Cavatelli alla pescatrice

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Introduzione
I cavatelli, o cavatiell in dialetto molisano, sono un tipo di pasta fresca realizzata con farina di semola e acqua. Sono tipici di molte regioni italiane come l’Abruzzo, il Molise, la Puglia, dove sono chiamati capunti e la Campania, dove vengono chiamati crusìcchi o cecaruccoli. Si tratta di una pasta di piccolo formato e dalla struttura ideale per catturare i sughi. Ecco perché vi proponiamo i cavatelli alla pescatrice, un pesce conosciuto anche con il nome di coda di rospo, molto pregiato e delicato!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare i cavatelli alla pescatrice, mondate l’aglio e la cipolla, tagliate in due il primo ed eliminate l’anima interna, quindi tritate molto finemente la cipolla.
Fate rosolare l’aglio per 2 minuti in padella con l’olio extravergine d’oliva, quindi toglietelo e mettete a rosolare la cipolla per circa 5 minuti a fiamma molto bassa. Aggiungete la polpa di pomodoro e fate cuocere il sugo per 15 minuti circa a fiamma sempre bassa e aggiustando di sale e pepe.

Nel frattempo pulite la rana pescatrice eliminando la pelle e la lisca centrale, poi tagliatela a pezzetti molto piccoli con un coltello ben affilato. Scaldate dell’olio in padella e fate saltare la rana appena 2-3 minuti, poi tenetela da parte.

Portate a bollore dell’acqua in una pentola, salatela leggermente e versatevi in cottura i cavatelli.

Scolate i cavatelli al dente (ci vorranno pochissimi minuti di cottura) e uniteli in padella con il sugo di pomodoro e ½ mestolo di acqua di cottura, quindi aggiungete la rana pescatrice e saltate il tutto per 2-3 minuti a fiamma alta.

Servite i cavatelli alla pescatrice ben caldi e buon appetito!
Accorgimenti
Saltate la pasta con l'acqua di cottura: in questo modo otterrete un sughetto cremoso e davvero appetitoso!
Idee e varianti
Se volete, potete realizzare lo stesso piatto utilizzando, al posto della polpa di pomodoro, dei pomodorini datterino o Pachino tagliati in 2 o in piccoli pezzi e saltati in padella con olio e aglio. Il piatto risulterà più fresco, ideale per un pranzo estivo!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?