Gelato proteico

Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 2 persone
Tempo: 10 minuti
Note: + 8 ore di surgelazione della banana in freezer
Il gelato proteico è una ricetta facilissima e molto veloce per ottenere in pochi minuti un gelato cremoso e dall'irresistibile sapore di cioccolato. Gli ingredienti per preparare gelato proteico fatto in casa sono pochissimi e sfrutteremo la polpa soda della banana surgelata per dare maggiore cremosità al gelato, in modo da avere un dessert delizioso, ma che si possa consumare senza sensi di colpa. Per quanto riguarda la quota proteica, in questa ricetta utilizzeremo le classiche proteine in polvere, al gusto vaniglia per aromatizzare ulteriormente la preparazione. Invece la dolcificazione del gelato proteico, ricetta con aggiunta di burro di arachidi naturale, sarà a vostra discrezione e secondo i vostri gusti. Volendo potrete anche omettere questo ingrediente e preparare un gelato che sfrutti solo la dolcezza naturale della banana ben matura. In ogni caso questo sarà un dessert delizioso e fresco, ideale per una merenda estiva post workout! Dunque allacciamo i grembiuli e frullatore a portata di mano: oggi vediamo insieme come fare un gelato proteico in casa.

Ingredienti

•1 banana• Banane •2 cucchiai di burro di arachidi• Burro di arachidi Preparazione di Base •Dolcificante a piacere q.b.• Dolcificante •20 g di cacao amaro in polvere• Cacao amaro in polvere •20 g di proteine in polvere (gusto vaniglia)• Proteine in polvere
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare il gelato proteico per prima cosa tagliate a rondelle la banana e trasferendola dentro a un contenitore ermetico, fatela surgelare per una notte. Il giorno dopo trasferite nel boccale del frullatore la banana surgelata, il dolcificante scelto, le proteine al gusto vaniglia, il cacao amaro in polvere e il burro di arachidi. Azionate l'elettrodomestico a impulsi, per evitare di surriscaldarlo e frullate il tutto fino ad ottenere un gelato cremoso, che potrete conservare nuovamente in freezer dentro a un contenitore ermetico oppure servire direttamente nelle coppette con dei topping a piacere. Il vostro gelato proteico è già pronto per essere gustato!
Accorgimenti
Vi consigliamo di lasciare la banana surgelata per 5-10 minuti a temperatura ambiente in modo che si ammorbidisca un poco. Così facendo eviterete di affaticare il frullatore e riuscirete ad ottenere con più facilità un gelato cremoso e privo di grumi. Qualora poi, una volta frullato bene, fosse troppo sciolto, potrete lasciarlo per 15 minuti in freezer prima di consumarlo, in questo modo si rapprenderà.

Se doveste rendervi conto di non riuscire a frullare gli ingredienti perché il mix è troppo asciutto, potrete aggiungere un goccio di latte per facilitare l'operazione. Vi consigliamo però di aggiungerne pochissimo per volta per evitare poi l'effetto contrario, ovvero un gelato troppo liquido. Dunque andate per gradi e valutate la consistenza prima di aggiungere ulteriori liquidi.

Qualora dovesse avanzare, il gelato proteico si potrà conservare in freezer, già porzionato o dentro un contenitore ermetico con il suo coperchio, fino a 1 settimana. Prima di servirlo vi consigliamo di lasciarlo per 10-15 minuti a temperatura ambiente in modo che si ammorbidisca e sia più facile da porzionate e consumare.
Idee e varianti
Per quanto riguarda il dolcificante, potrete optare per il classico zucchero bianco semolato, nella quantità che preferite, ma nel caso in cui voleste un gelato proteico senza zucchero, allora potrete aggiungere nel frullatore del miele, dello sciroppo di acero o di agave o dello zucchero integrale di canna, dal sapore molto aromatico, con sentori di tostatura e liquirizia.

La ricetta è quella di un gelato proteico vegan, ma nel caso addizionaste del latte per facilitare il frullatore nel suo compito, allora ricordatevi di aggiungere del latte vegetale a scelta tra i molti gusti disponibili. Se doveste trovarlo, noi vi consigliamo di aggiungere il latte di nocciole, che con il sapore del cacao amaro si sposerà alla perfezione. In alternativa andranno benissimo anche il latte di mandorle, di riso, di avena o di soia. L'unica accortezza sarà quella di valutare se sono zuccherati o meno e di modificare di conseguenza l'aggiunta del dolcificante.

Ovviamente se preferite omettere le proteine in polvere e potrete aggiungere una quota proteica utilizzando dello yogurt greco privo di zuccheri e aromi. In questo caso vi consigliamo di surgelare lo yogurt greco utilizzando gli appositi stampini per fare i cubetti di ghiaccio, in questo modo riuscirete a frullarlo con più facilità. L'aggiunta di questo ingrediente darà un sapore particolare al gelato, rendendolo anche ulteriormente cremoso.

Una volta pronto, il vostro gelato proteico potrà essere decorato a piacere per servirlo in tanti modi sempre diversi. Ad esempio potrete aggiungere ancora un po' di burro di arachidi sulla sua superficie e cospargerlo poi con delle noci pecan tritate grossolanamente oppure se vi piacciono i contrasti di sapore, potrete aggiungere delle fragole a pezzetti o una manciata di frutti di bosco, il cui sapore acidulo bilancerà quello pieno e dolce del cioccolato. Un altro consiglio che esalterà il sapore del gelato, sarà quello di aggiungere anche un pizzico di sale nel boccale del frullatore: una semplice aggiunta ma che farà davvero la differenza.

Se poi siete degli inguaribili golosi, potrete aggiungere al gelato anche delle scaglie di cioccolato fondente oppure un topping al cioccolato e servire la coppetta con una spolverizzata di cocco rapè e qualche biscottino di accompagnamento, come delle lingue di gatto oppure delle cialde da gelato fragranti. Siamo certi che sarà un dessert che farà gola a tutti!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?