Bao

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 6 persone
Tempo: 50 minuti
Note: + 3 ore totali di lievitazione dell'impasto
I bao sono dei soffici panini cotti al vapore, di origine cinese che possono essere farciti a piacere sia con ripieni dolci che con ripieni salati. Come vedremo, i panini bao sono abbastanza semplici da preparare, ma necessitano di ben 3 lievitazioni, dunque i tempi di esecuzione della ricetta risultano piuttosto lunghi. Per questo motivo dovrete organizzarvi in anticipo, per poter averli pronti al momento del servizio.

La ricetta non presenta particolari difficoltà, ma ci sono alcuni accorgimenti a cui è necessario prestare attenzione, per ottenere dei panini davvero soffici e leggeri, in grado di avvolgere alla perfezione il ripieno e regalando un'esperienza culinaria davvero unica. Ideali per una cena in famiglia un po' particolare oppure da servire come portata di una divertente apericena tra amici, siamo certi che i bao andranno letteralmente a ruba. Tutti vorranno avere la ricetta!

Dunque allacciamo i grembiuli e mani in pasta: oggi vediamo come preparare degli irresistibili bao con ricetta cinese originale!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare i bao, per prima cosa fate sciogliere in acqua tiepida il lievito di birra secco insieme a un cucchiaino di zucchero. Mescolate bene e fate riposare 10 minuti, fino a quando il lievito si attiverà formando una schiuma superficiale.
A questo punto setacciate nella ciotola della planetaria, la farina 00, la farina di riso, la farina manitoba e il pizzico di sale. Mescolate bene e aggiungete anche il lievito sciolto in precedenza e il latte. Con il gancio a foglia, iniziate a mescolare gli ingredienti a bassa velocità, fino ad amalgamarli perfettamente, dopodiché sostituite con il gancio a uncino e aumentate di una tacca la velocità di lavorazione. Aggiungete a filo l'olio di semi mentre l'impasto continua ad essere lavorato e quando si staccherà dalle pareti e si incorderà al gancio, spegnete la planetaria e trasferitelo sul piano da lavoro leggermente infarinato.

Lavorate a mano l'impasto per qualche minuto, dandogli una forma tondeggiante, infine adagiatelo all'interno di una ciotola capiente ben oliata e copritelo con un canovaccio di cotone pulito, lasciandolo lievitare per circa 2 ore.
Quando l'impasto avrà raddoppiato il suo volume, versatelo nuovamente sul piano da lavoro e lavoratelo di nuovo per qualche istante.

Porzionate l'impasto in 12 bocconcini e date una forma tondeggiante ad ogni porzione. Distribuiteli poi su una leccarda coperta di carta forno e copriteli con un foglio di pellicola alimentare per evitare che si secchino. Fate lievitare per circa 30 minuti e nel frattempo ritagliate dei quadrati di carta forno da 10 cm per lato.

Dopo la seconda lievitazione, riprendete i bocconcini di impasto e stendeteli leggermente con un mattarello, rendendole ovali. Poi chiudeteli a metà posizionando un quadrato di carta forno al centro per evitare che si attacchino.
Una volta finito questo passaggio, posizionate i bao all'interno dei cestelli della vaporiera rivestiti con della carta forno bucherellata. Lasciate lievitare per altri 30 minuti, poi versate l'acqua sul fondo della vaporiera e portate a bollore.
Appena l'acqua avrà raggiunto il punto di ebollizione, impilate al di sopra i cestelli con i bao e cuoceteli per circa 8-10 minuti. Una volta pronti, lasciateli intiepidire leggermente e farcire i bao a vostro piacimento!
Accorgimenti
Per la preparazione dei bao, noi abbiamo utilizzato una planetaria, che agevola il lavoro e crea una perfetta maglia glutinica che farà lievitare alla perfezione l'impasto. Ma se non avete una planetaria, potrete preparare anche l'impasto a mano. Il consiglio è di lavorare molto bene gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto piuttosto elastico e di aggiungere l'olio di semi solo all'ultimo, poco per volta e facendolo assorbire perfettamente dall'impasto, prima di aggiungerne dell'altro.

Durante la cottura dei bao dovrete prestare attenzione alla temperatura dell'acqua. Se utilizzate una vaporiera, impostate la temperatura al minimo, se invece cuocerete i bao utilizzando una pentola e i cestelli di bambù, dovrete prendere una pentola che abbia il medesimo diametro dei cestelli e mantenere la fiamma al minimo in modo che l'acqua all'interno sobbolla appena. Se la temperatura sarà troppo alta, i bao finiranno per gonfiarsi troppo, per poi sgonfiarsi quando si raffredderanno.

I bao dovrebbero essere serviti appena pronti, per gustarne al meglio la sofficità e il sapore delicato. Ma qualora dovessero avanzare, potrete comunque conservarli all'interno di un contenitore ermetico, per 3-4 giorni. Al momento del consumo, vi basterà farcirli a piacere e consumarli freddi oppure riscaldarli per qualche istante al vapore, in modo da recuperare in parte la loro morbidezza.
Idee e varianti
Quella che abbiamo visto è la ricetta classica dei bao cinesi, ideali sia per accogliere farciture dolci che farciture salate. Se vorrete decorare i bao, potrete spennellarli appena con dell'acqua e aggiungere dei semi di sesamo o di papavero sulla loro superficie, appena prima di cuocerli al vapore.

I bao possono essere farciti con verdure, formaggi, carne o filetti di pesce, come ad esempio il salmone, utilizzandoli come dei veri e propri panini. Ma come abbiamo accennato esiste anche il bao dolce, con ripieni che spaziano da creme spalmabili a crema pasticcera e frutta.

Il più classico di tutti è sicuramente il bao con nutella, ma a piacere potrete prepararlo anche con una crema al pistacchio, aggiungere della frutta secca oppure della panna. In questo modo creerete un vero e proprio dessert da servire a fine pasto, che si ispira alla cucina asiatica.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?