Cerca
Ricette con Cipolla
Stampa questo contenuto

Cipolla

Cerca tutte le ricette con Cipolla


Caratteristiche generali
La cipolla è il bulbo di una pianta della famiglia delle Lilicae.
Grazie al suo aroma e alle numerose qualità organolettiche, è forse l'ortaggio più diffuso in Italia.
Ricche di potassio, calcio, sodio e fosforo, le cipolle contengono anche molta vitamina C.
Inoltre ha azione antibatterica, diuretica, antiemorragica e tonificante per i vasi sanguigni.

Stagione
Le cipolle si trovano tutto l'anno: i mesi migliori sono quelli estivi.

Tipi/Varietà
Le cipolle si possono dividere in tre qualità, a seconda del colore e del sapore:
• Cipolla bionda, da consumare prevalentemente cotta.
• Cipolla rossa, di sapore dolce, ottima anche cruda.
• Cipolla rossa di Tropea, particolarmente dolce, dal colore caratteristico, è un ortaggio prevalentemente estivo.
Inoltre possiamo annoverare i cipollotti, raccolti quando il bulbo è ancora immaturo; lo scalogno, originario della Palestina ma coltivato in tutta Europa, dalla forma allungata e dal sapore leggero e delicato; le cipolline, ottime cucinate in agrodolce.

Uso in cucina
Le cipolle si prestano a moltissimi utilizzi, sia come alimento a sé stante che nella preparazione di salse e condimenti.
Usata come base per soffritti, insieme a sedano e carote, la cipolla può essere preparata al forno, in agrodolce, o consumata cruda in insalata o come accompagnamento dei fagioli.
Le cipolline s prestano ad essere conservate sotto aceto, o in deliziose confetture da assaporare con i formaggi stagionati.

Come pulire
Le cipolle si consumano dopo aver eliminato la buccia esterna e le estremità.

Guida all’acquisto
Al momento dell'acquisto, verificate che le cipolle abbiano una consistenza compatta, non presentino muffe e non abbiano germogli.

Metodo di conservazione
Le cipolle si conservano a temperatura ambiente, in un luogo fresco e asciutto, anche fino a tre settimane. Se iniziano a germogliare, è opportuno gettarle.

Curiosità
Le cipolle contengono delle sostanze che, oltre a conferire il loro caratteristico aroma, provocano anche quel fastidioso effetto di lacrimazione nel momento in cui si tagliano.
I pareri sono discordanti: alcuni consigliano di immergerle in acqua fredda per mitigare questo effetto, altri affermano che in questo modo si perde gran parte del profumo del bulbo.

Tag Ricetta:

Ingrediente

Commenti:

Inviato da Lello il 13/02/2011 alle 13:15

Qualcuno mi dica come eliminare l'alito cattivo che lascia la cipolla dopo averla mangiata?

Inviato da francesca toro il 22/10/2010 alle 08:06

consiglio:
per non lacrimare, quando sbucciate e tagliate la cipolla, mettete nella punta del coltella della mollica di pane.
fidatevi! Ho già provato