Zuppa di porro

Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 4 persone
Tempo: 40 minuti
La zuppa di porro è un saporito comfort food, ideale per scaldarsi in uan fredda serata invernale, ma deliziosa da consumare anche in primavera, visto il suo sapore delicato. Preparata con un soffritto a base di olio EVO e burro, la preparazione della zuppa di porri è davvero semplicissima e a prova anche dei cuochi meno esperti, pur facendovi fare un figurone.

La sua consistenza vellutata, unita al sapore delicato dei porri rosolati nel burro, conferiranno a questa zuppa un sapore elegante e raffinato, pur essendo una preparazione molto semplice. Ideale per una cena in famiglia, la zuppa di porro con ricetta contadina, sarà un perfetto consommé vegetariano, da servire anche nel caso in cui abbiate ospiti a cena. Il successo della portata è assicurato!

Dunque non perdiamoci in altre chiacchiere e allacciamo i grembiuli: oggi prepariamo insieme una saporita zuppa di porro!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la zuppa di porro, per prima cosa dedicatevi a pulire la verdura. Disponendo i porri su di un tagliere, eliminate la base e la parte verde delle foglie, utilizzando un coltello a lama liscia, dopodiché praticate un'incisione lungo lo stelo bianco ed eliminate la prima foglia esterna. A questo punto lavate i porri sotto un getto di acqua fredda e asciugateli, poi tagliateli a metà e infine a rondelle sottili.

In un tegame fate sciogliere una noce di burro insieme a un filo d'olio extravergine di oliva. Quando saranno caldi, unite i porri, mescolando bene in modo che si insaporiscano e facendoli rosolare in maniera uniforme. A questo punto aggiungete un cucchiaio di farina setacciata e mescolate bene, facendo dorare i porri. Quando risulteranno rosolati e morbidi, aggiungete il brodo vegetale caldo e abbassate la fiamma.

Fate cuocere la zuppa di porro per circa 30 minuti, fino a quando si sarà ritirata in parte e risulterà ben gustosa.
Nel frattempo bruscate delle fette di pane casereccio, aggiungendo un filo di olio extravergine di oliva.
Quando la zuppa sarà pronta, spegnete la fiamma e usando un frullatore a immersione, frullatela del tutto in modo da avere una zuppa liscia. Regolate eventualmente di sale e pepe.

Disponete nei piatti da portata due crostini di pane e versateci sopra la zuppa ben calda. Completate a piacere con del pepe nero macinato e un filo di olio EVO e servite subito in tavola la vostra zuppa di porro!
Accorgimenti
Per questa ricetta noi abbiamo deciso di frullare del tutto i porri nella zuppa pronta, ma a piacere potrete saltare questo passaggio oppure frullarli solo in parte, in modo da avere diverse consistenze. Qualora una volta pronta e frullata, la zuppa dovesse sembrarvi troppo liquida, potrete farla asciugare ancora qualche minuto a fuoco dolce e rimestando spesso per evitare che si bruci.

Se invece non vorrete frullare la zuppa e dovesse sembrarvi troppo liquida, potrete aggiungere un cucchiaio di amido di mais, da stemperare con un po' della zuppa stessa, in modo da non creare grumi. Una volta aggiunto alla zuppa, riportate tutto sul fuoco e fate addensare per circa 5 minuti.

Inoltre vi consigliamo di non gettare la parte verde dei porri, potrete utilizzarla per creare un saporito brodo di verdure, magari proprio quello che vi servirà per la cottura della zuppa.

Qualora dovesse avanzare, la zuppa di porro si potrà conservare in frigo, dentro a un contenitore ermetico, fino a 2-3 giorni. Al momento del consumo vi basterà soltanto riscaldarla in un pentolino a fuoco dolce, magari aggiungendo un goccio di acqua se dovesse risultare molto densa.
In alternativa è anche possibile surgelare la zuppa di porro, sempre all'interno di un contenitore ermetico, e conservarla in questo modo fino a 2 mesi dalla preparazione. Anche in questo caso, quando vorrete consumarla, potrete farla scongelare dentro a un pentolino, aggiungendo un goccio di acqua e coprendo con il coperchio.
Idee e varianti
Quella che abbiamo visto è la ricetta più classica della zuppa di porro. Ma a piacere potrete ingolosirla in diversi modi. Ad esempio, potrete aggiungere del formaggio a pasta filata sopra a i crostini di pane, appena prima di versarvi sopra la zuppa calda: il calore farà fondere il formaggio, regalando un irresistibile tocco filante.

Per una versione più corposa, potrete poi optare per una gratinatura speciale dei crostini di pane. In questo caso dovrete sbattere due uova insieme al sale, al pepe, a un cucchiaio di Parmigiano e uno di pecorino. Versate quindi il mix sopra alle fette di pane casereccio e cuocete in forno a 200°C per circa 10 minuti. Quando saranno ben dorate, sfornate le fette di pane e posizionatele nei piatti da portata. Anche in questo caso potrete disporre del formaggio a pasta filata sul pane, prima di versare la zuppa di porro calda.

Invece per una variante meno calorica, potrete preparare una zuppa di porri light. In questo caso eliminate il burro dal soffritto e aggiungete solo un cucchiaio di olio EVO. Fate rosolare i porri e aggiungete un goccio di acqua per favorirne l'appassimento e per non farli bruciare. Quando saranno morbidi, potrete aggiungere il brodo vegetale e proseguire la cottura come visto sopra.

In ultimo, una variante davvero molto golosa, è la zuppa di porri gratinata. In questo caso disponete le fette di pane bruscato e la zuppa di porro, all'interno di cocotte di terracotta, adatte anche alla cottura in forno. Una volta che avrete versato la zuppa, aggiungete del formaggio grattugiato a piacere e del pepe nero e infornate le cocotte a 200°C per 10 minuti circa, fino a quando sulla superficie si sarà creata una golosa gratinatura.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?