fresca, per poi asciugarle delicatamente con un canovaccio pulito.

Ora versate qualche cucchiaio di olio extravergine in una padella e scaldatelo bene insieme a 30 g di burro: quando il burro sarà sciolto, unite l'aglio e il cipollotto e fateli soffriggere per circa 2 minuti, mescolando.

A questo punto unite in cottura le capesante e fatele scottare appena 2 minuti per lato (per un totale quindi di 4 minuti di cottura). Bagnatele con il succo del lime e incorporate anche la scorza grattugiata: proseguite la cottura ancora per mezzo minuto, in modo che le capesante possano insaporirsi bene nel succo.

Una volta spento il fuoco, impiattate il vostro antipasto: disponete su ciascun piatto un po' di purè di patate, adagiandovi sopra due capesante (bagnatele anche con un po' del sughetto di cottura). Servite subito!
Accorgimenti
Per ottenere un buon purè consigliamo di utilizzare delle patate dalla consistenza asciutta e farinosa: sono le migliori per il purè perché assorbono molto bene i liquidi (in questo caso, il latte).

Se non avete lo schiacciapatate o un passaverdure, dovrete schiacciare le patate semplicemente con una forchetta: in questo caso, oltre a impiegare più tempo, otterrete un purè dalla consistenza meno cremosa e più spessa.

Se non volete rovinare il piatto, state molto attenti alla cottura delle capesante. Vanno cotte solo pochi minuti: altrimenti diventano subito gommose!
Idee e varianti
Per ottenere un purè dalla consistenza irresistibilmente cremosa, preparatelo con la panna al posto del latte (oppure con metà dose di latte e metà di panna).

Se gradite una nota piccante nel vostro piatto, potete insaporire le capesante unendo anche un pezzetto di peperoncino rosso finemente sminuzzato (aggiungetelo nel momento in cui mettete in padella il succo e la scorza del lime).

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?