Gelato Raffaello

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 6 persone
Tempo: 30 minuti
Note: +8 ore di riposo in frigo
Il gelato Raffaello è un gustoso dessert a base di cocco che vi conquisterà già dal primo assaggio con la sua cremosità irresistibile e il suo intenso sapore tropicale. Per preparare il gelato Raffaello, ricetta con la gelatiera, utilizzeremo sia la crema di cocco che il latte, che regaleranno al gelato un gusto fresco e irresistibile. Inoltre l'aggiunta del cocco rapè renderà la texture più interessante aggiungendo un tocco più rustico, enfatizzato anche dall'aggiunta golosa dei cioccolatini sbriciolati. Ideale per la merenda, ma anche come delizioso fine pasto giocando un po' con i vari topping, questo gelato gusto Raffaello è davvero semplicissimo da preparare e vi permetterà di servire in tavola un gelato artigianale fatto in casa, genuino, gustoso e irresistibile. Dunque allacciamo i grembiuli e mettiamoci ai fornelli: oggi prepariamo insieme uno sfizioso Raffaello ice cream fatto in casa!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare il gelato Raffaello per prima cosa fate sciogliere l'amido di mais in 50 ml di latte di cocco presi dal totale, poi tenetelo da parte. A questo punto versate in un pentolino la crema di cocco, lo zucchero e il latte di cocco rimanente e a fiamma media, riscaldate fino a sfiorare il bollore. Procedete unendo anche l'amido di mais disciolto nel latte di cocco e cuocete mescolando continuamente, fino ad ottenere un composto liscio e leggermente addensato, ancora tendente al liquido (ci vorranno circa 3-4 minuti). Trasferite il composto ottenuto in un contenitore ermetico e lasciatelo raffreddare prima a temperatura ambiente e poi, quando si sarà intiepidito, trasferitelo in frigo e lasciatelo riposare per 8 ore.

Passato il tempo di raffreddamento versate il composto all'interno della vostra gelatiera e azionate l'elettrodomestico secondo le modalità riportate sul foglietto illustrativo. Gli ultimi 2 minuti di preparazione unite nella gelatiera anche il cocco rapè e le praline sbriciolate. Una volta pronto e cremoso, potrete servire il vostro gelato Raffaello nelle coppette e decorarlo a piacere con altri cioccolatini sbriciolati, scaglie di cocco o topping al cioccolato. Un vero peccato di gola!
Accorgimenti
Per essere sicuri che il composto a cui avrete aggiunto l'amido di mais, sia effettivamente pronto dovrete considerare che la consistenza perfetta sarà quella che “vela il cucchiaio” quindi né troppo densa ma nemmeno troppo liquida. Inserite il cucchiaio nella crema in cottura e se sollevandolo si creerà una patina sottile di crema che non scivola via, allora potrete spegnere la fiamma e procedere con le altre fasi di preparazione. Non preoccupatevi se vi sembrerà ancora troppo liquido, perché raffreddandosi si addenserà ulteriormente e una volta inserito all'interno della gelatiera, otterrete un gelato cremoso e soffice.

Qualora dovesse avanzare o se volete preparalo in anticipo, il gelato Raffaello si può conservare in freezer, all'interno di un contenitore ermetico, fino a 10 giorni dalla preparazione. Anche se siamo certi che finirà molto prima! Prima di servirlo, vi consigliamo di lasciarlo sempre a temperatura ambiente per circa 15 minuti, in modo che si ammorbidisca un po' e possiate porzionarlo e servirlo con più facilità.
Idee e varianti
Se non doveste trovare la crema di cocco, potrete sostituirla con pari dose di panna fresca del banco frigo. Anche in questo caso dovrete unirla agli altri ingredienti nel pentolino e riscaldarla fino a sfiorare il bollore e proseguendo poi nella preparazione, come visto sopra. A piacere potrete arricchire il vostro gelato Raffaello inserendo anche delle scaglie di cocco al posto del cocco rapè e delle gocce di cioccolato fondente che si sposano bene con i sapori di questo gelato.

Noi per questa ricetta abbiamo utilizzato una gelatiera, ma nel caso non l'aveste potrete anche preparare il gelato al Raffaello con la ricetta senza gelatiera. In questo caso, una volta ottenuto il composto da far refrigerare in frigo per 8 ore, dovrete poi trasferire il contenitore in freezer e farlo riposare per altre 4 ore. Ogni 30 minuti circa riprendete il composto e mescolatelo, le ultime due volte farete un po' più fatica perché il gelato si sarà addensato, ma questo vi garantirà di ottenere un gelato morbido e cremoso, davvero irresistibile.

In alternativa potrete preparare anche un gelato al cioccolato bianco e cocco, aggiungendo alla crema cotta (una volta spenta la fiamma) anche 100g di cioccolato bianco tritato. Mescolate bene affinché si sciolga alla perfezione e proseguite nella ricetta come visto sopra. La nota dolce del cioccolato aggiungerà un tocco ancora più goloso alla ricetta.

Infine i topping con cui servire il gelato Raffaello sono a vostra discrezione e potrete dare libero sfogo alla vostra fantasia. Un consiglio azzeccato potrebbe essere quello di utilizzare delle lamelle di mandorle in modo da richiamare il cuore del cioccolatino stesso, ma anche una colata di cioccolato bianco fuso o di cioccolato fondente, a seconda dei vostri gusti, sarà davvero perfetta. Se poi volete servire una merenda davvero sostanziosa e a prova di golosi, provate a farcire un panino di pan brioches con il gelato Raffaello, aggiungendo anche i vari topping: vi assicuriamo che una volta provato non ne farete più a meno!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?