Baccalà al cartoccio

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 45 minuti
Se si vuole cucinare un piatto a base di pesce particolarmente sano e nutriente, la cottura al cartoccio è indubbiamente una delle migliori: permette di mantenere intatti i nutrienti dell'alimento, esalta al massimo il gusto dei cibi e consente anche di limitare l'utilizzo di condimenti grassi, che si possono unire anche a crudo una volta terminata la cottura, così da ottenere un piatto più leggero.
Inoltre quella al cartoccio è una cottura perfetta praticamente per qualsiasi tipo di pesce: che ne dite ad esempio di provare un buon baccalà al cartoccio?
Leggero, ma saporito, il baccalà al cartoccio al forno è un piatto molto semplice da preparare: è sufficiente prestare attenzione a fare bene l'involucro nel quale viene avvolto il pesce e il risultato sarà strepitoso!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Il baccalà al cartoccio è piuttosto semplice da preparare: al pesce potete unire altri ingredienti che facciano da contorno, in modo da servire un secondo completo.
Noi vi proponiamo l'abbinamento più classico: un baccalà al cartoccio cotto insieme a patate e pomodorini!

Iniziate quindi proprio dalla preparazione delle patate, che consigliamo di saltare in padella per qualche minuto, prima di metterle a cuocere in forno con il baccalà: saltandole prima verranno più morbide e soprattutto cuoceranno prima nel cartoccio. Dopo averle sbucciate, pelatele e tagliatele a fette abbastanza fini, per poi saltarle per circa 5 minuti in padella insieme a poco olio. Conditele con un pizzico di sale e un po' di pepe, se vi piace.

Intanto lavate i pomodorini, asciugateli e tagliateli a metà o in 4 spicchi.
Preparate anche i filetti di baccalà: sciacquateli e asciugateli benissimo tamponandoli con della carta da cucina.

A questo punto, assemblate i cartocci: prendete 4 fogli di carta stagnola e disponete al centro di ciascuno di essi delle fette di patate. Sopra le patate mettete un filetto di baccalà e intorno disponete qualche pomodorino. Salate, pepate e cospargete il tutto con una leggera spolverata di prezzemolo tritato e un po' di succo di limone. Completate con un filo d'olio.

Ora che avete messo tutti gli ingredienti, chiudete per bene i cartocci. Per evitare che gli alimenti possano fuoriuscire ripiegate con cura il lato più lungo del cartoccio sopra il pesce, dopodiché sovrapponetevi l'altro lato lungo e per finire attorcigliate i lati corti su se stessi. Seguendo questo procedimento otterrete il classico cartoccio a caramella e i cibi resteranno ben chiusi all'interno dell'involucro.

Ora non vi resta che infornare i cartocci e farli cuocere a 180°C per circa 15-20 minuti (il tempo di cottura comunque dipende dalla grandezza dei filetti).

Portate in tavola il vostro baccalà al cartoccio impiattandolo con il suo involucro ancora chiuso: in questo modo ogni commensale potrà aprire da solo il proprio cartoccio e sentire tutto il delizioso profumo che sprigiona!
Accorgimenti
Per preparare un ottimo baccalà al cartoccio, è indispensabile fare bene l'involucro, per evitare che il vapore si disperda: il vapore infatti deve restare ben "intrappolato" dentro il cartoccio in modo che il pesce si mantenga bello morbido e che i sapori di tutti gli ingredienti restino all'interno. Il cartoccio si può realizzare sia con carta stagnola (come consigliato nella nostra ricetta) che con carta da forno: con la carta stagnola otterrete però un risultato migliore in termini di morbidezza del pesce, in quanto l'alluminio permette di tenere bene all'interno sia i succhi dell'alimento che il vapore. Invece con la carta da forno il cibo viene dorato in maniera più uniforme.
In ogni caso, la cosa più importante è che il foglio del cartoccio sia almeno due volte più lungo e tre volte più largo rispetto all'alimento (altrimenti non riuscirete a chiuderlo bene).
Idee e varianti
All'interno del cartoccio potete mettere altri ingredienti a vostro piacere: di conseguenza personalizzare la ricetta del baccalà al cartoccio è molto semplice! Utilizzate gli ingredienti e i condimenti che vi piacciono di più, per completare il piatto come preferite. Ad esempio, per un gusto più deciso al posto dei pomodorini freschi potete usare pomodori secchi sott'olio e/o unire anche delle olive. Oppure potete condire il vostro baccalà al cartoccio con le erbe aromatiche (o le spezie) che gradite, unendo magari anche della cipolla o dell'aglio.

Per un piatto più leggero e salutare, sostituite le patate con altre verdure meno caloriche e più facili da digerire. Il baccalà al cartoccio con verdure si può preparare in tanti modi diversi. In base alla stagione e alle preferenze personali potete usare le verdure che vi ispirano di più, mischiandone anche di diverse: zucchine, peperoni, carote, asparagi, pomodori, carciofi, sedano, cipolle e via dicendo.
In generale il consiglio è quello di tagliare le verdure prescelte a dadini oppure a fette abbastanza sottili, in modo che possano cuocere velocemente nel cartoccio nello stesso tempo dei filetti di baccalà (eventualmente le verdure che necessitano di tempi di cottura maggiori possono essere sbollentate qualche minuto, in modo da ammorbidirle un po' prima di metterle nel cartoccio).
Baccalà al cartoccio: prova anche la cottura in padella!
Dovete preparare il baccalà al cartoccio solo per 1-2 persone? In questo caso vi consigliamo di prendere in considerazione la possibilità di cuocere il pesce in padella: anche se generalmente la cottura al cartoccio si fa in forno, per quantità minime si può tranquillamente usare il fornello, ottenendo ottimi risultati.
Per cucinare il baccalà al cartoccio in padella procuratevi un tegame o una padella antiaderenti e sufficientemente grandi da contenere due cartocci: una padella non può contenerne più di due, a meno che non siano cartocci molto piccoli. Per questo consigliamo di scegliere la cottura in padella solo se si deve cucinare il piatto per due persone, al massimo 3.
I cartocci vanno naturalmente realizzati seguendo tutte le indicazioni della ricetta principale. La cottura deve avvenire a fuoco lento, più o meno per una ventina di minuti e sempre tenendo il coperchio sopra la padella: scopritela soltanto a metà cottura, per girare i cartocci.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?