Scialatielli con vongole

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Note: + 2 ore per la spurga delle vongole
Ecco un piatto classico di mare che ha sempre il suo perché: gli scialatielli con vongole! Come resistere al profumo delle vongole abbinato alla bontà di un formato di pasta fresca come gli scialatielli? Gli scialatielli sono tipici della Campania: simili agli spaghetti, ma un po' più spessi e più corti, vengono spesso conditi con sughi a base di pesce.
In questa ricetta ve ne proponiamo uno semplice semplice, ma irresistibilmente buono: un sughetto di pomodorini e vongole, per servire un piatto tradizionale, delizioso e adatto praticamente ad ogni occasione.
Vediamo subito come preparare gli scialatielli con le vongole!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Prima di iniziare a fare gli scialatielli con vongole ricordatevi di un passaggio preliminare importante: quello della spurga delle vongole.
Mettetele quindi dentro una terrina (dopo aver eliminato quelle con il guscio rotto) e copritele d'acqua, aggiungendo anche un po' di sale. Lasciatele così immerse per circa 2 ore.

Passate le 2 ore, scolatele e sciacquatele benissimo con acqua fresca. A questo punto le vongole sono pronte da cuocere: prima di metterle in padella, però, preparate anche i pomodorini che vanno tagliati a metà o in quattro spicchi, privati dei semini interni e della pelle.

Tritate quindi uno spicchio d'aglio e mettetelo in un grande tegame insieme ad un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva, aggiungendo anche un po' di prezzemolo finemente sminuzzato.
Quando l'aglio sarà leggermente colorito, potete mettere in padella le vongole: copritele e fatele dischiudere, tenendo la fiamma alta (ci vorrà molto poco). Una volta aperte, sfumatele con il vino bianco, fate evaporare l'alcol e aggiungete i pomodorini. Mescolate bene il tutto per amalgamare, schiacciando un po' i pomodorini con un cucchiaio di legno per ottenere un bel sughetto: spegnete quindi il fuoco.

Fate bollire dell'acqua per lessare gli scialatielli: quando arriverà ad ebollizione, salatela e tuffatevi la pasta, che deve cuocere per il tempo consigliato sulla confezione.

Trascorso il tempo della cottura, scolate gli scialatielli e saltateli per circa un minuto insieme al condimento di vongole e pomodorini, a fiamma vivace. Se lo gradite potete aggiungere un po' di prezzemolo tritato, mentre saltate il tutto.

Ed ecco pronti da impiattare i vostri scialatielli con vongole e pomodorini!
Accorgimenti
Per una riuscita perfetta della ricetta degli scialatielli con vongole è necessario seguire qualche semplice, ma importante accorgimento. Anzitutto, per evitare di trovarsi a mangiare sabbia, bisogna stare attenti a spurgare bene le vongole. L'acqua dell'ammollo va cambiata almeno una volta (meglio due) durante le due ore di spurga. E, per ottenere un piatto gustoso e profumato, è bene scegliere vongole di buona qualità, come le vongole veraci oppure le arselle.
Il sughetto di pomodorini non va fatto cuocere a lungo: non deve restringersi molto, ma è meglio che resti piuttosto liquido perché in ogni caso gli scialatielli assorbiranno buona parte del liquido quando li salterete in padella insieme al condimento. Infine, acquistate gli scialatielli possibilmente un buon pastificio artigianale (chi lo desidera può anche farli a casa preparando l'impasto con semola di grano duro, acqua e sale) e per evitare che mentre cuociono si incollino l'uno all'altro, mettete nell'acqua un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.
Seguendo tutte queste semplici accortezze servirete degli scialatielli con vongole praticamente perfetti!
Idee e varianti
Gli scialatielli con le vongole sono solo una delle tante ricette che è possibile realizzare con questo formato di pasta. Infatti in Campania si usa condire gli scialatielli in vari modi: sono squisiti anche con le cozze e i pomodorini (in pratica la ricetta è la stessa: basta sostituire le vongole con le cozze) oppure con dei frutti di mare misti!

I pomodorini danno un tocco di colore e sapore in più al piatto, ma se preferite potete anche evitare di metterli: per fare gli scialatielli alle vongole in versione bianca, sarà sufficiente fare aprire i molluschi nel tegame, per poi sfumarli con il vino bianco e condirli con una bella spolverata di prezzemolo tritato. Nel momento in cui saltate gli scialatielli con le vongole, unite anche un poco dell'acqua di cottura della pasta per ottenere un piatto più legato e cremoso.

Se amate i piatti dal gusto di mare particolarmente intenso, allora adorerete la ricetta degli scialatielli con vongole e bottarga!
La bottarga infatti ha un sapore deciso, specie se usate quella di tonno (la bottarga di muggine, invece, è più delicata). In ogni caso consigliamo di optare per quella fresca, che è più pregiata rispetto a quella in polvere e mantiene maggiormente intatto il suo tipico gusto.
Per fare gli scialatielli con bottarga e vongole, seguite tutti i passaggi della ricetta che abbiamo visto sopra: quando alla fine saltate la pasta con il condimento, grattugiatevi sopra circa 40 g di bottarga fresca, mantecando bene il tutto. Chi lo desidera potrà eventualmente aggiungere altra bottarga direttamente nel piatto.
Oppure potete preparare questo primo in versione bianca, facendo quindi dischiudere le vongole e condendole con un po' di prezzemolo tritato: anche in questo caso la bottarga va grattugiata solo alla fine, nel momento in cui si saltano gli scialatielli insieme alle vongole.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?