Ragù di carne

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 120 minuti
Introduzione
Il ragù, specialità tutta italiana talmente conosciuta da non richiedere presentazioni, si può preparare in modi leggermente diversi a seconda della ricetta. Ad esempio, avete mai provato il ragù di carne? Si tratta di una variante del classico sugo alla bolognese. Le due ricette in effetti sono piuttosto simili, ma in quella del ragù di carne sono utilizzate meno verdure e, come dice il nome stesso, viene esaltato maggiormente il gusto della carne.
Si tratta comunque di una preparazione che, spostandosi da una località all'altra, può subire alcune modifiche, perché risente abbastanza delle tradizioni familiari e di quelle del posto (quasi ogni famiglia ha il suo piccolo segreto o la sua variante personale per preparare un buon ragù!).
Di seguito noi vi proponiamo una ricetta semplice del ragù di carne: semplice da realizzare, ma molto gustosa, essendo a base di tre tipi di carne differenti (macinato di manzo, macinato di maiale e salsiccia). Cimentatevi nella preparazione per ottenere un condimento da leccarsi i baffi, perfetto per le classiche lasagne o per completare alla perfezione un semplice piatto di pasta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Iniziate la preparazione del ragù di carne sbucciando la cipolla e tritandola finemente con un coltello affilato oppure una mezzaluna. Dopo aver tritato la cipolla, sbriciolate la salsiccia con le mani e tenetela da parte.

In una casseruola scaldate un po' d'olio, per poi unirvi il trito di cipolla. Fatela rosolare bene finché non risulterà appassita.

A questo punto potete unire al soffritto i due macinati: sia quello di manzo che quello di maiale, mescolando bene con un cucchiaio di legno sia per mischiarli fra di loro che per insaporirli nel soffritto di cipolla. Aggiungete subito anche la salsiccia sbriciolata tenuta da parte e mescolate nuovamente, facendo rosolare bene tutte le carni per circa 10 minuti (durante questo lasso di tempo mescolate di tanto in tanto).

Quando i succhi rilasciati dalle carni si saranno asciugati, bagnate il tutto con il vino rosso e fatelo evaporare a fuoco vivo.

Una volta evaporato l'alcol, aggiungete i pelati alla carne. Salate, pepate e mescolate bene tutti gli ingredienti. Abbassate la fiamma e fate cuocere lentamente il tutto per almeno 2 ore. A fine cottura il vostro ragù di carne dovrà risultare piuttosto denso e asciutto.
Accorgimenti
Il segreto per una perfetta riuscita di questo ragù – come anche del ragù classico alla bolognese – sta nella cottura lunga e lenta. Preparatelo quindi quando sapete di avere tutto il tempo necessario a disposizione: non è un condimento che si può realizzare all'ultimo minuto e di fretta. Se non disponete di molto tempo, è raccomandabile la preparazione un giorno prima dell'uso e quindi la conservazione in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.

Molto importante è anche utilizzare delle carni fresche e di prima scelta: impossibile che il ragù esca bene e gustoso al punto giusto se l'ingrediente principale non è di ottima qualità! Per non rischiare, acquistate quindi la carne dal vostro solito macellaio, chiedendogli dei tagli che vadano bene per il ragù: non tutti, infatti sono indicati. Meglio evitare quelli troppo magri e scegliere piuttosto quelli con un po' di grasso, che daranno maggior sapore al vostro condimento, rendendolo davvero speciale.

Rispetto al sugo alla bolognese, il ragù di carne deve avere un bel colore rosso, dovuto al maggior contenuto di pomodoro.
Idee e varianti
Per rendere il ragù ancora più aromatico e saporito, potete unire al soffritto anche 1-2 spicchi d'aglio e un po' di prezzemolo, entrambi finemente tritati. Il ragù classico alla bolognese si prepara aggiungendo anche altre verdure al soffritto (generalmente una carota e una costa di sedano).

La ricetta del ragù di carne si può variare un po' cambiando il tipo di carne utilizzata: alcuni preferiscono usare solo il macinato di manzo e quello di maiale, altri invece aggiungono anche la salsiccia (come nella nostra ricetta) per dare più sapore.
Altrimenti si può scegliere la carne di agnello, quella di cinghiale o quella di coniglio: sono tutti ottimi ragù per condire la pasta. Il procedimento è lo stesso: cambia solo il tipo di carne e quindi, in definitiva, il sapore del ragù.

Un'altra ottima variante è il ragù bianco: provatelo se volete cambiare un po' e sperimentare un condimento nuovo! Come si intuisce facilmente dal nome, si tratta di un ragù sempre a base di carne, ma che si prepara senza pomodoro (qui trovate la ricetta).

Al posto del vino rosso, per sfumare va benissimo anche del vino bianco.

Come la maggior parte dei ragù, quello di carne si sposa particolarmente bene con le tagliatelle (cliccate qui per leggere la ricetta delle classiche tagliatelle al ragù di carne macinata), ma è adatto anche a certi tipi di pasta corta, come le penne o gli gnocchetti. Inoltre, è perfetto naturalmente come ripieno per le lasagne o per preparare pasticci di pasta gratinati al forno: a voi la scelta!

Alla carne preferite il pesce? O semplicemente volete provare un condimento un po' diverso dal solito? Allora vi consigliamo di provare anche il ragù di pesce!

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?