Scialatielli alla siciliana

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 20 minuti
Introduzione
Gli scialatielli alla siciliana sono un primo piatto facile e veloce, ma davvero gustoso che vi risolverà la cena in meno di mezz'ora. Gli scialatielli sono un tipo di formato di pasta simile ai tagliolini ma più corti, che si adatta alla perfezione a sughi corposi come quelli di questa ricetta e tipici del Sud Italia, dove vengono utilizzati per la preparazione di moltissimi primi piatti sfiziosi. Questi scialatielli alla siciliana, i cui ingredienti sono pochi ma davvero ben bilanciati, sono uno di quei piatti da preparare al volo quando si ha voglia di un buon primo, un po' diverso dal solito, ma senza perdere troppo tempo ai fornelli. Un ricco e corposo sugo di pomodoro, arricchito dalla nota dolce delle melanzane rosolate con l'aglio e a cui si aggiunge la sapidità della ricotta salata e infornata, in un mix di sapori semplice ma davvero intramontabile e tipico di questa terra.
Vedrete che con gli scialatielli alla siciliana, ricetta tipica della tradizione popolare, metterete d'accordo i palati di tutta la famiglia. E ora non perdiamoci in altre chiacchiere, allacciamo i grembiuli e vediamo subito insieme come fare gli scialatielli alla siciliana!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Procedimento
Per la ricetta degli scialatielli alla siciliana per prima cosa occupatevi delle melanzane: lavatele sotto un getto di acqua fresca, asciugatele e con un coltello rimuovete il picciolo verde, poi trasferitele su un tagliere. Eliminate in parte la buccia dalle melanzane, poi affettatele e infine riducetele in cubetti. A questo punto sbucciate lo spicchio di aglio e soffriggetelo in una padella capiente insieme a un generoso filo di olio extra vergine di oliva. Quando l'aglio sarà ben rosolato, aggiungete i cubetti di melanzane insieme a un pizzico di sale e fate cuocere per una decina di minuti a fuoco medio-basso, rigirando spesso. Appena le melanzane risulteranno appassite, unite la passata di pomodoro, regolate di sale e pepe, e abbassate la fiamma. Fate cuocere il sugo a fuoco basso e con il coperchio leggermente discostato, per 15-20 minuti circa.

Nel frattempo portate ad ebollizione una pentola di acqua leggermente salata e cuoceteci gli scialatielli al dente. Scolate poi la pasta direttamente nella padella del condimento e saltate il tutto per 5 minuti a fiamma vivace. A questo punto eliminate lo spicchio di aglio e impiattate la pasta, completando il piatto con qualche foglia di basilico fresco e una generosa grattugiata di ricotta salata e infornata. I vostri scialatielli alla siciliana sono pronti per essere gustati!
Accorgimenti
Se le vostre melanzane dovessero essere un po' vecchie e quindi particolarmente piccanti, potrete lasciarle sotto sale in modo che perdano in parte il liquido di vegetazione e il sapore pungente. Per farlo dovrete lavare le melanzane, eliminare il picciolo e poi rimuoverne in parte la buccia. A questo punto tagliate le melanzane a fette e distribuitele in strati all'interno di uno scolapasta intervallandole con uno strato di sale grosso. Posizionate un peso sopra alle melanzane (come ad esempio una scodella piena di acqua) e mettete lo scolapasta all'interno di un piatto o una scodella capiente per raccogliere l'acqua di vegetazione delle melanzane. Lasciate riposare il tutto per una ventina di minuti, poi risciacquate sotto l'acqua le fettine di melanzane per eliminare il sale e infine asciugatele con un panno da cucina pulito, prima di utilizzarle come indicato nella ricetta. L'unico accorgimento in questo caso, sarà di regolare la sapidità del piatto solo a fine cottura, visto che le melanzane saranno già salate.

Nel caso in cui doveste rendervi conto che il sugo in cottura si stia asciugando troppo, potrete aggiungere un goccio di acqua. Una volta che il sugo sarà cotto, potrete poi togliere il coperchio e farlo nuovamente addensare negli ultimi 5 minuti di cottura, in modo da ottenere una salsa corposa.

Nel caso dovessero avanzarvi, gli scialatielli alla siciliana si conservano in frigo, dentro a un contenitore ermetico, per 1-2 giorni. Al momento del consumo, riscaldateli semplicemente in padella aggiungendo un filo di olio extra vergine di oliva o un goccio di acqua per rendere la salsa di nuovo fluida.
Idee e varianti
Per preparare gli scialatielli alla siciliana noi abbiamo optato per un soffritto di aglio, ma andrà benissimo anche un soffritto preparato con lo scalogno oppure con la cipolla. A questa ricetta base potrete poi aggiungere a piacere altri ingredienti agli scialatielli alla siciliana per arricchirne il sapore, come ad esempio dei dadini di tonno fresco da rosolare insieme all'aglio oppure della pancetta affumicata o ancora l'aggiunta di capperi dissalati. Nel caso in cui non trovaste la ricotta salata infornata, potrete sostituirla con del pecorino romano oppure del Parmigiano Reggiano.

Se poi volete preparare degli scialatielli alla siciliana senza melanzane, potrete optare per altre verdure come zucchine e peperoni oppure utilizzare altri connubi di sapori tipici di questa terra come ad esempio preparare un sugo con un battuto di pomodori secchi sott'olio, capperi sotto sale e olive nere. In questo caso il consiglio è quello di dissalare i capperi molto bene e di regolare la sapidità del piatto solo a fine cottura, in modo da non servire un piatto troppo saporito.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?