Pasta con nduja

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Se vi piacciono i sapori forti e piccanti allora questa ricetta fa proprio per voi! Stiamo parlando della pasta con nduja, un primo piatto tipico calabrese in cui si usa appunto la nduja, una sorta di salamella molto morbida e...molto piccante. D'altronde non poteva essere altrimenti viste le sue origini (Vibo Valentia per la precisione) e infatti solitamente la si gusta spalmata su una spessa fetta di pane per attenuarne la piccantezza. Questa pasta nasce poi come piatto di recupero, mettendo insieme vari prodotti tipici del luogo: la cipolla rossa di Tropea, la nduja preparata con carne di maiale, spezie e tanto peperoncino calabrese, la ricotta usata in una variante molto diffusa (e che vi proponiamo) e volendo anche il pecorino locale. Insomma, il sapore non manca di certo, e se anche non siete avvezzi a gusti così decisi vi consigliamo vivamente di provare, basterà ridurre leggermente le dosi di nduja.
Allora, siete pronti? Vediamo subito come fare la pasta con la nduja!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Preparare la pasta con nduja è abbastanza veloce. Iniziate mettendo sul fuoco l'acqua per la pasta e poi dedicatevi al sugo preparando un soffritto con la cipolla rossa: affettatela fine fine e mettetela in un tegame antiaderente con un filo di olio extravergine d'oliva e fatela soffriggere. Quando si sarà dorata aggiungete la passata di pomodoro e lasciate cuocere a fuoco lento.

Quindi preparate la nduja: posatela su un tagliere, incidete il budello, apritela a libro e spellatela, infine tagliatela a pezzettini e, prima che il sugo si restringa troppo, mettetela in padella, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua calda presa dalla pentola della pasta (prima di averla salata). Questo vi aiuterà a sbriciolare meglio la nduja (schiacciatela con una forchetta), così che si amalgami meglio nel sugo.

A questo punto potete salare l'acqua per la pasta e, a bollore raggiunto, tuffarvi la pasta che avete scelto. Controllate e assaggiate il condimento, considerando che più lo fate cuocere più la nduja acquisterà sapidità e piccantezza. Quindi regolatevi secondo il vostro gusto.

Quando mancheranno due o tre minuti alla fine della cottura della pasta, scolatela velocemente senza farla sgocciolare troppo, e trasferitela subito nella padella, su fuoco vivo. Aggiungete un po' di olio e qualche foglia di basilico fresco spezzettato. Mescolate in modo deciso ma delicato, per far amalgamare bene il tutto, poi togliete dal fuoco.

La pasta con nduja va servita ben calda, affinché tutti i suoi sapori e profumi vengano esaltati al massimo: quindi portatela subito in tavola, eventualmente aggiungendo una macinata di pepe nero nei singoli piatti, a piacere dei commensali.
Accorgimenti
La pasta con nduja può essere preparata con qualsiasi formato e tipologia di pasta, ma vi consigliamo di preferire quelli lunghi e spessi oppure corti ma grossi e cavi, che possano trattenere bene il condimento. E' molto indicata anche la pasta integrale, che con il suo sapore grezzo esalta quello della nduja e del pomodoro.
Idee e varianti
Se preferite, potete preparare la ricetta della pasta con nduja usando dei pomodori freschi al posto della passata. I più indicati sono i pomodorini Pachino o i ciliegini, che taglierete semplicemente in due e metterete in padella assieme all'aglio o alla cipolla fino a farli appassire. Infine, se volete rendere il vostro piatto di pasta alla nduja ancora più saporito e invitante, non c'è niente di meglio che completarla con una bella grattugiata di Pecorino.

La variante classica della pasta con nduja, amata tanto quanto l'originale, è quella con la ricotta: vi assicuriamo che è veramente squisita e ha una consistenza deliziosamente cremosa.
Vediamo quindi come si fa la pasta con la nduja seguendo anche questa ricetta: è molto semplice. Per prepararla dovrete sostituire la cipolla con un paio di spicchi d'aglio, ed aggiungere ovviamente la ricotta: ne servono circa 300 g. Fate così: sbucciate l'aglio e fatelo rosolare in padella con l'olio d' oliva. Quando inizierà a soffriggere aggiungete la passata di pomodoro, chiudete con il coperchio e fate cuocere per un quarto d'ora più o meno. Poi pulite e tagliate a pezzetti la nduja, e aggiungetene i 3/4 in padella, mescolando e proseguendo la cottura fino a che non si sarà sciolta completamente. Nel frattempo fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata, e quando sarà quasi arrivata a cottura riversatela nella padella e mescolate bene per amalgamarla al sugo. Infine aggiungete i restanti pezzetti di nduja e la ricotta, a piccole cucchiaiate per volta. Mantecate con un filo d'olio e concludete il vostro piatto di pasta con nduja e ricotta spezzettandovi sopra delle foglie di basilico fresco.

Un'altra variante, meno comune, prevede di sostituire con la pancetta, dolce o affumicata, la nduja agli ingredienti della pasta con nduja, magari per incontrare il gusto di chi non ama particolarmente il piccante del tipico salume calabrese. Questo conferirà alla pasta più sapore ma diminuirà il grado di piccantezza del piatto. Per dare ancor più carattere potete aggiungere anche un paio di peperoncini friggitelli: la loro dolcezza contrasta divinamente con la sapidità della pancetta e il piccante della nduja!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?