Flan alla vaniglia

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 85 minuti
Note: + 3 ore per il raffreddamento del flan
Introduzione
Il flan alla vaniglia è un dolce al cucchiaio che garantisce sempre un successone a tavola. La sua delicata consistenza (simile a quella di un budino o di un crème caramel) e l'aroma invitante della vaniglia, di solito accontentano anche i palati più esigenti e raffinati. Preparare il flan alla vaniglia non è difficile, ci vuole però un po' di pazienza perché la ricetta, pur non essendo elaborata, non è velocissima. Inoltre il flan deve raffreddarsi per bene qualche ora in frigorifero prima di essere consumato.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Tagliate a metà la stecca di vaniglia nel senso della lunghezza e mettetela insieme al latte e alla panna fresca in un pentolino. Ponete il pentolino sul fuoco (a fiamma piuttosto bassa) e, quando vedrete il latte e la panna iniziare a bollire, spegnete e fate riposare il composto per una decina di minuti, possibilmente coperto.

Nel frattempo sbattete 2 tuorli e 2 uova intere con 100 g di zucchero: quando avrete ottenuto un composto dalla consistenza morbida e cremosa, unite anche l'amido di mais. Girate per farlo incorporare.

A questo punto aggiungete alle uova anche la miscela di latte e panna, filtrandola con un colino. Mescolate con cura per evitare che si formino grumi: l'insieme deve risultare omogeneo. Il composto per il flan è pronto.

Preparate quindi il caramello facendo sciogliere i restanti 120 g di zucchero in circa 3 cucchiai d'acqua. Portate il caramello a ebollizione e tenetelo per qualche minuto sul fuoco finché non avrà assunto una colorazione piuttosto scura.

Prendete lo stampo per il flan e versatevi il caramello cercando di distribuirlo in modo da foderarne tutta la sua superficie: per facilitare l'operazione muovete lo stampo facendolo roteare.

Trasferite quindi il composto del flan nello stampo, copritelo con della carta stagnola e fatelo cuocere in forno a bagnomaria (l'acqua del bagnomaria deve oltrepassare di poco la metà dello stampo) a 180 °C per circa 1 ora.

Una volta estratto dal forno, fate raffreddare un po' il flan a temperatura ambiente, per poi metterlo in frigorifero dove lo lascerete riposare per 3 ore (se lo lasciate di più, ancora meglio!).

Per servire il flan vi basterà capovolgerlo sul piatto da portata.
Accorgimenti
Fate attenzione quando unite la miscela di latte e panna al composto di uova: va aggiunta poco per volta e mescolando di continuo, altrimenti si formeranno grumi.

Se il flan vi sembra poco sodo al centro dopo la cottura in forno, non significa che non è pronto: non c'è bisogno quindi di rimetterlo in forno perché, con il riposo in frigorifero, si addenserà al punto giusto.
Idee e varianti
Se volete che l'aroma della vaniglia si senta in modo particolarmente forte, utilizzatene 2 stecche.

Per arricchire il vostro flan alla vaniglia potete cuocerlo su una base di pasta brisè (preparata da voi o acquistata già pronta), senza utilizzare il classico stampo per il flan: in questo modo verrà più basso e assomiglierà in tutto e per tutto ad una torta. In tal caso il caramello andrà spalmato sopra la torta.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?