Faraona arrosto

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 75 minuti
Introduzione
La faraona arrosto è il piatto perfetto da preparare quando si vuole fare colpo sui propri commensali, ad esempio in occasione di una cena speciale o durante le festività natalizie (servire la faraona a Natale o a Capodanno è un classico): presentate la faraona intera mettendola al centro della tavola, per poi dividerla in porzioni. Vedrete che figurone! Vi basterà completare il piatto con un bel contorno (ad esempio delle patate arrosto, ma anche un leggero contorno di verdure andrà benissimo) e il successo è assicurato. Anche perché la faraona è un tipo di carne in genere apprezzato un po' da tutti: è più gustosa e aromatica di altre carni bianche, ma è comunque molto magra e ad alto contenuto proteico.Inoltre, essendo una carne pregiata, si tende a non mangiarla spesso: portarla in tavola, quindi, è sempre una festa!
La faraona arrosto proposta nella ricetta che segue è piuttosto semplice da preparare (ma è anche una ricetta molto gustosa, visto che prevede come ripieno burro e fette di pancetta!): anche se non avete molta manualità in cucina, potrete lo stesso fare un'ottima figura in veste di cuochi.
Vediamo quindi la ricetta della faraona al forno, con tutti i passaggi necessari per ottenere un piatto da leccarsi i baffi!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare la ricetta della faraona al forno, iniziate dalla pulizia della faraona: vi basterà lavarla bene sotto acqua corrente, per poi metterla a sgocciolare. Se necessario, per asciugarla tamponatela anche delicatamente con della carta assorbente da cucina.

Fate quindi sciogliere il burro in un piccolo pentolino, dopo averlo spezzettato per facilitarne lo scioglimento. Quando si sarà ben sciolto, con l'aiuto di un pennello da cucina spennellatelo bene sia all'interno che all'esterno della faraona. Ora salate la faraona, sempre sia dentro che fuori.

A questo punto prendete le fette di pancetta e mettetele all'interno della faraona, riempiendola bene.

Oliate leggermente una teglia capiente e disponetevi la vostra faraona. Terminate quindi di preparare il condimento: lavate il rosmarino e le foglie di salvia e tritate entrambe le erbe aromatiche piuttosto grossolanamente. Cospargete quindi il trito di salvia e rosmarino sopra la faraona, dopodiché irroratela con un filo d'olio extravergine d'oliva. Per finire, sbucciate uno spicchio d'aglio e mettetelo nella teglia.

Ora la faraona è pronta da infornare: cuocetela in forno preriscaldato a 180°C, per circa 25 minuti. Trascorso questo lasso di tempo, bagnatela con il vino e proseguite la cottura per altri 30-35 minuti. Una volta pronta, sfornatela e trasferitela su un piatto da portata.

Irrorate la faraona arrosto con il sughetto di cottura, aggiustatela di sale se necessario e servitela subito in tavola, abbinandola al contorno che preferite!
Accorgimenti
Se preferite, potete anche non far sciogliere il burro, ma lasciarlo solido e spalmarlo direttamente con le mani sulla faraona. Potete procedere in questo modo se ad esempio non avete il pennello da cucina, necessario per spennellare il burro fuso. Per spalmarlo con facilità, però, lasciate prima ammorbidire bene il burro a temperatura ambiente, tenendolo fuori dal frigorifero per un po'.

Se la faraona arrosto dovesse risultare troppo asciutta durante la cottura, aggiungete un bicchiere di brodo vegetale (o di carne) bollente, così da diluirla un po' e ammorbidirne le carni. In mancanza del brodo, potete aggiungere semplicemente dell'acqua.

Visto che i tempi di cottura possono sempre cambiare un po' a seconda del forno, è meglio verificare la cottura pungendo la coscia della faraona con uno stecchino: se non esce liquido, significa che la faraona è cotta.
Idee e varianti
Se non avete la pancetta, potete sostituirla con delle fette di lardo: la vostra faraona arrosto verrà ugualmente ottima. Inoltre, se volete conferire una nota leggermente acidula, vi consigliamo di irrorare la faraona con un po' di succo di limone e di arancia.

Come variante della preparazione sopra riportata, vi proponiamo anche un'altra ricetta di Gustissimo: una faraona al forno ripiena decisamente ricca e sostanziosa, visto che il ripieno è a base di salsiccia sbriciolata, Parmigiano Reggiano grattugiato, pangrattato e uova!

Quale contorno abbinare alla faraona al forno? Il contorno più classico sono senza dubbio le patate: potete aggiungerle alla faraona (dopo averle sbucciate, tagliate a spicchi e condite con olio, sale e rosmarino), nel momento in cui la estraete dal forno per bagnarla con il vino. In questo modo cuoceranno insieme alla carne fino al termine della cottura.
Volete proporre ai vostri ospiti un contorno diverso dalle solite patate? In tal caso vi consigliamo di aggiungere nella teglia degli scalogni, dopo averli tagliati a metà nel senso della lunghezza. Uniteli sempre quando manca mezz'ora circa alla fine della cottura. Per un contorno ancora più originale, vi consigliamo di preparare delle pere cotte nel vino rosso e nel Marsala. Dopo averle sbucciate (lasciandole però intere), mettetele a cuocere per circa un quarto d'ora in un pentolino con i bordi alti nel quale avrete prima riscaldato del Marsala e del vino insieme ad un po' di succo di limone, zucchero e ad una stecca di cannella. Una volta che le pere sono pronte (non fatele sfaldare, devono solo ammorbidirsi), tagliatele a metà e servitele, bagnandole con il loro liquido di cottura, insieme alla faraona.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?