Calamari in umido

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 40 minuti
Introduzione
I calamari in umido sono un secondo piatto a base di pesce molto gustoso, saporito e adatto da preparare in tutte le stagioni. Uno di quei tipici piatti casalinghi che danno sempre molta soddisfazione! Soprattutto se li si prepara con della salsa al pomodoro, in modo da poter fare la classica scarpetta per raccogliere come si deve il sughetto...
Preparare questa prelibatezza non è neanche difficile e ci vuole poco tempo (i calamari non hanno bisogno di lunghi tempi di cottura): vediamo come fare!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare la ricetta dei calamari in umido dovete iniziare dalla pulizia dei calamari. Prima sciacquateli bene sotto un getto d'acqua corrente fresca, dopodiché staccate la testa dal mantello (dovreste riuscire a farlo semplicemente con le mani). Dentro il mantello troverete la penna di cartilagine: estraete anch'essa, dopodiché tirate fuori le interiora. A questo punto risciacquate ancora bene i vostri calamari. Staccate quindi la testa dai tentacoli, usando un piccolo coltellino.
Ora aprite il mantello e tagliatelo a listarelle, mentre i tentacoli potete tranquillamente lasciarli interi.

Sbucciate uno spicchio d'aglio e una cipolla e tritate finemente entrambi. Fateli quindi soffriggere in una padella capiente in cui avrete versato 3 cucchiai di olio. Quando il soffritto sarà appassito, unite le listarelle di calamari e fatele cuocere a fuoco piuttosto alto per circa 3-4 minuti. Dopo averli saltati bene, sfumate con il vino bianco e fatelo evaporare. Unite quindi un bicchiere d’acqua e la passata di pomodoro.

Salate a piacere e fate cuocere i calamari a fiamma bassa, per circa 15 minuti.

Intanto preparare il prezzemolo lavandolo e tritandolo finemente. Aggiungetelo ai calamari quando manca un minuto al termine della cottura.

Trasferite i vostri calamari in umido su un piatto da portata e serviteli in tavola ben caldi.
Accorgimenti
La ricetta che vi abbiamo proposto prevede preferibilmente l’impiego dei calamari freschi: se volete facilitarvi e velocizzarvi il lavoro, acquistateli già puliti dal vostro pescivendolo di fiducia (in questo modo eviterete tutti i passaggi sopra descritti necessari per la pulizia). Tuttavia, qualora non riusciste a reperirli freschi in commercio, potete utilizzare quelli surgelati.

Ricordate di alzare la fiamma al massimo per una ventina di secondi circa quando sfumate con il vino, in modo che l’eccesso di alcol si disperda.

Si possono preparare i calamari in umido col Bimby? Assolutamente sì! Iniziate mettendo l'aglio sbucciato e il prezzemolo nel boccale e azionate il robot a velocità 7, per circa 5 secondi. Prelevate metà del composto ottenuto e mettetelo da parte, tenendo la restante metà nel boccale. Unite anche l'olio (e un pizzico di peperoncino se vi piace) e fate andare a velocità 1, 100°, per 3 minuti. Aggiungete le listarelle di calamaro, salate e cuocete con il Varoma per 5 minuti, impostando la velocità Soft antiorario. Versate quindi il vino e proseguite la cottura con le stesse modalità del passaggio precedente per altri 5 minuti. Per finire aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere a 100°, velocità Soft antiorario, per un quarto d'ora. I vostri calamari in umido Bimby sono pronti: serviteli completandoli con il trito di aglio e prezzemolo tenuto da parte.
Idee e varianti
I calamari in umido sono deliziosi da soli (accompagnateli con un buon bicchiere di vino bianco, dal gusto fresco e delicato), ma potete anche usarli come saporito condimento per la pasta o per farcire dei crostini di pane tostato!

Se amate il gusto piccante insaporite il sugo di pomodoro con del peperoncino fresco, mentre se non vi piace il prezzemolo potete anche eliminarlo dalla preparazione.

La ricetta che vi abbiamo proposto prevede l'impiego della passata di pomodoro: si tratta di una modalità molto comune di preparare questo piatto, ma non è certo l'unica!
Fra le tante ricette con i calamari in umido, vi segnaliamo in particolare la versione in bianco, senza pomodoro: è più delicata e, vista l'assenza della salsa, il gusto del pesce si sente di più. Per preparare i calamari in bianco nel modo più semplice possibile vi basterà saltarli per 3-4 minuti in un trito preparato con prezzemolo e aglio: bagnateli quindi con un po' di vino bianco, fate evaporare l'alcol, dopodiché aggiungete mezzo bicchiere circa di brodo di pesce caldo, coprite il tegame e fate cuocere i vostri calamari per circa 10-15 minuti.
Se preferite preparare una versione in bianco un po' più ricca, potete aggiungere ai calamari dei pisellini surgelati e delle patate tagliate a tocchetti: uniteli al pesce solo dopo averlo sfumato con il vino bianco. Le possibili ricette, comunque, sono tante: potete aggiungere verdure varie ed erbe aromatiche a piacere, personalizzando i vostri calamari a seconda della disponibilità degli ingredienti e naturalmente delle vostre preferenze!

Come piccola variante di questo piatto, vi consigliamo di preparare gli anelli di calamari in umido. Sarà sufficiente non tagliare i calamari a listarelle, ma ad anelli, seguendo per il resto la ricetta sopra riportata. Per maggiore comodità, se li trovate potete acquistare gli anelli direttamente in pescheria.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?