Cerca
Sei in: Homepage / Ricette / Secondi Piatti / Pesce / Baccalà con carciofi
Baccalà con carciofi
Stampa questo contenuto

Baccalà con carciofi

Difficoltà: difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 40 minuti
Note aggiuntive: + 12 ore di ammollo del baccalà in acqua fredda
Il baccalà con carciofi è una ricetta presente in molte regioni italiane, in particolar modo quelle affacciate sul Mediterraneo, nonostante il fatto che baccalà e stoccafisso provengono da pesi nordici.

Preparazione:
Ammollate il baccalà, tenendolo a bagno per una notte.
Il giorno successivo, lessatelo brevemente in una pentola di acqua bollente.
Scolatelo e adagiatelo in un tegame in cui avete fatto rosolare l’aglio e la cipolla. Irrorate con un po’ di acqua bollente e portate avanti la cottura, aggiustando di sale e pepe.
Nel frattempo pulite i carciofi, riduceteli a fettine e rosolateli a parte con aglio e prezzemolo.
Unite i filetti di baccalà facendo attenzione a non romperli. Aggiungete i pinoli, le olive e terminate la cottura.

Accorgimenti:
Regolatevi di sale assaggiando un pezzetto di baccalà, che nonostante l’ammollo può risultare sempre molto salato.
Mentre pulite i carciofi, immergeteli in acqua acidulata con succo di limone per evitare che si anneriscano.

Idee e varianti:
La ricetta di baccalà con carciofi può essere arricchita a piacere con ingredienti semplici come patate, alici e capperi.
Inserisci commento

Commenti:

Nessun commento.