Braciole alla messinese

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 6 persone
Tempo: 30 minuti
Introduzione
Con il termine "braciola" si intende generalmente una costoletta di maiale cotta alla griglia. Ma quando si parla di braciole alla messinese ci si riferisce ad un piatto ben diverso: si tratta di involtini di carne ripieni di formaggio filante e mortadella, con una croccante panatura di pangrattato.
Questo secondo molto gustoso (e anche piuttosto economico, visti gli ingredienti semplici che lo compongono) è originario di Messina, ma è diffuso in tante altre zone della Sicilia.
Ecco a voi la ricetta delle braciole alla messinese: tenetela presente per quando volete portare in tavola un secondo di carne sfizioso e relativamente semplice da preparare!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Iniziate la ricetta delle braciole alla messinese preparando quella che sarà la panatura delle vostre braciole alla messinese. Sbucciate l'aglio e riducetelo in un trito molto fine insieme ad un po' di prezzemolo (il prezzemolo, prima di essere tritato, va naturalmente lavato e asciugato). Trasferite il trito in una terrina e unitevi anche gli altri ingredienti che occorrono per la panatura: il pangrattato, il Parmigiano e il Pecorino grattugiati. Per finire unite anche un pizzico di sale. Mescolate per bene così da ottenere un composto perfettamente amalgamato.

Ora preparate anche il ripieno degli involtini: sarà sufficiente tagliare sia il caciocavallo che la mortadella a cubetti piccoli e regolari.

Adesso che sia la panatura che il ripieno sono pronti da usare, passate alla carne: disponete su un tagliere le fette di carne, apritele bene e sbattetele con un batticarne in modo da appiattirle un po'.
A questo punto passate le fettine di carne nella panatura di pangrattato, aglio e prezzemolo: ricopritele di panatura da entrambi i lati, scuotendole lievemente per far cadere quella in eccesso.

Una volta impanate tutte le fettine, passate alla farcitura: mettete su ogni fettina qualche cubetto di caciocavallo e un paio di cubetti di mortadella, dopodiché avvolgete la fettina di carne su stessa (cercando di non far uscire il ripieno) in modo da ottenere un piccolo involtino ben chiuso.

Una volta esaurite le fettine e formati tutti gli involtini, infilateli su uno stecchino di legno lungo (di quelli che si usano per gli spiedini). A seconda delle dimensioni delle fettine di carne e quindi degli involtini, su ogni stecchino dovrebbero starci circa 3-4 involtini.

Ora scaldate una griglia appena unta con poco olio extravergine d'oliva: quando sarà ben calda, mettetevi a cuocere le braciole alla messinese. La cottura sul fornello è piuttosto veloce: bastano pochi minuti per lato.

Una volta pronti, servite i vostri involtini ben caldi, così da gustare al meglio il formaggio filante del ripieno.
Accorgimenti
Per ottenere delle perfette braciole di carne alla messinese, è meglio scegliere delle fettine di carne non troppo grandi, in quanto gli involtini devono tradizionalmente essere di piccole dimensioni.
Idee e varianti
La cottura sul fornello è sicuramente un po' più veloce, ma se preferite potete cuocere le vostre braciole alla messinese anche al forno: disponetele, dopo averle infilzate nello stecchino lungo, su un leccarda rivestita di carta da forno e cuocetele in forno preriscaldato a 180°C, per circa 15-20 minuti.

Gli ingredienti di questo piatto siciliano si possono cambiare un po' a proprio piacimento. Ecco qualche esempio: in alternativa alla mortadella, come ripieno potete utilizzare del prosciutto cotto. Oppure potete farcire gli involtini solo con il formaggio: invece del caciocavallo va bene anche un altro tipo di formaggio a pasta filata (ad esempio il provolone è perfetto per questa ricetta). E al posto delle carne di manzo vanno bene anche delle fettine di maiale.

Inoltre, se volete servire il piatto con un bel sughetto da raccogliere con il pane per fare la classica scarpetta, preparate delle buone braciole alla messinese al sugo.
Prima mettete a cuocere il sugo al pomodoro e nel frattempo preparate le braciole come riportato nella ricetta in "bianco".
Dopo circa mezz'ora di cottura del sugo, unitevi le braciole alla messinese e fate andare il tutto ancora per 15-20 minuti, in modo che gli involtini si cuociano bene nel sugo stesso.
Braciole alla messinese: la ricetta con il pesce spada
Le braciole alla messinese sono spesso a base di carne, ma non è inusuale trovare la variante con il pesce spada. In questo caso, il ripieno generalmente è formato da un composto preparato con pangrattato, Parmigiano grattugiato, aglio e prezzemolo tritati, provola. Alcuni uniscono anche capperi e pinoli tritati.
Vediamo come fare per preparare delle buone braciole di pesce spada alla messinese. Per ottenere 4 spiedini di involtini acquistate 400 g circa di pesce spada e tagliatelo a fette sottili. Preparate quindi la panatura/condimento mischiando bene in una terrina 250 g di pangrattato con un paio di cucchiai di Parmigiano grattugiato, una spolverata di trito di prezzemolo e 1 spicchio d'aglio finemente tritato. Passate tutte le fettine di spada in questo composto di pangrattato, in modo da ricoprirle leggermente da ambo i lati.
Al pangrattato rimasto nella terrina unite un po' d'olio extravergine, per rendere l'insieme più cremoso.
Ora tagliate 80 g di provola a piccoli dadini: farcite ogni fetta di spada con qualche cucchiaino di pangrattato condito e con un paio di cubetti di provola. Arrotolate ciascuna fetta in modo da formare i vostri involtini, che andrete ad infilzare in lunghi spiedini di legno. Passate alla cottura: cuocete le braciole di pesce su una piastra ben calda, qualche minuto per lato. Oppure, se preferite, in forno a 180°C, per circa un quarto d'ora.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?