Pasta alla crudaiola

Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 4 persone
Tempo: 15 minuti
La pasta alla crudaiola è un piatto regionale legato alla Puglia e che ricorda subito l'estate, sia per colori che per il sapore fresco e leggero. Preparata con pochissimi ingredienti, la ricetta della pasta alla crudaiola pugliese è una di quelle preparazioni che non richiedono molto tempo né grandi abilità culinarie, un piatto semplice e perfetto per una cena leggera in famiglia, dai tipici toni estivi. Nella pasta alla crudaiola classica non ci saranno altro che pomodorini, basilico, origano, sale e olio EVO, il tutto insaporito da una grattugiata di ricotta salata, che donerà un tocco di sapidità in più al piatto. Perfetta per essere servita per una cena all'aperto, la leggerezza di questo piatto unito alla sua praticità di preparazione, la renderanno una ricetta immancabile sulle vostre tavole estive.

Dunque allacciamo i grembiuli e mettiamoci ai fornelli: oggi vediamo insieme come si fa la pasta alla crudaiola!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la pasta alla crudaiola per prima cosa lavate i pomodorini e asciugateli, poi tagliateli a pezzetti e trasferiteli in una ciotola capiente.
A questo punto sbucciate lo spicchio di aglio e tagliatelo a metà unendolo ai pomodorini, poi lavate le foglie di basilico sotto un getto di acqua fresca, asciugatele e rompendole con le mani, unite anche queste nella ciotola.
Completate il tutto con un generoso filo di olio extravergine di oliva, l'origano secco, sale e pepe e coprite la ciotola con un foglio di pellicola alimentare, mettendola poi a riposare in frigo per un paio di ore.

Passato il tempo del riposo, ponete a bollire una pentola di acqua leggermente salata in cui cuocere la pasta. Scolate poi la pasta al dente ed unitela al condimento macerato nella ciotola.
Mischiate bene in modo che la pasta si insaporisca, eliminate le due metà dello spicchio aglio e completate il piatto con una grattugiata di ricotta salata. La vostra pasta alla crudaiola è pronta per essere servita e gustata!
Accorgimenti
Il tempo di riposo in frigo del condimento è essenziale per ottenere una pasta alla crudaiola davvero saporita. In alternativa, se vorrete servire il piatto completamente freddo, potrete anche preparare il condimento mentre cuoce la pasta, scolarla poi al dente nella ciotola del condimento, mischiare e lasciare riposare il tutto in frigo per le due ore successive. In questo modo otterrete un'insalata di pasta dal sapore fresco e tipicamente estivo.

Per questa ricetta noi abbiamo usato gli spaghetti, ma saranno perfetti anche altri formati di pasta corta come le penne, i sedanini, i celentani, le caserecce o i fusilli. Se poi volete mantenere il tono regionale della ricetta, vi consigliamo di preparare delle sfiziosissime orecchiette alla crudaiola: saranno una garanzia di successo!

Perfetta per essere servita anche in occasione di una bella grigliata all'aperto, la pasta alla crudaiola è anche un modo sfizioso per imbandire un buffet o come portata per un'apericena estiva. Vi basterà distribuire delle monoporzioni all'interno di ciotoline e disporle sulla tavola in modo che i vostri ospiti possano servirsi. Per maggiore praticità di servizio e consumo, in questo caso vi consigliamo di utilizzare dei formati di pasta più compatti, come i celentani o le orecchiette. Siamo certi che andranno a ruba!

Qualora avanzasse la pasta alla crudaiola si può benissimo conservare in frigo, dentro a un contenitore ermetico, per 2-3 giorni. Al momento del consumo potrete semplicemente farla tornare a temperatura ambiente, lasciandola per una mezz'oretta fuori dal frigo oppure scaldarla per 20-30 secondi al microonde per renderla nuovamente tiepida. Visto il tipo di preparazione e ricetta, ne sconsigliamo la surgelazione.
Idee e varianti
La pasta alla crudaiola è una ricetta molto semplice che a piacere si può arricchire con moltissimi altri ingredienti. Ad esempio potrete aggiungere dei cubetti di prosciutto cotto o dei fiammiferi di speck oppure, per renderla più cremosa, aggiungere della Philapelphia che con il calore della pasta si scioglierà rendendo il piatto davvero goloso. Se invece siete degli amanti delle erbe aromatiche potrete creare un trito a base di origano, rosmarino, timo, maggiorana e salvia con cui insaporire la pasta alla crudaiola. Inoltre noi per questa ricetta abbiamo usato dei pomodorini, ma andranno benissimo anche dei pomodori San Marzano ben maturi.

Se volete ingolosire questa ricetta, vi consigliamo anche di preparare la pasta alla crudaiola al forno. In questo caso le prime fasi della ricetta rimangono invariate e dopo aver condito la pasta, dovrete aggiungere anche dei cubetti di provola (circa 150 g), mescolare bene e trasferire la pasta in una pirofila da forno, livellandola bene. Completate con della ricotta salata e del Parmigiano grattugiato e cuocete in forno preriscaldato in modalità statica a 180°C per 25-30 minuti. Non appena si sarà formata una golosa gratinatura superficiale, sfornate la vostra pirofila di pasta e lasciatela intiepidire per una decina di minuti prima di servirla. Completando la cottura in forno, in questo caso vi consigliamo di scolare la pasta molto al dente, in modo che non diventi troppo morbida una volta pronta.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?