Pizza al taglio

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 2 teglie
Tempo: 45 minuti
Note: + 3-4 ore per la lievitazione dell'impasto. Dosi per due teglie di 25x35 cm
Pratica da consumare (si mangia tranquillamente senza posate, come un qualsiasi street food), soffice e squisita, la pizza al taglio è amata tanto quanto quella tradizionale, sia in Italia che nel resto del mondo.
Prepararla in casa per passare una bella serata in allegria con gli amici è un'ottima idea, anche perché la ricetta della pizza al taglio è piuttosto semplice e offre la possibilità di sbizzarrirsi con i condimenti preferiti.
Con una buona pizza al taglio fatta in casa e un bel film le vostre serate con amici e parenti saranno un successone: a nessuno dei vostri ospiti verrà voglia di andare in giro per locali!
Inoltre, la pizza al taglio è perfetta da preparare anche per feste, buffet e aperitivi: basta tagliarla a quadrotti in modo che si possa consumare in un sol boccone.
Insomma, le occasioni per gustare questa pizza non mancano di certo: non ci resta che vedere quali sono i passaggi da seguire per prepararla alla perfezione!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Mettetevi al lavoro per preparare la pizza al taglio facendo, come prima cosa, sciogliere il lievito di birra fresco in poca acqua tiepida precedentemente versata in una ciotolina o in un bicchierino.

Ora mettete la farina di semola sul piano di lavoro, dandole la classica forma a fontana che vi consentirà di aggiungere e amalgamare meglio gli altri ingredienti. Unite quindi alla farina il lievito sciolto, un po' d'acqua e un cucchiaio di olio extravergine d'oliva. Iniziate ad impastare poco alla volta il tutto, unendo gradualmente tutta la quantità di acqua indicata.

Impastate energicamente per qualche minuto, dopodiché aggiungete un altro cucchiaio di olio extravergine d'oliva e per ultimo un cucchiaino di sale. Riprendete ad impastare per bene, fermandovi solo quando avrete ottenuto un panetto liscio e compatto.

Riponete il panetto in una terrina spolverata con poca farina 00, dopodiché copritelo con uno strofinaccio pulito oppure con della pellicola per alimenti e lasciatelo lievitare per almeno 2 ore: alla fine il volume del panetto dovrà risultare raddoppiato, per cui se necessario prolungate ulteriormente i tempi di lievitazione.

Trascorso il tempo della lievitazione, ungete bene due teglie da forno. Riprendete quindi il panetto, impastatelo di nuovo velocemente, dopodiché dividetelo a metà.
A questo punto stendete ciascuna metà di impasto su una teglia: per stendere bene dovete utilizzare i polpastrelli premendoli delicatamente sulla pasta per allargarla, in modo che vada a coprire tutta la teglia.

Ultimato il passaggio della stesura nelle teglie, sarà necessaria un'altra lievitazione: gli impasti stesi dovranno raddoppiare ancora il loro volume, per cui è fondamentale farli riposare ancora per almeno un'ora (o di più se notate che il loro volume non è ancora raddoppiato).

Poco prima che sia trascorso il tempo di lievitazione, accendete il forno al massimo così da farlo riscaldare bene. Intanto preparate il condimento per le pizze. Mettete la passata di pomodoro in una terrina e insaporitela con sale, olio extravergine d'oliva e origano, mescolando bene. Assaggiatela e, se necessario, aggiungete un altro po' di sale.
Ora potete condire gli impasti della pizza con la passata di pomodoro, spalmandola uniformemente (dovete lasciare liberi solo i bordi).

Infornate le teglie, abbassando la temperatura del forno a 180°C: fate cuocere le vostre pizze per circa un quarto d'ora.

Nel frattempo preparate la mozzarella: scolatela se necessario, dopodiché tagliatela a dadini. Trascorsi i 15 minuti di cottura, aprite il forno e distribuite i cubetti di mozzarella sopra la passata di entrambe le pizze. Proseguite quindi la cottura per altri 3-4 minuti, in modo che la mozzarella si sciolga bene.
A questo punto la vostra pizza al taglio è pronta da sfornare: non vi resta che tagliarla in tranci e servirla!
Accorgimenti
Mentre lavorate e impastate gli ingredienti potrebbe succedere che l'impasto si attacchi alle mani, rendendo così difficile lavorare per bene il tutto. Se dovesse capitare, risolvete il problema semplicemente spolverando su entrambe le mani un po' di farina!

Il segreto per una ricetta della pizza al taglio soffice e morbida al punto giusto sta in una corretta lievitazione: è necessario rispettare i tempi indicati e lasciare l'impasto in un luogo tiepido (la temperatura ideale dev'essere compresa fra i 20 e i 24°C), altrimenti non riuscirà a lievitare bene.
Idee e varianti
La nostra ricetta della pizza al taglio è, come avrete visto, quella più semplice: è la classica pizza margherita condita solo con pomodoro e mozzarella. Ma, naturalmente, potete personalizzare il condimento della vostra pizza al taglio come più preferite, sia in base ai vostri gusti che in base a quello che trovate nel frigorifero!
Prosciutto, salame piccante, tonno, olive, carciofini, gorgonzola, funghetti... Sono tantissimi gli ingredienti con cui potete farcire e rendere speciale la vostra pizza al taglio. Sperimentate vari accostamenti, magari condendo metà teglia in un modo e l'altra metà in un altro, così da provare abbinamenti diversi e accontentare i gusti di tutti gli ospiti!

Molto famosa e ricercata è la pizza al taglio alla romana: si contraddistingue per un impasto più idratato (occorre quindi una quantità maggiore di acqua per impastare) e una lunga lievitazione. Il risultato è una pizza con la base più croccante e l'interno soffice, umido e vagamente simile a quello di una focaccia.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?