Pasta con le fave

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 40 minuti
La pasta con le fave che vi presentiamo nella seguente ricetta è un piatto veramente gustoso e irresistibile nella sua semplicità: inoltre è anche molto nutriente.
Se pensate che ci voglia parecchio tempo per prepararlo, vi sbagliate perché si tratta di una deliziosa pasta con le fave fresche: e naturalmente le fave fresche cuociono molto più rapidamente rispetto a quelle secche.
Ci sono tanti modi di fare questa pietanza, ma la ricetta che vi proponiamo è quella tipica del Lazio: con menta fresca e Pecorino, per un piatto che è una vera esplosione di gusto!
Non perdiamo tempo: vediamo subito come cucinare le fave fresche con la pasta seguendo la squisita ricetta tradizionale laziale!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per fare la pasta con le fave, iniziate sgusciando e pulendo le fave fresche. Quindi prima aprite a metà il baccello, dopodiché estraete le fave e togliete da ognuna di esse l'escrescenza superiore (il cappelletto), semplicemente con le dita o con l'aiuto di un coltello.
A questo punto potete togliere, se volete, anche la pellicina che riveste esternamente le fave (è il cosiddetto tegumento: se volete toglierlo mettete a sbollentare le fave giusto per un paio di minuti, dopodiché premete un po' il tegumento e la fava uscirà automaticamente). Se preferite, invece, potete anche tenerla.

Una volta ultimata la pulizia delle fave (vedrete che partendo da 1 kg di fave nel baccello otterrete circa 300 g di prodotto da usare per la ricetta, visto che gli scarti sono tanti), pulite e tagliate a fette sottili i cipollotti, per poi metterli a soffriggere in una capiente padella. Quando saranno appassiti, unitevi le fave e qualche foglia di menta spezzettata grossolanamente: salate, aggiungete poca acqua calda (circa mezzo mestolo) e fate andare più o meno per 10 minuti.

Nel frattempo, mettete a bollire l'acqua per la pasta: quando sarà pronta, salatela e buttatevi la pasta. Scolatela ancora al dente e unitela alle fave, saltando il tutto.
Spegnete il fuoco, unite una bella spolverata di Pecorino grattugiato e mescolate molto bene, facendo sciogliere il formaggio in modo che si formi una bella cremina. Completate con qualche altra fogliolina di menta fresca e con un po' di pepe: adesso la vostra pasta con le fave è pronta da servire!
Accorgimenti
Come abbiamo visto nella preparazione, quando pulite le fave fresche sta a voi scegliere se tenere oppure togliere la pellicina spessa che le riveste esternamente: consigliamo di toglierla se le fave sono grandi (e non molto tenere) e invece di tenerla se sono piccole e piuttosto tenere. Però, per decidere come procedere tenete anche presente che, per quanto molto salutare, questa pellicina darà alle fave un retrogusto un po' amarognolo.

La pasta con le fave è un piatto piuttosto semplice da fare e anche abbastanza veloce: per il tempo di cottura delle fave fresche regolatevi in base alla loro grandezza, considerando che più sono piccole più cuoceranno rapidamente.
Idee e varianti
Se volete rendere ancora più appetitosa la vostra pasta, potete unire al condimento anche della pancetta a cubetti: con la fave ci sta benissimo! In ogni caso, come visto nell'introduzione, la ricetta della pasta con le fave si può realizzare in tanti modi diversi: spesso le modalità di preparazione cambiano a seconda della regione. Prendiamo come esempio la Sicilia, dove la pasta con le fave è un classico in quanto le fave fresche sono un ingrediente locale molto sfruttato in cucina. Spesso, quando sono unite alla pasta si usa condirle semplicemente con cipollotti e origano: una bontà!

Ovviamente, quando le fave fresche non sono di stagione, potete preparare la vostra pasta con le fave secche! In tal caso, per cuocere le fave consigliamo di utilizzare una pentola a pressione, in modo da dimezzare i tempi di cottura che ovviamente nel caso del legume secco sono sempre più lunghi. Ricordate inoltre di lasciare le fave secche in ammollo per almeno due ore, prima di cuocerle.
Vediamo adesso come fare la pasta con le fave utilizzando appunto le fave secche. Iniziate tritando un cipollotto e mettendolo a soffriggere nella pentola a pressione (se ce l'avete, altrimenti utilizzerete ovviamente una pentola "normale"). Per dare più sapore, se volete potete unire anche della pancetta a cubetti. A questo punto, quando il soffritto sarà pronto, unite 200 g di fave secche (scolate dall'ammollo preventivo e risciacquate velocemente): aggiungete anche un po' di prezzemolo tritato, versate dell'acqua nella quantità sufficiente a coprire le fave e chiudete la pentola. Fate cuocere a fuoco dolce più o meno per 25 minuti (con una pentola normale i tempi saranno circa raddoppiati), calcolando il tempo da quando la pentola inizia a sfiatare. Una volta trascorso il tempo necessario per la cottura, spegnete il fornello, aspettate il momento in cui potete aprire la valvola, dopodiché mettete a cuocere insieme alle fave 250 g di pasta a piacere (scegliete preferibilmente un formato corto e piccolo), dopo aver portato ancora ad ebollizione l'acqua rimasta in pentola (se necessario unitene dell'altra e portatela a bollore). Salate e, una volta trascorso anche il tempo di cottura della pasta, regolate di sale, insaporite il tutto con un po' di pepe a piacere e servite!

Questa è la ricetta più semplice e classica, ma se volete preparare un piatto un po' più particolare si può prendere ancora ispirazione dalla Sicilia. La pasta con le fave secche alla siciliana viene generalmente condita con il finocchietto selvatico (che va a sostituire il prezzemolo) e, una volta impiattata, è completata con una bella spolverata di ricotta salata grattugiata e un po' di pepe!
Naturalmente, nel periodo in cui sono di stagione, questa pasta con le fave si può realizzare anche con le fave fresche.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?