Acquacotta

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 45 minuti
Introduzione
L’acquacotta è un piatto tipico maremmano che è possibile ritrovare anche in altre regioni d’Italia, assumendo peculiarità differenti a seconda di dove ci si reca a gustarla. La semplicità degli ingredienti racchiusi nella preparazione consentono a questo piatto di mantenere un animo semplice, rustico e genuino, proprio come sono le sue origini, rintracciabili nel duro lavoro dei butteri.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Immergete i pomodori in una pentola con abbondante acqua bollente per 1 minuto, dopodiché scolateli, spellateli e tagliateli in filetti sottili.

Tagliate le cipolle, la carota e il sedano a tocchetti piccoli e fateli soffriggere in una casseruola con tre cucchiai di olio. Unite le fave e due pizzichi di peperoncino, salate e fate cuocere per 4 minuti. Aggiungete le bietole lavate e tagliate a striscioline e i pomodori, versate due mestoli dell’acqua di cottura di questi ultimi, regolate di sale e fate cuocere per 25 minuti a fiamma bassa.

Nel frattempo fate cuocere le quattro uova in un pentolino con un cucchiaio d’olio all’occhio di bue. Quando l’acquacotta è pronta, trasferitela in quattro piatti da portata e, sopra ciascuno, mettete un uovo. Salate e servite in tavola.
Accorgimenti
Qualora le verdure tendessero ad asciugarsi troppo durante la cottura, aggiungete un goccio d’acqua. Fate attenzione a non ustionarvi con l’acqua calda quando scolate i pomodori: un consiglio potrebbe essere quello di usare un mestolo oppure di indossare le presine.
Idee e varianti
Potete servire l’acquacotta con delle fette di pane toscano tostate, per un piatto ancora più in linea con la tradizione!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?